MERCOLEDÌ 10 GIUGNO 2015, 13:05, IN TERRIS

INDIA: AL VIA LA COSTRUZIONE DI 60 MILIONI DI WC PER SCONGIURARE EPIDEMIE

La campagna promossa dal ministro Modi trova la resistenza del popolo che preferisce usare i campi al posto delle toilette

AUTORE OSPITE
INDIA: AL VIA LA COSTRUZIONE DI 60 MILIONI DI WC PER SCONGIURARE EPIDEMIE
INDIA: AL VIA LA COSTRUZIONE DI 60 MILIONI DI WC PER SCONGIURARE EPIDEMIE
Sessanta milioni di servizi igienici sanitari nelle case indiane entro il 2019, è questo uno degli obiettivi della campagna lanciata dal primo ministro Narendra Modi e intitolata "Clean India". Un'inziativa che, secondo quanto definito dal Washington Post, ha creato un vero e proprio boom nella costruzione di toilette.

La proposta nasce dalle scarse condizioni igieniche in cui vivono gli abitanti del Paese, più del 53% delle abitazioni infatti non ha un bagno e in base a quanto riferito dall'Unicef, questa mancanza associata all'ingestione di acqua non pulita è uno dei fattori principali che provoca malattie mortali tra cui anche la dissenteria, il killer numero uno dei bambini al di sotto dei 5 anni.

Sembra però che il passaggio più difficile di questa campagna non sia tanto l'aspetto pratico legato alle spese e alla costruzione di bagni, quanto la capacità di convincere le persone ad usare i wc. Sono oltre 120 milioni le famiglie che per decenni hanno utilizzato i propri terreni per i loro bisogni e questa nuova iniziativa spaventa soprattutto gli anziani: "Uscire in un campo aperto è più sano che sedersi all'interno di questa piccola stanza", ha detto un 62enne residente in uno dei villaggi rurali della zona settentrionale.

Sebbene si stia lavorando per promuovere nuove abitudini igieniche, il principale ostacolo è di tipo culturale: le famiglie indiane tendono a usare le toilette con moderazione nel timore che la fossa biologica si riempia troppo velocemente. Pulirla sarebbe un compito troppo "basso", e molto spesso capita che nessuno è disposto a svolgere questa mansione. Nel 2014, l'India è stato il Paese con il tasso più alto di mortalità infantile per malattie legate all'assenza di servizi sanitari. Su una popolazione mondiale di 7 miliardi di persone, la sola New Delhi conta il 60% di quel totale senza accesso a un bagno privato o pubblico.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Turista al Colosseo
MIBACT

Al via Passeggiate Fotografiche Romane

Dal 15 al 17 dicembre lungo 5 percorsi capitolini
Il sistema Kepler 90 e il nostro a confronto:
KEPLER

Scoperto il gemello del Sistema Solare

Formato da otto pianeti, dista 2.545 anni luce
Polizia
OSTIA

Arrestati ex dirigente del Municipio e due imprenditori

Accusati di corruzione, abuso d’ufficio, falsità ideologica e millantato credito
MEDICI E VETERINARI

Nuovo sciopero a febbraio

Fermi i giorni 8 e 9. Sindacati: "La sanità pubblica è in emergenza"
Il premier Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Dublino e relocation scogli in discussione Ue"

Lo ha detto il premier italiano dal summit europeo di Bruxelles
L'esito del voto sul Biotestamento (Lapresse)

Congiura contro la vita

Il cupo sodalizio tra Pd e Movimento 5 stelle sul fine vita ha determinato al Senato della Repubblica...
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Nessun favoritismo, non mi dimetto"

Il sottosegretario ospite a 'Otto e mezzo'. Scontro con Travaglio: "Fossi stata uomo non mi avrebbe tratta...
Andrea La Rosa
ANDREA LA ROSA

Ex calciatore ucciso: fermati madre e figlio

Il corpo era nel bagagliaio dell’auto guidata da Antonietta Biancaniello