VENERDÌ 15 MAGGIO 2015, 19:15, IN TERRIS

IMMIGRAZIONE: OLTRE 6.000 MIGRANTI IN BALIA DELLE ONDE PERCHE' NON TROVANO ACCOGLIENZA

Drammatica la situazione del sud est asiatico, dove Malaysia e Thailandia non vogliono più accogliere i profughi rohinga e bengalesi

AUTORE OSPITE
IMMIGRAZIONE: OLTRE 6.000 MIGRANTI IN BALIA DELLE ONDE PERCHE' NON TROVANO ACCOGLIENZA
IMMIGRAZIONE: OLTRE 6.000 MIGRANTI IN BALIA DELLE ONDE PERCHE' NON TROVANO ACCOGLIENZA
Migliaia di musulmani rohinga e bengalesi sono stati abbandonati senza acqua né cibo dai trafficanti di esseri umani e non sanno dove approdare dopo che giovedì 14 maggio la Malaysia ha respinto due barche cariche di migranti, mentre la Thailandia tiene una terza varca ferma con centinaia di poveretti a bordo. “Che cosa vi aspettate da noi? – ha detto il vice ministro dell’Interno malese, Wan Junaidi Jafaar all’Ap -. Noi siamo sempre stati molto accoglienti con le persone che si sono presentate alla frontiera. Le abbiamo trattate umanamente, ma non possono arrivare in massa sulle nostre coste. Noi dobbiamo far arrivare loro il messaggio che non sono i benvenuti”.

Intanto la situazione in mare è drammatica. Secondo la Bbc, a bordo i profughi si dissetano con la loro urina, l’equipaggio ha abbandonato l’imbarcazione e il motore è in avaria. Su una barca è stata issata una bandiera nera con su scritto “Siamo i Rohinga di Muanmar”. “Una decina di persone sono già morte durante il viaggio e abbiamo gettato i corpi in mare -, ha gridato uno dei migranti a un’imbarcazione vicina piena di giornalisti – siamo in mare da due mesi e vogliamo andare in Malaysia”.

Adesso sarebbero seimila i migranti in balia delle onde. Un’emergenza umanitaria che rischia di esplodere da un momento all’altro. Nonostante gli appelli delle Nazioni Unite e delle ong internazionali nessun governo della regione vuole farsi carico dei disperati. Il viceministro malese Wan Junaidi ha spiegato che mercoledì scorso le autorità hanno respinto un barcone con 550 persone dopo averlo rifornito di viveri. Lo stesso atteggiamento è stato adottato dalla Thailandia e Indonesia.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti
il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero

Il senso d'umanità

In seguito alla decisione del Tribunale di sorveglianza di Roma che ha respinto la sua richiesta di sospensione della...
Una frazione di gioco di Juventus-Inter
CALCIO | SERIE A

Juve-Inter a reti bianche: Spalletti è ancora primo

I bianconeri giocano meglio ma non sfondano: 0-0. Il Napoli può tornare davanti