MERCOLEDÌ 05 AGOSTO 2015, 001:01, IN TERRIS

IL PRESIDENTE CECO ROMPE I FRONTE UE: ANDRA' A PECHINO PER LA PARATA A TIENANMEN

L'Europa non voleva partecipare perchè l'evento rischia di essere solo una retorica anti-giapponese

CLAUDIA GENNARI
IL PRESIDENTE CECO ROMPE I FRONTE UE: ANDRA' A PECHINO PER LA PARATA A TIENANMEN
IL PRESIDENTE CECO ROMPE I FRONTE UE: ANDRA' A PECHINO PER LA PARATA A TIENANMEN
Il presidente della Repubblica Ceca, Milos Zeman, sarà l’unico fra i capi di stato e i capi di governo dell’Unione Europea, ad assistere il prossimo 3 settembre a Pechino, alla grande parata militare organizzata dalla Cina per celebrare il 70° anniversario della fine della Seconda guerra mondiale sul fronte del Pacifico.

La decisione di Zeman di accettare l’invito giunto da Pechino, manda all’aria l’orientamento maturato in seno all’Ue di non far partecipare alla sfilata rappresentanti di vertice dei Paesi membri. La motivazione è che l’evento programmato sulla piazza di Tienanmen rischia di trasformarsi in una dimostrazione di forza militare e di retorica anti Giappone, il Paese che uscì sconfitto dal conflitto. La parata, per di più, è prevista nella stessa piazza dove nel giugno 1989 si svolse la sanguinosa repressione contro la rivolta studentesca.

Il ministro degli Esteri ceco ha fatto sapere di non aver potuto aderire alla richiesta di boicottaggio avanzata durante un vertice a Bruxelles. “Siamo stati gli unici a dire di no. Sapevamo infatti della volontà del nostro Presidente di recarsi a Pechino e che niente gli avrebbe fatto cambiare idea. Davanti alla nostra contrarietà sarebbe andato ugualmente e questo ci ha impedito di associarci alla posizione comune indicata dall’Europa”, ha spiegato il portavoce del ministero degli Esteri ceco. La sua intenzione era sicuramente quella di evitare la scomoda situazione verificatasi lo scorso maggio, quando Zeman si recò a Mosca per l’anniversario della fine della seconda guerra mondiale, nonostante le tensioni fra Europa e Russia per la crisi ucraina.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Jacqueline de la Baume Dürrbach, Il cartone del Guernica esposto in Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Roma
PICASSO

In mostra "Guernica icona di pace"

Alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani dal 18 dicembre al 5 gennaio 2018
Il Segretario del Pd Matteo Renzi
ELEZIONI

Renzi: "Il Pd sarà il primo partito"

"Boschi oggetto di un’attenzione spasmodica, si deve candidare"
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco
Poliziotti russi (repertorio)
TERRORISMO

Sventato attacco dell'Isis a San Pietroburgo

Putin ha ringraziato Trump per le informazioni passate dalla Cia all'Fsb
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Robert Mueller
RUSSIAGATE

Accuse a Mueller: "Mail acquisite in modo illegale"

Lo sostiene Kory Langhofer, legale di "Trump of America". La replica: "Avevamo il consenso"