MERCOLEDÌ 09 OTTOBRE 2019, 13:10, IN TERRIS


REGNO UNITO

Il pantano della Brexit

Bruxelles critica Johnson: "Nessun progresso, accordo impossibile". Rapporti Ue-Uk al minimo storico e anche a Londra si rumoreggia

DAMIANO MATTANA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Brexit
Brexit
S

embra esserci un intoppo di fondo sul tema Brexit, che impedisce all'accordo messo sul piatto dal premier Johnson di muoversi dalla situazione di stallo. Ieri i vertici dell'Ue sono stati categorici con il leader Tory, stizziti per i mancati progressi e lapidari sul fatto che, alle condizioni attuali, ottenere la stretta di mano con Bruxelles sia praticamente impossibile. A certificare l'ennesima crisi Ue-Uk, erano state le parole del presidente dell'Europarlamento David Sassoli, critico sull'atteggiamento di Johnson e pessimista sulla raggiungibilità dell'intesa: "Sono molto dispiaciuto. Il 31 ottobre è alle porte e sulla Brexit non c'è alcun progresso. Johnson me lo ha detto più volte: 'Non chiederò mai un rinvio della Brexit'". Ed ecco il nodo: al di là dei proclami, il premier sarebbe obbligato a norma di legge a chiedere di posticipare la data di uscita dall'Unione qualora non riuscisse a trovare la quadra entro il 19 del mese, in base alla norma salva-nazione voluta dalle opposizioni e approvata a tempo di record prima che Johnson si esibisse nella mossa (poi rivelatasi inefficace) della chiusura del Parlamento.


Crisi sul backstop

Alla legge del rinvio il premier è obbligato ad attenersi e, a meno che nelle ultime due settimane non trovi un improbabile canale di aggiramento, in caso contrario andrebbe incontro a tutte quelle conseguenze nefaste che la dichiarazione di illegalità dello stop al Parlamento gli aveva per ora risparmiato. Il problema è che, come previsto, la soluzione alternativa sul backstop irlandese non è andata bene all'Europa, contraria all'istituzione di controlli doganali al confine fra le due Irlande, anche se staccati dalla linea di frontiera e pur se minimi. Era nell'aria la bocciatura ma, forse, non era altrettanto prevista la presa di posizione granitica del premier britannico, consapevole dei potenziali rischi legati al No deal ma comunque convinto di voler proseguire sulla strada dell'uscita il 31 ottobre, con o senza intesa. I piedi puntati di Johnson, a ben vedere, potrebbero derivare dalla stessa ragione, essendo convinto (secondo fonti di Downing Street citate da alcuni tabloid britannici) che il no di Bruxelles al nuovo disegno di backstop nasconda una volontà di tenere Londra ancorata ai dettami del mercato unico attraverso la permanenza di Belfast. Un muro contro muro che non giova alle trattative, mai come ora a un punto morto, vista anche la telefonata fra Johnson e Merkel che non è certo andata meglio del colloquio tra il premier britannico e il presidente Sassoli.


Stallo pericoloso

In sostanza, la posizione di Johnson non è chiara nemmeno all'Europa, irritata dal suo atteggiamento ma, allo stesso tempo, ancora in cerca di chiarimenti su quale sia la strategia del premier, in virtù di una possibile uscita senza "deal". Gli Yellowhammers, pubblicati qualche settimana fa, hanno dimostrato la preoccupazione del governo o, quantomeno, la messa in conto di ogni scenario possibile, anche il più catastrofico. E, allo stesso tempo, a meno di clamorose vie d'uscita il mancato rispetto della legge sull'obbligo di richiedere il rinvio avrebbe conseguenze importanti, a livello legale e anche nel corpus del governo, visto che molti ministri hanno già annunciato di volersi fare da parte in caso di No deal. Emblematico, in questo senso, il tweet del presidente del Consiglio europeo Donald Tusk: "Qui in gioco non c'è uno stupido scaricabarile, qui in gioco ci sono il futuro dell'Europa e del Regno Unito, la sicurezza e la vita delle persone. Non vuoi un accordo, non vuoi un'estensione, non vuoi revocare la Brexit, quo vadis?". Quello che hanno cominciato a chiedersi un po' tutti, anche i suoi ministri pare.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
REGNO UNITO

Brexit, il dossier della "no deal-fobia"

Il piano Yellowhammer del governo Johnson parla di cosa accadrebbe in caso di uscita senza accordo. E i britannici tremano...

La pubblicazione dello Yellowhammer
C'è quasi un'aria da "no deal-fobia" nel Regno Unito, mai così vicino all'uscita dall'Unione europea e,...
NEWS
Immagine di repertorio
IL CASO

Milano, il pm sospende il gioco horror

Per gli inquirenti, l'assenza di illuminazione avrebbe messo in pericolo i concorrenti
La statua d'arte indigena, oggetto di controversie, trasportata lungo via della Conciliazione durante la Via Crucis del 19 ottobre scorso - Foto © Andrew Medichini per AP
SINODO PER L'AMAZZONIA

Statue indigene in chiesa gettate nel Tevere. Per alcuni erano pagane

Continua il caso controverso sulle statue di arte indigena collocate in una chiesa durante il Sinodo
Scritta per Desirée sul portone dello stabile dove il suo corpo è stato ritrovato
ROMA

Morte di Desirée, in quattro a processo

La 16enne venne ritrovata priva di vita, un anno fa, in uno stabile abbandonato del quartiere di San Lorenzo
Il libro di don Aldo Buonaiuto,
SASSOFERRATO | ANCONA

Halloween: un viaggio nel mondo nell'occulto

L'incontro tenuto da don Aldo Buoniauto presso la parrocchia di san Facondino
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio
GOVERNO

Manovra, bilaterali coi partiti: Conte prova a ricucire

Il premier incontra le forze di maggioranza per snodare i punti critici. E anche dall'Ue arriva una missiva per chiedere...
L'incendio e i danni al tetto della struttura storica
TORINO

In fiamme la Cavallerizza Reale, patrimonio Unesco

Appendino: "Il tema oggi non è l’occupazione ma che la Cavallerizza così non può stare"
Immagine di repertorio
NUOVI MERCATI

La tecnologia rilancia l'impresa, ma mancano 45 mila tecnici digitali

In agosto recupero della produzione industriale. Richieste nuove competenze e nel weekend 100 mila visitatori a Roma alla fiera...
La merce sequestrata
SALERNO

Contrabbando di tabacchi: 12 arresti

Sospeso il reddito di cittadinanza a cinque dei fermati
Strade allagate
ALLERTA METEO

Nubifragio a Milano, città allagata

Il fiume Seveso è vicino all'esondazione, sotto osservazione anche il Lambro
Pini domestici
EMERGENZA ECOLOGICA

Piano del Campidoglio per le periferie green

In Italia 31 metri quadri di verde a cittadino. Piantare alberi è tra gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo...
Sampdoria-Roma 0-0. Nicolò Zaniolo contrastato da Bertolacci - Foto © Twitter
SERIE A

Ranieri, buona la prima: la Roma sbatte sulla Samp

Pareggio a reti bianche a Marassi. Il Genoa crolla col Parma, l'Inter soffre ma stende il Sassuolo
Maker Faire Rome
SVILUPPO

Enea, verdure spaziali e hi-tech anti-zanzare

Alla rassegna romana degli inventori 4.0 le ultime scoperte dell’ente pubblico di ricerca