SABATO 01 DICEMBRE 2018, 01:00, IN TERRIS


YEMEN

Il 4 dicembre al via i negoziati in Svezia

Al tavolo siederanno Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Houti

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
La guerra in Yemen
La guerra in Yemen
S

i svolgeranno il prossimo 4 dicembre in Svezia i tanto attesi negoziati sulla guerra in Yemen mediati dall'Onu. Al tavolo si siederanno Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e ribelli Houti, vicini all'Iran. Questi ultimi hanno però messo come condizione che i membri della loro delegazione possano uscire dallo Yemen e tornare in patria in sicurezza e senza rischiare l'arresto o l'uccisione da parte delle forze lealiste e della Coalizione araba a guida saudita.


Il precedente

Le due delegazioni sono attese in Svezia il 3 dicembre. A settembre, negoziati a Ginevra erano falliti a causa dell'assenza della delegazione Houthi, che aveva accusato la Coalizione araba di non aver fornito le necessarie garanzie per assicurare l'incolumità dei membri della rappresentanza. 


La mossa

Nei giorni scorsi, intanto, la Camera dei rappresentanti americana ha approvato - con un voto bipartisan - una mozione per porre fine al supporto degli Stati Uniti alla campagna militare dei sauditi nello Yemen. Si tratta di una presa di posizione sul caso legato all'omicidio del giornalista Jamal Kashoggi. Sia il capo del Pentagono, James Mattis, e sia il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo avevano esortato a non rompere l'alleanza con l'Arabia Saudita indicando che non ci sono prove schiaccianti sul fatto che sia stato il principe coronato Mohammed bin Salman il mandante dell'omicidio. Le conclusioni della Cia sono invece che dietro l'assassinio di Khashoggi vi sia proprio il principe. La risoluzione  impone a Trump di ritirare le truppe Usa nello Yemen entro 30 giorni a meno che non siano impegnate a combattere contro al Qaeda. Una simile risoluzione era stata bocciata lo scorso marzo. 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Sea Watch
MIGRANTI

Il comandante della Sea Watch ai pm: "Rifarei tutto"

Arturo Centore, interrogato alla Procura di Agrigento, si sarebbe assunto la piena responsabilità di quanto accaduto
Migranti
GOVERNO

Sicurezza bis, via il riferimento al soccorso dei migranti

Nuova bozza che punta a risolvere le criticità palesate dal Colle. Il Viminale: "Ora l'approvazione"
Manifesto con il volto di Stefano Cucchi
IL PROCESSO

Cucchi, Arma e Difesa chiedono di essere parte civile

Il gip Antonella Minunni si è riservata di decidere. Ilaria Cucchi: "Una cosa senza precedenti"
Van der Bellen e Kurz
AUSTRIA

Governo: c'è l'ok di Van der Bellen ai tecnici

Nelle prossime ore Kurz dovrebbe presentare la lista dei nuovi ministri
Incendio doloso alla sede della municipale di Mirandola (MO)
MIRANDOLA

Rogo nella sede dei vigili: due morti. Arrestato un uomo

Le fiamme di origine dolosa: fermato un nordafricano. Salvini: "Azzerare immigrazione clandestina"
Niki Lauda
F1

Lauda, il pilota che capiva la macchina

Un campione discreto, con l'orecchio assoluto per l'automobile