MERCOLEDÌ 29 MAGGIO 2019, 09:33, IN TERRIS


BATTAGLIA INFORMATICA

Huawei inizia la causa contro gli Stati Uniti

Il colosso cinese fa leva sulla presunta incostituzionalità della legge

GIUSEPPE CHINA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
E'

soltanto l'ultimo atto di una guerra che si preannuncia lunghissima. La società cinese Huawei fa causa agli Stati Uniti, chiedendo proprio ad un tribunaale statunitense di ritenere incostituzionale il diviento imposto dall'amministrazione Trump di comprare le sue apparecchiature. Il blocco imposto dal governo americano è stato dallo stesso giustificato con motivi di sicurezza. Dato che i servizi segreti ritengono che il colosso delle telecomunicazioni sia legato al governo di Pechino.  


L'avvio del procedimento legale

Huawei ha presentato alla Corte Distrettuale Est del Texas una mozione che mette in discussione la costituzionalità di una sezione del National Defense Authorization Act (Ndaa), l'atto che è stato convertito in legge l'estate scorsa e che appunto vieta alle agenzie governative statunitensi e ai loro contractor di utilizzare apparecchiature di tlc di Huawei e della sua rivale Zte. "Il governo degli Stati Uniti non ha fornito alcuna prova - ha detto il responsabile dell'ufficio legale dell'azienda asiatica - "che Huawei costituisca una minaccia per la sicurezza". Dunque per Song Liuping ad oggi esistono solo "supposizioni". L'avvocato ha fatto capire che il vero obiettivo degli Stati Uniti è cacciare la sua azienda dal mercato stelle e strisce. 


Si danneggiano i consumatori

"Questo approccio di utilizzare la legislazione invece delle sentenze - ha aggiunto Song Liuping - è un atto tirannico ed è esplicitamente vietato dalla Costituzione americana". Ma non solo, perché "crea un precedente pericoloso che danneggerà miliardi di consumatori". D'altronde i numeri sono impressionanti: rischiano i clienti di 170 Paesi e oltre 3 miliardi di consumatori in tutto il mondo. 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Giovani universitari - foto di repertorio
ROMA

A scuola di politica nella diocesi del Papa

Da giovedì a sabato la “Summer School” del Vicariato di Roma. La “lectio magistralis” sarà...
TUTELA MINORI

Ostia: foto a bimbi in costume, arrestati

Nei confronti dei due indagati sono stati disposti ulteriori accertamenti
Maria Antonietta Rositani e l'ex marito
BARI

Si aggravano le condizioni di Maria Antonietta Rositani

La donna, bruciata dall'ex marito mesi fa, è stata operata d'urgenza all'intestino
CLIMA

Meteo: caldo in ripresa al Centro-Sud

Le ultime analisi degli esperti fanno temere anche temperature sopra la media
Saracinesche abbassate
CONFESERCENTI

Commercio in tilt: chiudono 14 negozi al giorno

Una "emorragia che ha bruciato almeno 3 miliardi di euro di investimenti delle imprese"
Vittima di sparatoria in Messico
MESSICO

Sparatoria in un bar di Acapulco: 5 morti

Anche 6 feriti, le vittime sarebbero tutte persone del luogo
I soccorsi
ALPINISMO

Recuperato l'alpinista piemontese ferito in Pakistan

"Francesco Cassardo è sull'elicottero verso Skardu" ha detto il compagno di cordata

Cosa sta accadendo alla Deutsche Bank?

C'era una volta la banca. Qualcuno inizierebbe così la narrazione di quello che è successo al...
Sacerdoti africani si preparano a una funzione liturgica a Glasgow, in Scozia
MISSIONE VANGELO

Il lato cattolico d'Africa

In occasione dei 50 anni del Secam, il punto su un Continente con la popolazione cattolica in più rapida crescita
Un incendio esteso nello Stato di Alberta, Canada
OCCHIO SULL'ARTICO

In fiamme l’ex regno dei ghiacci perenni

Il Circolo Polare brucia, oltre 100 incendi da giugno