MARTEDÌ 28 LUGLIO 2015, 003:00, IN TERRIS

GUANTANAMO DEL CARCERE, I DETENUTI DI GUANTANAMO NON LI VUOLE NESSUNO

Mentre il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, dichiara che il piano sia alle fasi finali, il portavoce presidenziale per lì'antiterrorismo ha ichiarato che i repubblicani non sono favorevoli al trasferimento dei prigionieri sul suolo statutnitense

AUTORE OSPITE
GUANTANAMO DEL CARCERE, I DETENUTI DI GUANTANAMO NON LI VUOLE NESSUNO
GUANTANAMO DEL CARCERE, I DETENUTI DI GUANTANAMO NON LI VUOLE NESSUNO
IL 22 gennaio 2009, il presidente Barack Obama firmò gli ordini esecutivi per chiudere ciò che resta della rete di prigioni non accessibili, tra cui il campo di detenzione di Guantanamo, entro un anno. Dopo "solo" sei anni e sei mesi, dall'insediamento di Obama alla Casa Bianca, sia finalmente entrato nelle fasi finali. Ma se da un lato Josh Earnest, il portavoce della White House, annuncia che ormai si sia entrati "nelle fasi finali", dall'altro, i repubblicani - che ora sono la maggioranza - continuano ad opporsi alla chiusura della prigione di massima sicurezza.

All'interno di Guantanamo ci sono 116 detenuti. Per 52 di loro, la maggior parte yemeniti che non possono essere rimpatriati a causa della complicata situazione nel loro Paese di origine, sono in corso dei colloqui con altri Stati per vagliare l'opzione del trasferimento, sempre se le condizioni di sicurezza lo permetteranno.

Gli altri 64, troppo pericolosi per essere rilasciati, dovrebbero essere trasferiti in prigioni di massima sicurezza su suolo statunitense. Ma proprio oggi il consigliere presidenziale per l'antiterrorismo, Lisa Monaco, ha dichiarato che la maggioranza repubblicana al Congresso non è favorevole a questa ipotesi.

Nel 1903 la Repubblica cubana concesse l'area in cui sorge il carcere di Guantanamo agli Stati Uniti, da dove, durante la Guerra fredda gli Usa hanno coordinato tutte le loro operazioni nei Caraibi, nell'America Centrale e Meridionale. Durante l'amministrazione Bush, in seguito all'attentato alle Torri gemelle, Guantanamo divenne il luogo di reclusione di tutti i prigionieri legati ad Al Qaeda o comunque legati al terrorismo.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano