GIOVEDÌ 07 MARZO 2019, 18:16, IN TERRIS


VENEZUELA

Guaidò incontra l'ambasciatore espulso

Colloquio in Parlamento. Il leader dell'opposizione: "Rifiutiamo le minacce del regime"

ALBERTO TUNO
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Juan Guaidò
Juan Guaidò
L'

autoproclamato presidente a interim del Venezuela, Juan Guaidò, ha ricevuto in Parlamento l'ambasciatore tedesco Daniel Kriener, a neanche 24 ore dall'annuncio della sua espulsione da parte del governo di Nicolas Maduro. "Riceviamo in Parlamento l'ambasciatore Daniel Kriener, al quale ribadiamo il nostro rifiuto delle minacce del regime usurpatore", ha scritto su Twitter. 


La vicenda

Intanto "resta pienamente funzionante l'ambasciata tedesca di Caracas, sotto l'autorità dell'incaricato d'affari Daniela Vogl", ha aggiunto il leader dell'Assemblea nazionale, riconosciuto come capo di Stato ad interim da una cinquantina di Paesi, tra cui gli Stati Uniti e molti governi europei. Guaidò ha ieri condannato con forza l'ordine di espulsione del diplomatico tedesco, dichiarato "persona non gradita" dopo aver accolto all'aeroporto di Caracas il presidente ad interim, insieme ad altri rappresentanti diplomatici, al suo rientro da un viaggio in vari Paesi latinoamericani. A Kriener sono state 48 ore di tempo per lasciare il Venezuela. Decisione definita "incomprensibile" dal ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas, che ha ribadito che il sostegno della Germania a Guaidò "rimane intatto".


Lo scontro

Maduro non "perdona chi vuole aiutare il Venezuela", ha dichiarato ieri Guaidò, ricordando che la Germania è uno dei Paesi che hanno contribuito agli aiuti umanitari richiesti dalla opposizione venezuelana alla carenza di medicinali. Secondo il presidente ad interim, l'attuale regime "non ha alcuna autorità" per dichiarare chicchessia una "persona non gradita". In Parlamento i deputati dell'opposizione hanno espresso apprezzamento per il ruolo della Germania nella crisi venezuelana. Il governo Maduro, invece, aveva definito "inaccettabile" la scelta di campo di Kriener, che a detta del ministero degli Esteri di Caracas avrebbe "esercitato un ruolo da attore politico più che da diplomatico". 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Teste di cuoio
LOURDES

L'ex militare si arrende alla polizia

L'unica ferita è l'ex compagna dell'uomo: raggiunta da un colpo di arma da fuoco
L'Ilva di Taranto
ILVA

Si dimettono i commissari straordinari

Lettera recapitata al Mise. Di Maio: "Grazie per il lavoro svolto, inizia fase due"
Luigi Di Maio
25 APRILE

Di Maio attacca: "Chi lo nega era anche a Verona"

Il vicepremier critico: "Coloro che negano la festa della Liberazione passeggiavano con gli antiabortisti"
Simbolo Eurostat
COMUNITÀ EUROPEA

Eurostat: debito in crescita nel 2018

Il deficit è invece sceso al 2,1%, dal 2,4% del 2017
Armando Siri
IL CASO

Siri, Salvini: "Giudici facciano in fretta"

Il vicepremier: "Si è colpevoli solo con condanna". Morra: "Intollerabile presenza nel governo"
Coltello
ROMA

Gli vede il crocifisso al collo, tenta di sgozzarlo

Il fatto alla vigilia di Pasqua vicino la stazione Termini. Marocchino l'aggressore