MERCOLEDÌ 29 LUGLIO 2015, 18:30, IN TERRIS

GRECIA, "PIANO B" DI VAROUFAKIS: PER LUI TERZA CAUSA IN DUE GIORNI. L'EX MINISTRO: "TSAKALOS SAPEVA"

In un'intervista a "Stern" ha dichiarato che durante le trattative con la Grecia, i ministri dell'eurogruppo hanno condotto una guerra senza mezzi pesanti, ma con le banche

AUTORE OSPITE
GRECIA,
GRECIA, "PIANO B" DI VAROUFAKIS: PER LUI TERZA CAUSA IN DUE GIORNI. L'EX MINISTRO: "TSAKALOS SAPEVA"
Non finiscono i guai per Yanis Varoufakis. Questa mattina il procuratore della Corte Suprema ellenica, Efterpi Koutzamani, ha inviato ufficialmente al Parlamento una nuova causa - la terza in due giorni - intentata nei confronti dell'ex ministro delle Finanze per il suo coinvolgimento con altre persone nel cosiddetto "piano B" per l'uscita della Grecia dall'Eurozona reso noto nei giorni scorsi. Nella citazione odierna arrivata al Parlamento, come riferisce Protothema online, si accusa Varoufakis di violazione dei dati personali dei cittadini, un reato che prevede una pena sino a 20 anni di reclusione. L'Assemblea dei deputati annuncerà ufficialmente domani le azioni legali intentate nei confronti dell'ex ministro. I legislatori saranno in seguito chiamati ad esaminare le accuse per quindi chiedere le raccomandazioni di una commissione esaminatrice o un'inchiesta sulle attività di Varoufakis per decidere se revocargli l'immunità e consentire così che sia sottoposto a processo.

E mentre su di lui continuano a piovere nuove cause e nuove accuse, tra cui quella di alto tradimento, Varoufakis ha rilasciato un'intervista al settimanale tedesco Stern dove dichiara che i negoziati tra la Grecia e l'Eurogruppo sono stati "una guerra finanziaria" vinta dai ministri dell'Eurozona non con i mezzi blindati ma con le banche. L'intervista sarà pubblicata domani, ma nella giornata di oggi ne sono stati pubblicati alcuni stralci.

"E' stata una guerra finanziaria. Oggi non è necessario avere veicoli blindati per sconfiggere qualcuno. Hanno le loro banche", ha dichiarato l'ex ministro. Secondo Varoufakis le condizioni a cui la Grecia deve sottostare per ricevere assistenza finanziarai sono l'attacco più grave alla democrazia dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Ad Atene, ha spiegato, "da gennaio c'era in piedi un gabinetto di guerra, cinque o sei persone che si occupavano di una possibile 'Grexit' e insieme consideravamo tutti i possibili scenari". Varoufakis ha ribadito di aver considerato l'ipotesi di una valuta parallela per aumentare il potere negoziale del governo greco. "Questo è un problema a cui ho dedicato tutta la mia carriera accademica", ha dichiarato Varoufakis.

Inoltre mentre la Corte Suprema sta valutando, dopo la denuncia di un sindaco di una piccola cittadina e di un avvocato, la possibilità di incriminare l'ex ministro delle finanze per alto tradimento, Varoufakis difende la validità del suo "Piano B", semplicemente inteso ad affrontare il cronico problema della mancanza della liquidità greca. Un sistema di pagamento parallelo, il progetto a cui lavorava in segreto durante i mesi in cui è stato al governo, sarebbe dovuto entrare in funzione in caso del crollo del sistema bancario e di un'eventuale Grexit. In più, l'ex ministro difende la legalità e la legittimità del suo operato e sostiene di aver comunicato il suo progetto al suo successore.

"Quando ho trasferito la guida del ministero al mio amico Euclid Tsakalos, il 6 luglio, ho presentato un resoconto completo di progetto, priorità e risultati di cinque mesi al governo. - ha spiegato Varoufakis - E il nuovo sistema di pagamento ideato era parte della presentazione, ma allora nessuno della stampa notò nulla".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Luigi Di Maio
FESTIVITÀ

Negozi chiusi a Natale,
Di Maio: "Famiglie più felici"

Il candidato premier torna sulla proposta di legge di Dell'Orco: "Tutti hanno diritto al riposo"
Incendio alla Grenfell Tower di Londra
INCENDIO ALLA GRENFELL TOWER

Al via inchiesta a 6 mesi dalla strage

Il 14 giugno, 71 persone sono morte nel rogo divampato nell'edificio popolare di 24 piani
Uno scatto della mostra
FOTOGRAFIA

Il Salento di inizio '900 negli scatti di Palumbo

Al Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari di Roma la mostra "Visioni del Sud"
Incendi in California
INCENDI IN CALIFORNIA

In fiamme un'area più grande di New York

L'incendio, ormai esteso per circa 700 chilometri quadrati, è divampato lo scorso 4 dicembre
L'intervento dei Vigili del Fuoco al Port Authority Bus Terminal di New York
VIDEO

Il momento dell'esplosione al Port Authority di New York

Le immagini della deflagrazione riprese dalle telecamere di sicurezza del tunnel
Minore sul web
PEDOPORNOGRAFIA

Il 53% delle vittime ha 10 anni o meno

L'allarme è contenuto nell'ultimo rapporto dell'Unicef su web e minori
Le urne del sorteggio di Champions League
CHAMPIONS LEAGUE

Agli ottavi sarà Juve-Tottenham e Shakhtar-Roma

Real Madrid vs Paris Saint Germain e Chelsea vs Barcellona i big match
Incidente stradale a Lecce
OMICIDIO STRADALE

Ubriaco al volante travolge uno scooter: un morto

Il conducente della Bmw 320 è un 35enne di nazionalità bulgara