MERCOLEDÌ 27 MAGGIO 2015, 17:10, IN TERRIS

GAZA, HAMAS E' ACCUSATO DI CRIMINI DI GUERRA CONTRO I CIVILI PALESTINESI

La denuncia arriva da Amnesty International secondo la quale nei 50 giorni di conflitto con Israele, il Movimento islamista di resistenza si è reso responsabile di torture, sequestri e uccisioni

AUTORE OSPITE
GAZA, HAMAS E' ACCUSATO DI CRIMINI DI GUERRA CONTRO I CIVILI PALESTINESI
GAZA, HAMAS E' ACCUSATO DI CRIMINI DI GUERRA CONTRO I CIVILI PALESTINESI
Una pesante accusa quella che Amnesty International ha rivolto ad Hamas, affermando che nei 50 giorni di conflitto contro Israele, nel 2014, il Movimento di resistenza islamico ha approfittato dell'occasione per "regolare i conti" con i palestinesi e si è reso responsabile, secondo l'ong, di veri e propri crimini di guerra: sequestri, torture e omicidi extragiudiziali ai quali si aggiunge l'accusa di collaborazionismo con Israele.

Nel rapporto diffuso oggi, vengono documentate ''esecuzioni extragiudiziarie di almeno 23 palestinesi e l'arresto e la tortura di decine di altri''.  Philip Luther, direttore di Amnesty per il Medio Oriente e il Nord Africa, ha spiegato che è "assolutamente terribile il fatto che mentre le forze di Israele uccidevano in massa e distruggevano a spese della popolazione di Gaza, le forze di Hamas hanno colto l'opportunità di regolare spietatamente i conti mettendo in atto una serie di uccisioni fuorilegge e altri gravi abusi''. In totale si contano circa 2.200 palestinesi uccisi durante i 50 giorni di conflitto con Israele della scorsa estate, mentre sono stati 73 le vittime da parte israeliana.

Le indagini di Amnesty International parlano inoltre di "torture ai membri e sostenitori di al-Fatah", il principale rivale politico di Gaza e agli ex membri delle forze della sicurezza dell'Anp. Chiunque fosse percepito come un avversario politico finiva nel mirino di Hamas. Quest'ultimo e l'organizzazione politica al Fatah avevano firmato un accordo di riconciliazione nel 2014 che non si è mai realmente concretizzato, infatti ancora oggi non cessa di manifestarsi il confronto tra il movimento islamista che ha il controllo dell'enclave costiera e quello nazionalista al governo in Cisgiordania.

 

 

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana
Calcio, Italia vs Spagna
MONDIALI RUSSIA 2018

Fuori la Spagna, dentro l'Italia

Per la Fifa le ingerenze del governo spagnolo possono essere sanzionate con l'esclusione della Roja dalla fase finale del...
Shopping natalizio per le vie di Milano
NATALE | COLDIRETTI

Il 39% degli italiani spenderà la tredicesima in regali

Ogni famiglia spenderà in media 528 euro tra cibo, viaggi e divertimento
Turista al Colosseo
MIBACT

Al via Passeggiate Fotografiche Romane

Dal 15 al 17 dicembre lungo 5 percorsi capitolini