GIOVEDÌ 02 MARZO 2017, 17:20, IN TERRIS

Francia, i medici chiedono l'eutanasia per una bimba di 15 mesi

MANUELA PETRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Francia, i medici chiedono l'eutanasia per una bimba di 15 mesi
Francia, i medici chiedono l'eutanasia per una bimba di 15 mesi
Il Consiglio di Stato di Parigi, la più alta istanza della giurisdizione amministrativa nell'ordinamento francese, è chiamato oggi a decidere sulla situazione della piccola Marwa Bouchenafa, una bimba di 15 mesi mantenuta in vita artificialmente in un ospedale di Marsiglia, dove è ricoverata dallo scorso 25 settembre dopo aver contratto un raro enterovirus che le ha causato danni neurologici che i medici hanno descritto come "gravi e definitivi".

I medici: "Staccate la spina"


Per il personale medico la situazione di Marwa è irreversibile e sostengono che non ci sia nulla da fare. Per questo vorrebbero "staccare la spina" dei macchinari che la tengono in vita. Ma a lottare accanto alla piccola ci sono i suoi genitori che si sono opposti fin da subito all'ipotesi di lasciar morire la loro bambina. "Non perdiamo la speranza", ripetono da mesi. Per salvare Marwa dalla morte si sono rivolti al Tribunale amministrativo di Marsiglia, che ha dato loro ragione. Però il personale medico ha deciso di portare il caso davanti al Consiglio di Stato di Parigi, parlando di una "irragionevole ostinazione" dei genitori della piccola. Secondo il parere dei dottori, Marwa ha subito danni irreversibili al cervello, sarà per sempre costretta a letto e per vivere dovrà essere costantemente attaccata a dei respiratori e ai sondini per alimentarsi.

#jamaissansmarwa


I genitori di Marwa, Mohamed e Anissa Bouchenafa, non si rassegnano al parere dei medici e, nei mesi scorsi, hanno anche diffuso alcuni video dove si vede che la piccola è sveglia. Inoltre la famiglia algerina creò una petizione online per chiedere l'estensione delle cure per la loro figlia. L'appello lanciato sulla pagina Facebook Jamais sans Marwa, raccolse più di 70 mila firme.

Solidarietà dal web e non solo


Per aiutare la famiglia algerina a sostenere le spese legali è stata anche fatta una raccolta fondi dalla quale sono arrivati 8 mila euro. Inoltre, durante la finale di Coppa di Francia tra Marsiglia e As Monaco, i tifosi del Marsiglia hanno esposto uno striscione dove campeggiavano due grandi cuori e la scritta "Jamais sans Marwa". La pagina Facebook al momento ha superato i 93 mila iscritti, mentre sulla piattaforma change.org, la petizione lanciata dai genitori per impedire ai medici di staccare il respiratore, ha superato le 243 mila firme.

La storia di Marwa


Marwa, lo scorso settembre, ha contratto una rara forma di un enterovirus che le ha causato gravi danni neurologici. Vive grazie alla respirazione artificiale ed alimentata grazie ad un sondino. Gli esperti dell'ospedale di Marsiglia affermano che è impossibile capire se soffra o meno, che le sue condizioni sono irreversibili e che anche il funzionamento del cervello è stato compromesso. Per loro mantenerla in vita significherebbe accontentare solo "l'irragionevole ostinazione" dei genitori. Per dimostrare che i medici sono in torto, la famiglia algerina ha pubblicato diverse foto e video che ritraggono la piccola nel suo letto d'ospedale. In un filmato dello scorso 22 febbraio, si vede Marwa rispondere agli stimoli vocali delle madre e mentre fa "l'occhiolino al padre".
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
BRESCIA

Due ciclisti travolti e uccisi da un'auto

Nel milanese lo scontro tra una Opel e un autobus ha provocato tre feriti
I famosi
BARI

Traffico di falsi di Nino Caffè: 43 a giudizio

Sequestrate 21 opere attribuite falsamente al maestro e poi vendute come originali in internet
La I° edizione del Premio
APPUNTAMENTI IN CALENDARIO

Premi e rassegne del Natale solidale

Dal progetto etico "Con il sole sul viso" ai Comuni che per le feste natalizie puntano sul volontariato: l'impegno...
Sergio Mattarella riceve la Lampada della Pace
ASSISI | PERUGIA

Mattarella riceve la Lampada della Pace di San Francesco

"E' un riconoscimento all'Italia: promuoviamo la pace dove non c'è in ogni parte del mondo"
I detriti provocati dalla tromba d'aria
LAURIA | POTENZA

Operata la ragazza investita da una tromba d'aria

La giovane è gravissima: era stata colpita dai detriti del tetto della palestra divelto dal vento
Banca popolare di Bari
GOVERNO

Popolare di Bari, scontro in maggioranza sul salvataggio

L'istituto bancario è stato commissariato da Bankitalia, il Cdm non trova l'accordo per il decreto...
Alcune donne-magistrato riunite per una due giorni alla Pontificia Accademia delle Scienze, Città del Vaticano - Foto © Vatican Media
AFRICA

In Vaticano le donne magistrato contro la tratta

La due giorni organizzata dalla Pontificia Accademia delle Scienze. Il plauso dell'Onu
SANITÀ

Il primo ospedale a misura di donna

Esordio a Milano della struttura "rosa" ispirata al Brigham and Women Hospital di Boston
Benny Gantz e Benyamin Netanyahu

Israele, l'impasse della sfida fra destre

Giuseppe Dentice (Ispi) a Interris.it: "Tra Gantz e Netanyahu è un duello sugli atteggiamenti, non sui...
ANNIVERSARIO

Bergoglio, 50 anni al servizio degli ultimi

Il 13 dicembre 1969 l’ordinazione del sacerdote che mezzo secolo dopo metterà al centro della Chiesa le periferie...
Il moto solare
ASTRONOMIA

Il 13 dicembre è davvero il giorno più breve dell'anno?

Il "misunderstanding" spiegato da Paolo Volpini, dell'Unione Astrofili Italiani
CATANIA

Madre tenta di uccidere il figlio. La badante lo salva

Il giovane è un ventenne disabile. La donna gli ha fatto ingerire un flacone di sedativo