LUNEDÌ 13 LUGLIO 2015, 16:01, IN TERRIS

EMIRATI ARABI: GIUSTIZIATA LA DONNA CHE AVEVA UCCISO UN'INSEGNANTE AMERICANA

La donna era accusata anche di tentato omicidio e di diffondere l'ideologia violenta e militante della jihad

AUTORE OSPITE
EMIRATI ARABI: GIUSTIZIATA LA DONNA CHE AVEVA UCCISO UN'INSEGNANTE AMERICANA
EMIRATI ARABI: GIUSTIZIATA LA DONNA CHE AVEVA UCCISO UN'INSEGNANTE AMERICANA
È stata giustiziata questa mattina all’alba, negli Emirati Arabi, Alaa Bader al Ashemi. La donna era accusata di aver ucciso un’insegnate americana lo scorso primo dicembre in un centro commerciale di Abu Dhabi. Sembra che alla base dell’omicidio della 47enne Ibolya Ryan, madre di 3 figli, ci sia stata un’intenzione jihadista e quindi la donna doveva essere eliminata per la sua nazionalità e perché considerata un’infedele. Al Ashemi è dunque condannata per aver colpito l’insegnante con numerose coltellate, ma anche di aver mandato finanziamenti ad Al-Qaeda in Yemen e per il tentato omicidio di un medico americano – con un ordigno esplosivo - in un appartamento di Abu Dhabi.

La condanna a morte era stata emessa il mese scorso dal Tribunale federale del Paesi, e oggi è stato dato il via libera da parte del presidente Khalifa bin Zayed al-Nahyan. La trentenne ha comunicato al tribunale di soffrire di allucinazioni, ha richiesto il sostegno dello psicologo perché da piccola sarebbe stata posseduta da un demonio, ma una visita medica ha dimostrato che era mentalmente stabile quando ha effettuato i crimini.

Al-Ashemi – madre di sei figli – è anche accusata di aver creato un account sui social per diffondere l’ideologia violenta e militante della jihad, con l’intenzione di minare il governo degli Emirati Arabi. Secondo un rapporto di Al Arabiya, i funzionari hanno arrestato al Hashemi durante un raid a casa sua tre giorni dopo l’omicidio, grazie all’aiuto dei filmati.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Incendio in una fabbrica in India
INCIDENTI SUL LAVORO IN INDIA

Mumbai, rogo in una fabbrica di dolci: 12 morti

Il calore sprigionato dal rogo ha causato un rapido cedimento di parte della struttura
Pier Carlo Padoan
CASO BANCHE

Padoan: "Mai autorizzati colloqui dei ministri"

Il titolare del Mef: "Sugli istituti di credito la responsabilità è di via XX Settembre"
Luigi Di Maio
ELEZIONI

Di Maio apre alle alleanze

Il candidato premier M5s non esclude coalizioni: "Il 40% o governiamo con chi ci sta"
Marco Orsi e Luca Dotto
NUOTO | EUROPEI

Dotto, Orsi, Sabbioni: a Copenaghen brillano le stelle azzure

L'Italia vince la classifica per nazioni del torneo continentale di vasca corta con 959 punti
I due presunti assassini: Raffaele Rullo e Antonietta Biancaniello
OMICIDIO LA ROSA

Il presunto killer: "Non sono stato io"

La madre ha dichiarato di aver fatto tutto da sola
Jacqueline de la Baume Dürrbach, Il cartone del Guernica esposto in Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Roma
PICASSO

In mostra "Guernica icona di pace"

Alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani dal 18 dicembre al 5 gennaio 2018