MARTEDÌ 14 GIUGNO 2016, 11:57, IN TERRIS

ELEZIONI IN SPAGNA: NEL PRIMO DIBATTITO TV TUTTI CONTRO RAJOY

Come era stato previsto da diversi analisti, contro il leader popolare si sono rivolti gli attacchi più duri e le critiche del Psoe Pedro Sanchez, di Pablo Iglesias di Podemos e di Albert Rivera di Ciudadanos

AUTORE OSPITE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
ELEZIONI IN SPAGNA: NEL PRIMO DIBATTITO TV TUTTI CONTRO RAJOY
ELEZIONI IN SPAGNA: NEL PRIMO DIBATTITO TV TUTTI CONTRO RAJOY
E' entrata nel vivo la compagna elettorale spagnola in vista delle elezioni del prossimo 26 giugno. Nella serata di ieri i quattro candidati che aspirano a ricoprire la carica di Premier si sono confrontati in un dibattito televisivo in vista delle politiche anticipate. Per la prima volta dalla fine del bipolarismo, l'attuale premier Mariano Rajoy ha partecipato al dibattito andato in onda fino a tarda notte a reti unificate.

Tutti contro tutti, ma soprattutto contro Rajoy. Come era stato previsto da diversi analisti, contro il leader popolare si sono rivolti gli attacchi più duri e le critiche del Psoe Pedro Sanchez, di Pablo Iglesias di Podemos e di Albert Rivera di Ciudadanos. Ci sono stati anche scambi critici fra Rivera e Iglesias e fra il leader socialista e il segretario di Podemos. Sanchez e Rivera hanno invece evitato di graffiarsi. Sanchez ha rimproverato sistematicamente a Iglesias di avere votato "con il signor Rajoy" contro la sua investitura a premier nel marzo scorso. Il leader di Podemos ha replicato a bassa voce mentre il leader socialista parlava, "sbagli nemico, l'avversario è Rajoy".

La tensione è salita quando i quattro leader hanno parlato della piaga endemica della corruzione nel paese. Rivera, Sanchez e Iglesias hanno attaccato il Pp, cui diversi esponenti sono indagati per presunte malversazioni. Rajoy ha replicato ricordando che due ex-presidenti del Psoe sono stati a loro volta rinviati a giudizio per lo scandalo degli Ere in Andalusia. Il premier uscente ha anche criticato gli avversari che "parlano di risolvere i problemi per magia, mentre governare è molto difficile", sottolineando cosi l'inesperienza dei rivali. Il dibattito è stato definito "storico" dalla stampa spagnola. E' il primo fra quattro candidati premier dalla fine del franchismo, e non come finora fra i leader di Pp e Psoe, i due partiti che hanno governato in alternanza la Spagna negli ultimi 40 anni. Attaccato sul giro di vite imposto durante la legislatura 2011-2015 per fare uscire il paese dalla crisi Rajoy ha ricordato anche di avere preso il paese "sul bordo del fallimento" dal predecessore socialista José Luis Zapatero e che oggi la Spagna è lo stato che più cresce in Europa.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
SFRUTTAMENTO LAVORATIVO

Approvato il primo piano nazionale contro il caporalato

Dieci le azioni prioritarie del piano, tra cui anche assistenza, protezione e reinserimento socio-lavorativo delle vittime
In primo piano, la cosiddetta
ITALIA

Scampia, inizia la demolizione della Vela: "Non siamo solo Gomorra"

Il plauso del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: "Una nuova periferia è possibile"
UDIENZA PONTIFICIA

"Etica ecologica contro l'egolatria"

Papa Francesco traccia le prospettive dell'educazione cattolica nel terzo millennio globalizzato
Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi
POLITICA

Il piano di Renzi per l'Italia. Presto l'incontro con Conte

Il leader di Iv pensa a come rilanciare il Paese. Timore per una destabilizzazione del governo
Panetto di cocaina
OPERAZIONE ANTIDROGA

Roma: sequestrata cocaina per un valore di 35mila euro

Cinque arresti, il commento del capitano Passaquieti della Compagnia di Frascati
Il bacio dell'uomo disabile a Papa Francesco - Foto © Andrew Medichini per AP
GESTI DI MISERICORDIA

Quel bacio al Papa che ha commosso il mondo

Ieri in udienza il Pontefice ha ricevuto un "regalo" inaspettato
MEDIO ORIENTE

In soccorso del Libano sull'orlo della bancarotta

Beirut chiede aiuto al Fondo Monetario internazionale. La drammatica situazione economica e finanziaria del Paese con più...
Il cantiere navale di Taranto
TARANTO

Tangenti per appalti della Marina Militare: 12 arresti

Il totale degli importi relativi alle gare veniva equamente diviso fra gli indagati
Rifugiati siriani in un punto di raccolta degli approvvigionamenti - Foto © The New York Times
EMERGENZA UMANITARIA

In Siria i profughi stanno vivendo la fine del mondo

Da dicembre in 900mila hanno lasciato le case per i bombardamenti. Procedono i negoziati
SOLIDARIETÀ

Pet therapy per l'oncologia pediatrica

Sulla Collina degli Elfi, in provincia di Cuneo, gli animali regalano un sorriso ai bambini malati di tumore. Ora una raccolta...
Il luogo della deflagrazione
CATANIA

Bomba davanti a un distributore, morto il ladro

Il giovane, non identificato, era assieme a un complice che è fuggito
EMERGENZA RAZZISMO

"La strage xenofoba di Hanau nasce dall'ignoranza della storia e dall'odio"

Intervista a Interris.it del vescovo Enrico dal Covolo, Assessore del Pontificio Comitato di Scienze Storiche
Il luogo della strage
GERMANIA

Strage di Hanau: 11 morti. Il cordoglio della Merkel

Il killer è un estremista di destra, Tobias R: "Alcuni popoli vanno annientati". Uccisa anche la madre
La disinfezione delle strade
CORONAVIRUS

Cina: "Gli sforzi per il controllo dell'epidemia stanno funzionando"

Morti due passeggeri della Diamond Princess. Scoperta "l'untrice" della Corea del Sud
Prostituzione minorile
AUDIZIONE

Roma: 31 procedimenti per prostituzione minorile

La pm Monteleone: "In aumeno i reati di pedopornografia e molestie sessuali"
Sandra Sabatini
RIMINI

Il 14 giugno la beatificazione di Sandra Sabattini

Alla Fiera di Rimini per ospitare tutti i membri della Comunità Papa Giovanni XXIII