DOMENICA 20 SETTEMBRE 2015, 10:00, IN TERRIS

ELEZIONI IN GRECIA: TSIPRAS CERCA IL BIS, I NEO DEMOCRATICI L'USCITA DALL'EURO

Syriza in leggero vantaggio nei sondaggi sullo schieramento di destra Nea Dimokratia

MILENA CASTIGLI
ELEZIONI IN GRECIA: TSIPRAS CERCA IL BIS, I NEO DEMOCRATICI L'USCITA DALL'EURO
ELEZIONI IN GRECIA: TSIPRAS CERCA IL BIS, I NEO DEMOCRATICI L'USCITA DALL'EURO
Sono 19 i partiti e le coalizioni in lizza per le elezioni politiche di oggi in Grecia. Urne aperte da questa mattina per i 9,8 milioni di greci aventi diritto, chiamati al voto per la quinta volta in soli sei anni in seguito alle dimissioni del primo ministro Alexis Tsipras - leader della “Coalizione della Sinistra Radicale Syriza” - lo scorso 20 agosto. A meno di un anno di distanza dalla strica vittoria, gli scenari geo politici sono profondamente mutati e la vittoria di Tsipras, alla ricerca del consenso popolare per la seconda volta consecutiva, non può essere data per certa. I sondaggi delle ultima ore danno Syriza in leggero vantaggio rispetto alla formazione di destra “Neo Democrazia” - Nea Dimokratia (ND) - Partito di centrodestra conservatore guidato da Vangelis Meimarakis e favorevole per l’uscita dall’euro e il ritorno della Grecia alla moneta nazionale, la Dracma.

Gli ultimissimi sondaggi vedono Syriza in vantaggio su Nea Dimokratia di pochi punti percentuali. L'università di Salonicco indica Syriza al 31% contro il 28 di ND. Gpo, invece, assegna al partito di Tsipras il 28,5% contro il 26,0% dei conservatori. Nonostante i 19 gruppi, solo alcuni di essi riusciranno a entrare in paramento superando lo sbarramento del 3%. I più probabili, oltre a Syriza e ND, sono “Unità popolare”, partito di sinistra formato da ex di Syriza in rotta con Tsipras, guidato da Panagiotis Lafazanis; “KKE”, il partito comunista greco guidato da Dimitris Koutsoumpas; “Pasok”, i Socialisti di Fofi Gennimatà, che si presentano in alleanza elettorale con i socialdemocratici di Dimar. “To Potami”, i Socialdemocratici/liberali guidati da Stavros Theodorakis; “Greci Indipendenti”, il partito nazionalista guidato da Panos Kammenos; “Unione Dei Centristi” guidato da Vassilis Leventis; infine, “Alba Dorata” il contestato partito di estrema destra capitanato da Nikolaos Michaloliakos. Il suo leader si trova attualmente agli arresti domiciliari, sotto processo con i vertici del partito, con l'accusa di aver costituito un'organizzazione criminale. Questo, però, potrebbe non impedirgli di entrare nel prossimo governo.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Il museo Must di Vimercate
MOSTRA

"Il Segno del '900": da Cezanne a Picasso, da Kandinskij a Fontana

Dal 16 dicembre 2017 all'11 marzo 2018 presso il Museo del territorio di Vimercate (MB)
Lo Sferisterio di Macerata
MACERATA OPERA FESTIVAL

Il Mof si tinge di "verde speranza"

Le opere: Flauto magico, Elisir d'Amore e Traviata degli specchi
Maria Elena Boschi

La solita storia

Gran rumore sulla vicenda di Maria Elena Boschi e del suo ‘interesse’ per la Banca Etruria di cui il suo...
Le chiese copte colpite dagli attentati la Domenica delle Palme
TERRORISMO | EGITTO

Timori per il Natale, alta protezione per le chiese

Il governo ha rafforzato le misure di sicurezza davanti a tutti i siti sensibili senza fare distinzioni