MERCOLEDÌ 01 APRILE 2015, 13:15, IN TERRIS

E' UNA DONNA LA MENTE DELL'ATTACCO AL BARDO DI TUNISI

A coordinare le quattro cellule jihadiste coinvolte nella strage del 18 Marzo, sarebbe la moglie di Maher Gaidi membro di un movimento affiliato ad al Qaeda

AUTORE OSPITE
E' UNA DONNA LA MENTE DELL'ATTACCO AL BARDO DI TUNISI
E' UNA DONNA LA MENTE DELL'ATTACCO AL BARDO DI TUNISI
La mente che ha organizzato e diretto l'attentato al Museo del Bardo di Tunisi, sarebbe una donna. Lo riferisce il settimanale tunisino "Akher Khabr", che ha pubblicato in un articolo alcuni dettagli sull'attacco nel quale sono rimaste uccise 23 persone, tra cui 4 italiani. A confessare sarebbero state le persone arrestate dalla polizia nel blitz antiterrorismo scattato subito dopo quel sanguinoso 18 Marzo.

A coordinare le quattro cellule jihadiste sarebbe la moglie di Maher Gaidi, membro del movimento Oqba ibn Nafaa, affiliato ad al Qaeda nel Maghreb islamico (Aqmi). I due, ancora oggi ricercati dalle autorità tunisine, avrebbero ispezionato più volte il Museo nazionale nei giorni precedenti alla strage per poter preparare l'attentato. La mattina dell'attacco avrebbero trasportato le armi nei pressi del complesso all'interno di un'auto di colore nero.In manette anche un uomo fermato dalla polizia di Tunisi e sospettato di essere coinvolto nell'attentato. Le autorità lo hanno fermato a Sfax, sulla costa orientale del Paese, e al momento dell'arresto si è rivolto agli agenti definendoli ""taghout"cioè miscredenti.

Domenica 29 Marzo intanto per le strade della capitale hanno marciato almeno 30 mila persone, tra cui molti leader politici come François Hollande, che è stato accolto dal capo di Stato tunisino Beji Caid Essebsi con un abbraccio e una calorosa stretta di mano. Matteo Renzi che ha ribadito l'importanza di unire le forze contro il terrorismo: "Combatteremo perché gli ideali di libertà si affermino ovunque" aggiungendo "siamo qui per dire che l’Italia fa parte di una vasta fetta di umanità che crede nel futuro e non lascerà il futuro in mano agli estremisti". Tra la folla moltissimi i giovani che camminavo al grido di "Tunisia libera" sventolando la bandiera rossa del Paese fino al piazzale antistante al Museo del Bardo.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Uno scatto della mostra
FOTOGRAFIA

Il Salento di inizio '900 negli scatti di Palumbo

Al Museo delle Arti e della Tradizioni Popolari di Roma la mostra "Visioni del Sud"
Incendi in California
INCENDI IN CALIFORNIA

In fiamme un'area più grande di New York

L'incendio, ormai esteso per circa 700 chilometri quadrati, è divampato lo scorso 4 dicembre
L'intervento dei Vigili del Fuoco al Port Authority Bus Terminal di New York
VIDEO

Il momento dell'esplosione al Port Authority di New York

Le immagini della deflagrazione riprese dalle telecamere di sicurezza del tunnel
Le urne del sorteggio di Champions League
CHAMPIONS LEAGUE

Agli ottavi sarà Juve-Tottenham e Shakhtar-Roma

Real Madrid vs Paris Saint Germain e Chelsea vs Barcellona i big match
Incidente stradale a Lecce
OMICIDIO STRADALE

Ubriaco al volante travolge uno scooter: un morto

Il conducente della Bmw 320 è un 35enne di nazionalità bulgara
Auto travolge passanti ai Mercatini di Natale di Sondrio
AUTO CONTRO MERCATINO DI NATALE

Sondrio, il conducente è accusato di strage

Il 27enne ha agito sotto l'effetto di alcol e cannabinoidi
La Cattedrale di Londra imbiancata dalla neve
MALTEMPO

Freddo e neve gelano il Nord Europa

Fiocca anche a Milano e Torino. Disagi su tutto l'arco alpino
Matteo Renzi
VERSO IL VOTO

Renzi: "Berlusconi? Niente intese con mr Spread"

L'ex premier: "Silvio fa le stesse promesse del 1994 che non ha mai mantenuto"