SABATO 14 SETTEMBRE 2019, 13:06, IN TERRIS

GOLFO PERSICO

Droni bombardano due giacimenti petroliferi in Arabia Saudita

Colpito il più grande impianto di lavorazione del greggio del paese. I sospetti sui ribelli Houthi dello Yemen

LORENZO CIPOLLA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Uno degli impianti colpiti
Uno degli impianti colpiti
B

rucia il Golfo Persico. Nella notte due droni hanno bombardato e incendiato il principale impianto di lavorazione di petrolio dell'Arabia Saudita gestito dalla compagnia nazionale Saudi Aramco a Buqyak, e un giacimento nel campo di estrazione nella zona del Khurais. I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare molte ore per domare gli incendi causati dagli attacchi. Le autorità saudite hanno comunicato che la situazione è sotto controllo. L'entità dei danni non è ancora nota, né si sa sono ci sono state vittime in quello che è il peggior attacco subito dal paese dal 2015. L'anno dello scoppio della guerra civile in Yemen e dell'intervento militare saudita in favore delle autorità di San'a, avversate dal gruppo armato sciita degli Houthi.


I ribelli

Gli attacchi non sono ancora stati rivendicati, ma i sospetti di Riad si concentrano sulle milizie Houthi. Da anni i ribelli yemeniti, sostenuti dall'Iran nel conflitto che ha condotto il paese in una catastrofica crisi umanitaria, lanciano offensive con lanci di missili e bombardamenti con i droni contro l'Arabia Saudita. Nel mirino, le infrastrutture, le basi militari e le raffinerie del regno di Salman al Saud. Il mese scorso la formazione sciita dello Yemen aveva rivendicato un attacco all'impianto di liquefazione di Shaybah. In realtà esiste una minoranza sciita anche in Arabia Saudita, paese a maggioranza sunnita, che per alcuni anni ha portato avanti attività di guerriglia. Ma il tipo di droni usati negli ultimi attacchi non sarebbe di quelli che hanno in dotazione i ribelli sauditi. Inoltre gli Houthi disporrebbero anche di tecnologie avanzate che gli consentoni di inviare velivoli del tipo UAV-X in grado di spingersi per 1500 chilometri nei territori sauditi e arrivare al confine con gli Emirati Arabi Uniti, un altro paese intervenuto nella guerra civile yemenita.


Gli obiettivi

L'impianto di Buqyak sarebbe, stando a quando detto da Saudi Aramco, il più grande al mondo tra quelli in cui si stabilizza il greggio prima di inviarlo alle raffinerie per la lavorazione finale. Riuscirebbe a produrre fino a sette milioni di barili al giorno. Quello di Khurais, a poco più di 300 chilometri dalla capitale del Regno, arriverebbe a estrarre petrolio per un milione di barili giornalieri e disporrebbe di riserve fino a 20 miliardi

 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Sergio Mattarella a Palazzo Marino con il sindaco di Milano, Beppe Sala
L'ANNIVERSARIO

Piazza Fontana, Mattarella: "Uno strappo lacerante"

Milano ricorda la strage del 1969. Il Capo dello Stato incontra le vedove Pinelli e Calabresi: "Attività depistatoria...
CARITAS

Ristorante Solidale per Natale: ecco il "Piatto Sospeso"

I cibi saranno raddoppiati da Just Eat e donati a comunità e case famiglia bisognose
IL PUNTO POLITICO

Quel che resta dopo il Mes

La maggioranza tiene e approva la risoluzione sul Fondo salva Stati, ma nel M5S votano contro in quattro parlamentari
Il sindaco di Scalea Gennaro Licursi
COSENZA

Si assenta dal posto di lavoro: arrestato il sindaco di Scalea

Sospensi tre dipendenti dell'Asp accusati di essere complici del primo cittadino, Gennaro Licursi
Pastore con le greggi
UNESCO

La Transumanza è Patrimonio culturale immateriale dell’umanità

Bellanova: "Siamo fieri di questo riconoscimento per la tradizione rurale italiana"
Il crollo a Montelupo Fiorentino
FIRENZE

Crolla muro a Montelupo: evacuate 5 famiglie

Il Sindaco: "Ho temuto il peggio, zona altamente frequentata per la presenza di ristoranti"
Marta Cartabia

Buone notizie

Grandi soddisfazioni per la nomina di Marta Cartabia alla presidenza della Corte Costituzionale, per la forte ragione...
Il Banco dell'Agricoltura dopo l'esplosone

Piazza Fontana, una strage senza giustizia

Diciassette morti, uccisi dalla bomba piazzata al Banco dell'Agricoltura. Cinquant'anni dopo, un buco nella coscienza...

Il profitto ad ogni costo

In una barzelletta si racconta un processo per disastro edilizio per il quale vengono convocati in tribunale il...

Il Presepe violato

Di fronte all’escalation di profanazioni e strumentalizzazioni sacrileghe della fede, viene da chiedersi se in...
Giuseppe Conte in Senato
IL VOTO

Mes, il governo supera lo scoglio del Senato

Ok delle Camere alla risoluzione della maggioranza ma il M5s si spacca sui dissidenti
EMERGENZA STRESS

9 adulti su 10 a rischio burnout in ufficio

Affaticamento mentale in aumento. Migliora l'inserimento nel mondo del lavoro delle persone con disabilità