SABATO 22 AGOSTO 2015, 11:31, IN TERRIS

DRONE USA UCCIDE IL NUMERO DUE DELL'ISIS

La conferma è arrivata dalla Casa Bianca, ma non è la prima volta che Haji Mutaz viene dato per morto

EDITH DRISCOLL
DRONE USA UCCIDE IL NUMERO DUE DELL'ISIS
DRONE USA UCCIDE IL NUMERO DUE DELL'ISIS
Una storia intrigante. Il numero 2 dell’Isis - sempre che esista questa definizione - è stato ucciso dal raid di un drone USA il 18 agosto a Mosul, in Iraq. Un’operazione - rivelata dalla Cnn - che sarebbe stata resa possibile da un accurato lavoro di intelligence. Il velivolo ha seguito un’auto “segnalata” e l’ha poi distrutta con i missili Hellfire. All’interno del veicolo c’era Fadhil Ahmad al-Hayali, conosciuto come Haji Mutaz, ritenuto uno dei luogotenenti di al Baghdadi. La conferma è arrivata dalla Casa Bianca, che sottolinea come Mutaz era coordinatore dello spostamento di armi, esplosivi, veicoli e persone fra Iraq e Siria. Mutaz ha "appoggiato le operazioni dell’Isis" in Iraq e in Siria, ed era responsabile della operazioni in Iraq, dove è stato strumentale nella pianificazione negli ultimi due anni. "Era membro di Al Qaida in Iraq", afferma la Casa Bianca, sottolineando che la sua morte avrà un effetto negativo sulle attività dell’Isis.

In realtà non è la prima volta che Mutaz viene dato per morto. Già in dicembre fonti americane avevano ipotizzato la sua eliminazione sempre grazie ad un raid aereo. Vivo o defunto non ci sono però dubbi sulla sua importanza. Haji è noto anche come Abu Muslim al Turkmani ed appartiene alla schiera degli ex ufficiali di Saddam passati nelle file dello Stato Islamico. Dopo l’invasione Usa, il militante ha partecipato alla guerriglia ed è stato anche arrestato finendo a Camp Bucca, la prigione dalla quale sono usciti un buon numero di dirigenti Isis, compreso il leader supremo. Tornato libero ha ripreso la lotta armata al fianco dei mujaheddin del futuro Califfo. Abile sul piano militare - vista la sua passata esperienza - Mutazz è considerato anche un buon pianificatore e gestore. Per questo sarebbe salito nella gerarchia del movimento coordinando molte attività nel quadrante iracheno.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
L'incontro con Uspi e Fisc
INCONTRO CON USPI E FISC

"Non cadete nei peccati della comunicazione"

Il Papa ha ricordato che la piccola editoria difende dai "polveroni mediatici"
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Una partecipante al corteo pro migranti a Roma
ROMA

Corteo pro migranti: "Diritti senza confine"

Gli organizzatori: "Oltre 15 mila partecipanti"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau