MARTEDÌ 04 LUGLIO 2017, 11:39, IN TERRIS

Dispute territoriali con l'Eritrea, il Gibuti chiede l'invio di osservatori dell'Unione africana

Le truppe del Qatar, che controllavano le regioni contese, sono state improvvisamente richiamate come conseguenza della crisi del Golf

EDITH DRISCOLL
Dispute territoriali con l'Eritrea, il Gibuti chiede l'invio di osservatori dell'Unione africana
Dispute territoriali con l'Eritrea, il Gibuti chiede l'invio di osservatori dell'Unione africana
Il Gibuti ha chiesto ufficialmente all'Unione africana di inviare osservatori lungo il confine con l'Eritrea, nelle regioni oggetto di dispute territoriali, dopo che il Qatar ha improvvisamente interrotto la sua missione di pace due settimane fa. Doha aveva schierato i suoi soldati nel 2008, a seguito del conflitto tra Gibuti ed Eritrea. Sul ritiro delle truppe non ha dato alcun preavviso al Gibuti, ne ha fornito motivazioni. Ma è probabile che la decisione sia stata presa come ritorsione nei confronti del Paese africano, schieratosi con le nazioni arabe che hanno interrotto le relazioni diplomatiche con il Qatar.

"I militari qatarioti se ne sono andati all'improvviso, senza avvertirci e, quindi, impedendoci di trovare soluzioni alternative. Mantenere lo status quo non era nell'interesse dei due Paesi" ha detto il ministro degli Esteri del Gibuti, Mahamoud Ali Youssouf, durante un vertice dei leader dell'Unione Africana ad Addis Abeba. "Abbiamo chiesto all'Ua di prendere il mano la situazione di colmare il vuoto - ha proseguito -. Abbiamo bisogno che intervengano rapidamente".

Nel 2008 decine di soldati gibutiani furono uccisi a seguito egli scontri a fuoco con i militari eritrei. I combattimenti erano scoppiati dopo che Gibuti aveva accusato Asmara di inviare truppe oltreconfine. Temendo un'espansione del conflitto il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite aveva ordinato a entrambe le parti di ritirarsi. Il Qatar si era poi offerto di mediare tra le due nazioni e di inviare osservatori.

Ma dopo il richiamo dei militari da parte di Doha, il Gibuti è tornato ad accusare l'Eritrea di occupare la zona contesa di Dumeira, situata al confine. "All'inizio c'era un numero limitato di soldati eritrei in quelle aree - ha spiegato Youssouf - poi i qatarioti si sono ritirati e le cose sono cambiate...".

 

L'Ua ha invitato le parti a usare prudenza, assicurando che a breve avrebbe inviato una missione di pace nei territori disputati. L'Eritrea non ha, tuttavia, risposto alla proposta. Secondo Youssouf l'Ua potrebbe impiegare personale esperto nelle prevenzione dei conflitti e la "forza di standby" che la stessa Unione sta creando.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Milano, il parco di Villa Litta
CHOC A MILANO

Donna trovata morta a Villa Litta

La 67enne presentava una profonda ferita alla gola: si sospetta un omicidio
Un buco nero
TEORIE SCIENTIFICHE

Nuovo studio rivela: non esiste la materia oscura

La comunità scientifica si divide: tanti i dubbi e le polemiche
Paolo Gentiloni
VITERBO | RIQUALIFICAZIONE PERIFERIE

Gentiloni firma la convenzione: "E' la fase 2"

Il premier nella città laziale, bando da 22 milioni con il Comune: "Importante investire"
La Euyo, l'Orchestra Giovanile Europea
BREXIT

L'Orchestra Giovanile Europea si trasferisce a Ferrara

E' la prima istituzione culturale a lasciare Londra a causa dell'uscita del Regno Unito dalla Ue
VERCELLI

Maltrattamenti all'asilo: tre maestre ai domiciliari

Gli arresti arrivati nell'ambito dell'operazione "Tutti giù per terra", avviata a maggio
Mdp

Rotture

Rottura definitiva in queste ore, tra il Pd e i fuorusciti bersianiani. Sarà dunque impossibile costruire una...
Facebook
INSERZIONI PERICOLOSE

Nuove accuse a Facebook

Secondo ProPublica il social network non farebbe abbastanza per bloccare gli spot discriminatori
Una scena di violenza in Congo
I VESCOVI DEL CONGO

"Ambiguità nelle leggi che regolano le libertà"

Secondo il rapporto della Cenco sono stati uccisi decine di manifestanti negli ultimi mesi