DOMENICA 06 SETTEMBRE 2015, 11:26, IN TERRIS

DENARO CINESE IN AFRICA, COSTRUITE CITTA' IN ANGOLA

Maxi investimento di Pechino nel Continente più povero. Ma, per ora, le nuove metropoli sono disabitate

EDITH DRISCOLL
DENARO CINESE IN AFRICA, COSTRUITE CITTA' IN ANGOLA
DENARO CINESE IN AFRICA, COSTRUITE CITTA' IN ANGOLA
La Cina innaffia di denaro l'Africa. A tracciare la nuova geopolitica dell'economia, soprattuto per quanto riguarda l'Angola, è stata la Lagogai Research Foundation Italia Onlus. "Un fiume di denaro è giunto nel Paese dove, alla periferia di Luanda gli angolani hanno visto crescere un'intera città, Nova Cidade de Kalimba, in cui però non possono abitare, forse anche per il costo delle case: il prezzo di un appartamento si aggira intorno ai 90 mila euro. Una cifra esorbitante per chi a malapena mette insieme un euro al giorno". Nova Cidade è il frutto di un accordo tra il governo di Pechino e quello angolano ed è stata realizzata dalla società cinese statale Citic in cambio delle concessioni petrolifere angolane alla Cina.

Composta da circa 750 edifici di otto piani, una dozzina di scuole e un centinaio di negozi, la nuova città "dovrebbe accogliere 500 mila persone, ma per adesso -riferisce l'inchiesta- non ci abita nessuno: è una città popolata da fantasmi". Questa città, continua la Fondazione, "è costata circa 3 miliardi di euro, che sono solo una piccola parte dei capitali cinesi in Africa, ma gli analisti finanziari non pensano sia stato un errore di valutazione". "Questa città nuova di zecca e le altre programmate in Nigeria, Ciad, Sudan, Zambia e altrove in Africa, potrebbero invece -avverte l'inchiesta- essere il preludio a un'emigrazione di massa di lavoratori cinesi, studiata a tavolino. Come suggerisce, anche, il titolo del 'concorso' lanciato dal governo di Pechino ai suoi cittadini per invitarli a lasciare il Paese: 'Una sola Cina in Africa'".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Un dipendente Ryanair
RYANAIR

Calenda: "Lettera indegna", il Garante: "Incostituzionale"

Il ministro: "Chi è sul mercato deve rispettare le regole". Furlan: "Compagnia arrogante"
Doug Jones durante un comizio (repertorio)
USA|VOTO IN ALABAMA

Vince Jones, schiaffo a Trump

Il candidato dem prevale su Moore. I repubblicani perdono una roccaforte del sud