MARTEDÌ 12 FEBBRAIO 2019, 10:29, IN TERRIS


FILIPPINE

Decine di morti, è allarme epidemia

Migliaia di casi di morbillo in un mese: 70 vittime. La maggior parte sono bambini

DANIELE VICE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Morbillo
Morbillo
E

 di 70 morti, per la maggior parte bambini, il bilancio da inizio anno dell'epidemia di morbillo esplosa nelle Filippine. A gennaio i casi segnalati sono stati 4.302, con un incremento del 122% rispetto allo stesso mese del 2018


Strage

Nelle scorse settimane un nuovo focolaio della malattia è stato registrato nella vasta provincia di Manila (la capitale), popolata da circa 12 milioni di persone, molte delle quali poverissime e costrette ad abitare all'interno delle baraccopoli. Centonovantasei casi di contagio si sono verificati a gennaio e hanno portato alla morte di 55 bambini di età inferiore a un anno. 


Allarme

Nelle regioni di Luzon e di Visayas le autorità hanno dichiarato "l'allarme rosso". "Parliamo di epidemia da quando i casi sono aumentati nelle scorse settimane. L'obiettivo è quello di rafforzare la sorveglianza e invitare la madri e il personale sanitario a mantenere alta l'attenzione" ha scritto in una nota il ministro della Salute, Francisco Duque.


Il boom

Dai rapporti del dipartimento della Salute e dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) emerge come nel dicembre 2018, nel Paese insulare si fossero verificati oltre 20 mila casi, con un incremento del 500% rispetto al 2017. 


Il caso dengue

Il morbillo è una malattia molto contagiosa. L'immunità della popolazione può essere raggiunta solo se oltre il 95% dei residenti sono vaccinati. Ma secondo l'Unicef sono il 55% dei filippini ha eseguito la profilassi, con un calo del 15% sul 2018. A scoraggiare le vaccinazione lo scandalo, esploso lo scorso anno, legato al vaccino contro la febbre dengue, febbre emorragica mortale trasmessa da alcuni tipi di zanzare e molto diffusa nel sudest asiatico. La Dengvaxia questo il nome della profilassi somministrata ai bambini di età scolare di tutto il Paese è stata accusata di esporre i minori a una forma più grave della stessa patologia. Sospetti sono sorti attorno alla morte di diversi bambini. Ma, sinora, il collegamento fra la profilassi e i decessi non è stato mai provato. 

 



 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
BERGAMO

Due fratelli muoiono durante un bagno nel lago d’Iseo

Non sapevano nuotare, per i carabinieri potrebbe averli inghiottiti una buca sott’acqua. Cinque morti in due giorni
TOSCANA

Ecco gli eredi di giullari e menestrelli

Un festival dedicato ai poeti ambulanti e al repertorio dei cantastorie
MIGRANTI

Open Arms, la polizia nella sede della Guardia Costiera

Ieri l'appello del presidente dell'Europarlamento, David Sassoli, affinché l'Italia consenta lo sbarco

Due punti fondamentali

Siamo finiti in un grande confusione, ed è difficile comprendere quali esiti finali avrà la crisi di...
Peter Fonda in Easy Rider
CINEMA

E' morto Peter Fonda, la star di Easy Rider

L'attore, figlio del grande Henry, aveva 79 anni. Con il film capolavoro del 1969 segnò un'intera generazione

Positivo all’alcoltest chiama il padre, ma è ubriaco anche lui

L’uomo per evitare il sequestro dell’auto si è fatto venire a prendere dai genitori, ma al padre hanno...