MARTEDÌ 12 FEBBRAIO 2019, 10:29, IN TERRIS


FILIPPINE

Decine di morti, è allarme epidemia

Migliaia di casi di morbillo in un mese: 70 vittime. La maggior parte sono bambini

DANIELE VICE
Morbillo
Morbillo
E

 di 70 morti, per la maggior parte bambini, il bilancio da inizio anno dell'epidemia di morbillo esplosa nelle Filippine. A gennaio i casi segnalati sono stati 4.302, con un incremento del 122% rispetto allo stesso mese del 2018


Strage

Nelle scorse settimane un nuovo focolaio della malattia è stato registrato nella vasta provincia di Manila (la capitale), popolata da circa 12 milioni di persone, molte delle quali poverissime e costrette ad abitare all'interno delle baraccopoli. Centonovantasei casi di contagio si sono verificati a gennaio e hanno portato alla morte di 55 bambini di età inferiore a un anno. 


Allarme

Nelle regioni di Luzon e di Visayas le autorità hanno dichiarato "l'allarme rosso". "Parliamo di epidemia da quando i casi sono aumentati nelle scorse settimane. L'obiettivo è quello di rafforzare la sorveglianza e invitare la madri e il personale sanitario a mantenere alta l'attenzione" ha scritto in una nota il ministro della Salute, Francisco Duque.


Il boom

Dai rapporti del dipartimento della Salute e dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) emerge come nel dicembre 2018, nel Paese insulare si fossero verificati oltre 20 mila casi, con un incremento del 500% rispetto al 2017. 


Il caso dengue

Il morbillo è una malattia molto contagiosa. L'immunità della popolazione può essere raggiunta solo se oltre il 95% dei residenti sono vaccinati. Ma secondo l'Unicef sono il 55% dei filippini ha eseguito la profilassi, con un calo del 15% sul 2018. A scoraggiare le vaccinazione lo scandalo, esploso lo scorso anno, legato al vaccino contro la febbre dengue, febbre emorragica mortale trasmessa da alcuni tipi di zanzare e molto diffusa nel sudest asiatico. La Dengvaxia questo il nome della profilassi somministrata ai bambini di età scolare di tutto il Paese è stata accusata di esporre i minori a una forma più grave della stessa patologia. Sospetti sono sorti attorno alla morte di diversi bambini. Ma, sinora, il collegamento fra la profilassi e i decessi non è stato mai provato. 

 



 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Conferenza Parole Guerriere alla Camera
LA RAI DEL CAMBIAMENTO

Foa: "Valorizzare l'informazione alternativa"

Il presidente del servizio pubblico ha partecipato al seminario del M5s "Parole guerriere"
Migranti minori in Italia
RAPPORTO MINORI MIGRANTI IN ITALIA

Unicef: "Obiettivo 2019, raggiungere 6mila ragazzi"

"Manca il 30% dei fondi necessari per raggiungere questi risultati"
SCUOLA

Studenti in piazza contro il nuovo esame di maturità

Gli alunni: "Bocciamo il governo"
Matteo Messina Denaro
CAMPOBELLO DI MAZARA (TP)

Soldi alla famiglia di Messina Denaro: 3 fermi

Un avviso di garanzia è stato notificato al deputato regionale di Forza Italia Stefano Pellegrino
I manifesti contro Juncker e Soros
PPE

Fidesz di Orban rischia l'espulsione

Non rientra il caso degli attacchi a Juncker da parte del governo ungherese
Gianfranco Duini e la vittima, Claudia Bortolozzo
MARGHERA (VE)

Uomo uccide la moglie, poi si costituisce

Gianfranco Duini, 43enne, ha accoltellato la consorte, Claudia Bortolozzo di 52