GIOVEDÌ 01 DICEMBRE 2016, 002:00, IN TERRIS

Aleppo, Mosca: "Oltre 5 mila e 600 civili hanno raggiunto i quartieri liberati"

Gli sfollati sarebbero stati accolti nel Centro di riconciliazione russo. Ma le ong di opposizione continuano a denunciare le violenze del regime sui cittadini

REDAZIONE
Aleppo, Mosca:
Aleppo, Mosca: "Oltre 5 mila e 600 civili hanno raggiunto i quartieri liberati"
Oltre 5 mila 600 civili, tra cui 2.855 bambini, hanno lasciato i quartieri di Aleppo Est controllati dai miliziani "per raggiungere le zone liberate della città". Lo sostiene il generale Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo, secondo cui i civili sono stati assistiti dal Centro di riconciliazione russo (una struttura che a sua volta dipende dal ministero della Difesa di Mosca). Secondo l'ufficiale, i civili sono stati sistemati in centri di assistenza umanitaria preparati in anticipo dalle autorità siriane e dove ricevono cibo e assistenza medica.

Ma le forze di opposizione continuano a denunciare violenze nei confronti di cittadini inermi. Secondo i volontari di Syria Civil Defense 45 persone sarebbero state uccise in attacchi dell'artiglieria contro famiglie che tentavano di spostarsi dalla parte orientale della città verso quella occidentale, sotto il controllo delle forze di Damasco.

In precedenza Ibrahim Abu Laith, funzionario dell'Ong, aveva riferito di almeno 51 persone erano morte nei raid aerei (attribuiti al regime e agli alleati russi) che hanno colpito gruppi di persone che cercavano di fuggire dal distretto di al-Myassar verso il quartiere di Bab al-Nayrab. "La gente stava cercando di scappare dall'area di Jab al-Quba, a Aleppo Est, ed è stata colpita da pesanti bombardamenti del regime", ha detto Abdel Rahman Hassan, volontario dei "caschi bianchi", citato dall'agenzia di stampa Dpa dopo gli ultimi attacchi. Tra le vittime ci sarebbero donne e bambini.

C'è poi la denuncia di Aleppo Media Center, secondo cui il regime di Assad avrebbe creato due "campi di detenzione" nelle zone di Aleppo sotto il controllo governativo nei quali sarebbero rinchiusi "oltre 1.000 giovani" fuggiti dai quartieri orientali. I volontari sostengono che uno dei due campi "si trova in una scuola nel quartiere di al-Sakhour e l'altro nella zona di Naqarin, vicino all'aeroporto militare di al-Nayrab".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti
il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero

Il senso d'umanità

In seguito alla decisione del Tribunale di sorveglianza di Roma che ha respinto la sua richiesta di sospensione della...