LUNEDÌ 03 LUGLIO 2017, 19:06, IN TERRIS

Crisi nel Golfo: consegnata la riposta del Qatar alle 13 richieste dei 5 Paesi arabi

Non si hanno informazioni sul contenuto della replica. Nei giorni scorsi Doha aveva definito come "irrealistica" e "lesiva" la lista

REDAZIONE
Crisi nel Golfo: consegnata la riposta del Qatar alle 13 richieste dei 5 Paesi arabi
Crisi nel Golfo: consegnata la riposta del Qatar alle 13 richieste dei 5 Paesi arabi
Il ministro degli Esteri del Qatar, Mohammed ben Abderrahman al-Thani, ha consegnato all'emiro del Kuwait, Sabah al Ahmad al-Sabah, la risposta ufficiale di Doha alla lista di 13 richieste presentate da Arabia Saudita, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Egitto e Yemen, dopo la rottura dei rapporti diplomatici con il governo qatariota. Ignorata quindi la proroga di 48 ore concessa dai Paesi arabi. Accusata di terrorismo, Doha ha già fatto sapere di ritenere irrealistiche, lesive e non pertinenti le richieste ricevute.

Lo scorso 5 giugno l'Arabia Saudita, gli Emirati Arabi, il Bahrein e l'Egitto hanno interrotto le relazioni diplomatiche e le comunicazioni con il Qatar, accusandolo di sostenere la jihad e di interferire nei loro affari interni. Più tardi si sono aggiunte al gruppo anche Maldive, Mauritius e Mauritania mentre Giordania e Gibuti hanno ridotto il livello delle loro missioni diplomatiche in Qatar. La scorsa settimana il Kuwait, in qualità di mediatore, ha consegnato a Doha le richieste dell'Arabia Saudita, dell'Egitto, degli Emirati Arabi Uniti e del Bahrein.

La lista si compone di tredici punti: 1) Chiusura immediata dell'emittente tv Al-Jazeera, anche nell'edizione in lingua inglese. 2) Rottura delle relazioni diplomatiche con l'Iran, chiusura delle sedi diplomatiche, espulsione dei membri della Guardia rivoluzionaria iraniana e fine di qualunque cooperazione militare con Teheran. 3) Interrompere qualunque legame con i Fratelli Musulmani, lo Stato islamico, al-Qaeda e gli Hezbollah libanesi dichiarandoli formalmente "gruppi terroristici". 4) Chiusura anche delle altre tv finanziate direttamente o indirettamente da Doha, tra cui Arabi21, Rassd, al-Araby al-Jadeed e Middle Est Eye. 5) Fine alla presenza militare turca in Qatar e conseguente stop a qualunque cooperazione militare congiunta. 6) Interruzione dei finanziamenti a individui, gruppi e organizzazioni ritenuti "terroristi" da Arabia Saudita, Eau, Egitto, Bahrein, Usa e altri Paesi. 7) Rimandare nei loro Paesi d'origine "elementi terroristi" e persone originarie di Arabia Saudita, Emirati, Egitto e Bahrein. Congelare i loro beni e fornire ogni informazione richiesta su loro residenza, spostamenti e finanze. 8) Non concedere più la cittadinanza a persone ricercate in Arabia Saudita, Eau, Egitto e Bahrein. Revocarla a chi già ce l'ha perchè "viola" le leggi di questi Paesi. 9) Porre fine a ogni contatto con l'opposizione politica di Arabia, Eau, Egitto, Bahrein e consegnare tutte le informazioni relative a contatti con 'vecchi gruppi d'opposizione'. 10) Risarcire e indennizzare le vite e i soldi persi a causa delle politiche del Qatar negli ultimi anni. 11) Consentire verifiche mensili per un anno e trimestrali per un altro anno, in modo da controllare che il Qatar rispetti quanto gli è stato imposto. 12) Accettare di essere "sorvegliato" nei prossimi 10 anni. 13) Allinearsi agli altri Paesi del Golfo e arabi sul piano militare, politico, sociale ed economico.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La portaerei USS Ronald Reagan, dove il velivolo era diretto
GIAPPONE

Aereo militare Usa precipita nel Pacifico

A bordo c'erano 11 passeggeri: recuperati in 8, non si sa se vivi. L'incidente a sud-est di Okinawa
CORLEONE

Salma di Riina tumulata. Nessun funerale

Ad accompagnare il feretro alcuni parenti. Il prete ha dato una benedizione
Silvio Berlusconi
STRASBURGO

Berlusconi candidato: la Corte europea decide

Udienza sul ricorso presentato nel 2013 dal Cavaliere contro gli effetti della Legge Severino
La piramide di Cheope
EGITTO

Il trono di Cheope in una stanza segreta della piramide

L'archeoastronomo Magli ha suggerito di tentare una nuova esplorazione della piramide con l'ausilio di un robot
Carmelo Barbagallo (Uil), Annamaria Furlan (Cisl), Susanna Camusso (Cgil)

Il bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto

Dopo una lunga e proficua discussione tra Sindacati e Governo sul tema delle pensioni, la Cgil dice che il bicchiere...
L'esultanza del Napoli
CHAMPIONS LEAGUE

Il Napoli spera: 3-0 allo Shakhtar

Tris degli azzurri agli ucraini con Insigne, Zielinski e Mertens. Ottavi ancora possibili