LUNEDÌ 14 MARZO 2016, 18:30, IN TERRIS

CRISI MIGRATORIA: LA SPAGNA BOCCIA L'INTESA TRA UE E TURCHIA

Oggi dei migranti affogano cercando di entrare in Macedonia, mentre la Germania fa sapere che le politiche non cambieranno

EDITH DRISCOLL
CRISI MIGRATORIA: LA SPAGNA BOCCIA L'INTESA TRA UE E TURCHIA
CRISI MIGRATORIA: LA SPAGNA BOCCIA L'INTESA TRA UE E TURCHIA
Nonostante nel vertice del 7 marzo scorso si fosse raggiunto un pre-accordo tra Turchia e Unione Europea, il Ministro degli Esteri Spagnolo Manuel Garcia Margallo y Marfil, al Consiglio degli Esteri di Bruxelles, boccia il testo. "L'intesa raggiunta con la Turchia è inaccettabile: è contraria al diritto internazionale, alla Convenzione di Ginevra e all'articolo 78 dei Trattati Ue". "Abbiamo bisogno di correggere queste insufficienze perchè la Spagna accetterà solo un accordo coerente e compatibile con il diritto internazionale", fa sapere il Ministro.

Anche l’Alto Commissario ONU per i diritti umani Zeid Ra'ad Al Hussein, oggi a Bruxelles per incontrare il commissario UE per l’immigrazione, esprime “grande preoccupazione” per la crisi di profughi e migranti e per il ruolo della Turchia.

In questo clima teso la Commissione UE, con il portavoce dell' esecutivo Margaritis Schinas, invita ad aspettare il testo definitivo dell’accordo, prima di valutare. Il testo su cui è stato trovato l'accordo è sia un' opzione "legalmente fattibile che di una buona opzione", chiosa Schinas.

Oggi nella città di Gevgelija, al confine con la Grecia, dei migranti affogano attraversando un fiume per entrare in Macedonia. Intanto a Idomeni la paura epidemie è alta, e più di 12.000 attendono ancora di potere continuare il loro viaggio per l’Europa occidentale. I media riferiscono di una bambina siriana che ha contratto l’epatite A, che sarebbe già sotto cura in condizioni stabili. Nuove proteste sorgono quotidianamente per la riapertura della frontiera macedone, mentre alcuni iniziano lo sciopero della fame.

Angela Merkel fa sapere che nonostante i risultati delle elezioni regionali in Germania, che hanno visto una forte affermazione della destra di AFD, partito euroscettico, e una pesante sconfitta  per i partiti popolari Spd e Cdu, la politica di Berlino non cambia. "Il governo tedesco prosegue la sua politica sui profughi, con tutte le forze, dentro e fuori il Paese", ha sottolineato il portavoce della cancelliera Angela Merkel, Steffen Seibert. "L'obiettivo deve essere una soluzione comune europea, che porti a ridurre visibilmente i profughi in tutti i paesi membri", ha aggiunto Seibert.

A fare eco l’Unione Europea con il suo Presidente Jean Claude Junker che dichiara: "Aiutare le persone che scappano dalla guerra è un obbligo morale e legale dell'Europa", in risposta a chi domanda se i risultati delle elezioni tedesche porteranno a un cambiamento nelle politiche migratorie europee.

 

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
SALUTE E POLEMICHE

Vaccini obbligatori: decreto legittimo

La Corte costituzionale ha respinto i ricorsi presentati dalla Regione Veneto
Carlo Calenda
ALITALIA

Calenda: "Offerta Lufthansa va migliorata"

Il ministro dello Sviluppo economico a 'Circo Massimo': "Collegamenti più efficienti possibile"
La portaerei USS Ronald Reagan, dove il velivolo era diretto
GIAPPONE

Aereo militare Usa precipita nel Pacifico

A bordo c'erano 11 passeggeri: recuperati in 8, stanno bene. L'incidente a sud-est di Okinawa
CORLEONE

Salma di Riina tumulata. Nessun funerale

Ad accompagnare il feretro alcuni parenti. Il prete ha dato una benedizione
Saad Hariri
LIBANO

Hariri rientrato a Beirut

Il premier ha partecipato alla festa dell'indipendenza. Dubbi sul suo futuro
Silvio Berlusconi
STRASBURGO

Berlusconi candidato: la Corte europea decide

Udienza sul ricorso presentato nel 2013 dal Cavaliere contro gli effetti della Legge Severino
La piramide di Cheope
EGITTO

Il trono di Cheope in una stanza segreta della piramide

L'archeoastronomo Magli ha suggerito di tentare una nuova esplorazione della piramide con l'ausilio di un robot
I fotogrammi della drammatica fuga del disertore
COREA DEL NORD

Disertore inseguito oltre confine: violato l'armistizio

Il fuggitivo nordcoreano è stato colpito 5 volte e rincorso nella zona demilitarizzata