GIOVEDÌ 07 SETTEMBRE 2017, 15:00, IN TERRIS

Crisi in Corea, Putin: "Sono certo che non si arriverà a un conflitto su larga scala"

Il presidente russo: "La soluzione diplomatica è l'unica possibile. Le parti in causa avranno buon senso e consapevolezza delle loro responsabilità"

AUTORE OSPITE
Crisi in Corea, Putin:
Crisi in Corea, Putin: "Sono certo che non si arriverà a un conflitto su larga scala"
"Come il mio collega della Corea del Sud, sono certo che non si arriverà a un conflitto su larga scala, soprattutto con le armi di distruzione di massa". Così Vladimir Putin parlando della situazione in Corea a una sessione plenaria dell'Eastern Economic Forum di Vladivostok. "Le parti in conflitto - ha affermato il presidente russo - avranno abbastanza buon senso e consapevolezza delle loro responsabilità verso i popoli delle regioni, e saremo in grado di risolvere la questione con i mezzi diplomatici". Secondo il leader del Cremlino, nessuno vuole che la situazione peggiori ulteriormente. "Ci può essere solo una soluzione diplomatica per la questione: è un modo disagevole e lento per risolvere il problema ma è l'unico possibile".

La Cina ha, intanto, annunciato che sosterrà gli altri passaggi necessari in seno al Consiglio di Sicurezza dell'Onu contro Pyongyang, dopo il sesto e più potente test nucleare mai fatto domenica scorsa, ma "le sanzioni sono soltanto metà della soluzione". L'altra, ha notato il ministro degli Esteri Wang Yi, consiste "nel dialogo e nel negoziato".

In altri termini, la questione nucleare della penisola coreana può essere "risolta" solo quando questi due fattori si combinano. Il ministro ha rimarcato che ogni azione che sarà presa dalla comunità internazionale deve essere funzionale alla ripresa del dialogo il prima possibile. Wang, che ha avuto un incontro col vice premier nepalese Krishna Bahadur Mahara, ha sollecitato Pyongyang a effettuare le giuste valutazioni e a non "sfidare il consenso della comunità internazionale". Il ministro Esteri cinese ha risposto in questi termini alla domanda sull'eventuale sostegno cinese all'embargo petrolifero proposto dagli Usa, senza tuttavia chiarire la posizione.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Speranza e Bersani
VERSO LE ELEZIONI

Mdp e SI sbattono la porta in faccia al Pd

Fratoianni: "Tempo scaduto". Bersani: "Ci si vede dopo il voto"
Robert Mugabe
ZIMBABWE

Mugabe accetta di dimettersi

Dopo una lunga trattativa con i militari. L'annuncio in televisione in tarda serata
Due scosse avvertite nel Parmense
PARMA

Doppia scossa di terremoto, nessun danno

Il sisma avvertito anche in Liguria, residenti in strada a La Spezia
Un'immagine d'archivio del sottomarino argentino
ARGENTINA

Segnali dal sottomarino scomparso

Registrate sette tentativi di chiamate satellitare. La ricerca continua
La famiglia che ha portato i doni all'offertorio
BASILICA DI SAN PIETRO

"I poveri sono il passaporto per il paradiso"

Il Papa all'Angelus: "Siano sempre al centro delle nostre comunità"
Un senzatetto sulla panchina di un giardino pubblico
USA

Oltre 40,6 milioni di persone vivono in povertà

I tassi più alti si registrano tra gli afro-americani: 24,1%