LUNEDÌ 16 SETTEMBRE 2019, 17:30, IN TERRIS


GEOPOLITICA

Crisi del petrolio, gli Usa all'attacco

Per Washington c'è la mano iraniana. Pechino invita a non giudicare

MG
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Le immagini satellitari dell'attacco diffuse dagli Stati Uniti - Foto © Ansa / AP
Le immagini satellitari dell'attacco diffuse dagli Stati Uniti - Foto © Ansa / AP
A

due giorni dall'attacco agli impianti petroliferi in Arabia Saudita, gli insorti Houthi hanno rivendicato la paternità degli attetnati costati la perdita di oltre cinque milioni di barili al giorno, il 5% della produzione mondiale. Restano forti dubbi sulla rivendicazione da parte Usa: in un recente incontro con i giornalisti, gli esperti della Casa Bianca hanno sottolineato come, per la modalità "strategica" dell'attacco, è indubbio che esso rechi la firma dei ribelli Houthi. Non si assisteva a un attacco così disastroso dalla rivoluzione iraniana del 1979 e dagli anni Novanta, decennio dell'invasione del Kuwait


Le accuse di Washington

Intanto via Twitter il presidente Usa, Donald Trump, ha fatto sapere di essere pronto ad agire a supporto dell'Arabia Saudita per frenare gli Houthi, ritenuti vicini all'Iran. Secondo quanto riportato dal quotidiano statunitense The New York Times, Washington ha anche diffuso foto satellitari che mostrano gli almeno diciassette punti di impatto negli impianti, causati da armi provenienti da nord e nord-ovest: elemento, quest'ultimo, di una certa rilevanza, poiché sarebbe coerente con un raid proveniente dal Golfo Persico settentrionale, cioè da Iran o Iraq. Avvalora l'ipotesi offerta dalle foto via satellite il portavoce delle forze armate saudite, il colonnello Turki al-Malki, ha fatto sapere che l'attacco è stato perpetrato con l'utilizzo di armi iraniane. Martin Griffiths, inviato delle Nazioni Unite in Yemen, invita alla calma: in una seduta del Consiglio di Sicurezza Onu ha fatto sapere che "non è interamente chiaro chi vi sia dietro l'attacco alle strutture petrolifere saudite", pur sottolineando che "non c'è tempo da perdere", paventando il rischio di un'implosione sociale dell'intera regione.


La prudenza di Pechino

Anche Pechino tenta di abbassare i toni. Secondo quanto riferisce Ansa, la portavoce del ministero degli Esteri, Hua Chunying, ha bollato come "non responsabile" da parte della Casa Bianca e dell'Arabia Saudita accurare altri in assenza dell'esito di un'indagine. "La posizione della Cina - ha dichiarato Hua in conferenza stampa - è che ci opponiamo ad ogni azione che possa ampliare e intensificare il conflitto".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Mercantile in porto
MERCATO DEL LAVORO

L’economia del mare a quota 200 mila imprese

Alla giornata nazionale della Blue economy (24-26 ottobre) le aziende del settore marittimo si incontrano a Formia e Gaeta
Inquinamento in una città italiana
DATI EUROPEI

Rapporto choc: l'Italia primo Paese dove si muore per inquinamento

Tassi altissimi al nord. Torino più inquinata di Parigi
Papa Francesco durante l'Udienza - Foto © Vatican Media
UDIENZA GENERALE

Il Papa: "L'evangelizzatore favorisce l'incontro di cuori"

Il Santo Padre continua la sua catechesi sugli Atti degli Apostoli
San Giovanni Paolo II abbraccia un bambino
INAUGURAZIONE

In Spagna la famiglia secondo Karol Wojtyla

Aperta la nuova sezione del Pontificio Istituto teologico Giovanni Paolo II a Madrid
16 ottobre 1943: il rastrellamento del ghetto di Roma
ANTISEMITISMO

Shoah, Raggi: "Roma non dimentica"

Oggi si commemora il rastrellamento del Ghetto avvenuto il 16 ottobre 1943
Ordinazione sacerdotale in Vaticano
LATINA-TERRACINA-SEZZE-PRIVERNO

Una lampada itinerante per le vocazioni

L'icona di una Madonna con il Bambino della famiglia di santa Maria Goretti accompagna il pellegrinaggio
Bus incidentato (immagine di repertorio)
VIA CASSIA

Bus si schianta contro un albero: 10 feriti

Il mezzo è finito fuori strada, ancora ignote le cause dell'incidente
La nave Ocean Viking in porto
PUGLIA

Ocean Viking: sbaracati a Taranto 176 migranti

Mons. Santoro: "Oggi fortunatamente possiamo parlare di vita e non di morte"
Chiara Lubich
FRASCATI

Chiara Lubich: si chiude la fase diocesana di beatificazione

Lo studio degli atti proseguirà presso la Congregazione delle cause dei santi
Boris Johnson
REGNO UNITO

Johnson arretra sul backstop, Brexit verso l'accordo

Il premier avrebbe accettato la condizione di Bruxelles, sganciando Belfast dal nuovo mercato britannico
Spaccio
NUOVE MISURE ANTI-TRAFFICANTI

Giro di vite del Viminale contro la droga

Il Ministero dell’Interno chiede ai prefetti più vigilanza sulle piazze di spaccio
Liechtenstein-Italia 0-5. Bernardeschi festeggiato dai compagni dopo la rete del vantaggio - Foto © Twitter
QUALIFICAZIONI EURO 2020

Italia, pokerissimo al Liechtenstein e filotto da record

Mancini come Pozzo: nove successi di fila. A Vaduz è 5-0: doppietta di Belotti, a segno Bernardeschi, ElSha e Romagnoli