VENERDÌ 26 GIUGNO 2015, 10:21, IN TERRIS

CRIMINI DI GUERRA: I PALESTINESI PRESENTANO UN DOSSIER CONTRO ISRAELE

La documentazione si concentra su tre punti principali: il conflitto dell'estate 2014, la colonizzazione dei terreni in Cisgiordania e il trattamento dei prigionieri

HORTENSIA HONORATI
CRIMINI DI GUERRA: I PALESTINESI PRESENTANO UN DOSSIER CONTRO ISRAELE
CRIMINI DI GUERRA: I PALESTINESI PRESENTANO UN DOSSIER CONTRO ISRAELE
Le autorità palestinesi hanno presentato alla Corte penale internazionale un dossier per chiedere l'apertura di un'inchiesta su Israele e sugli eventuali crimini di guerra commessi dal governo di Tel Aviv.

La documentazione si concentra su tre aspetti principali: il primo è in riferimento ai presunti crimini commessi nella Striscia di Gaza durante l'offensiva Scudo di difesa dell'estate 2014 durante la quale sono morti 2100 palestinesi, per la maggior parte civili, e 73 israeliani.

Il secondo punto riguarda la colonizzazione dei terreni in Cisgiordania e infine è stata presentata una documentazione anche sul trattamento dei prigionieri palestinesi.

"Ottenere giustizia è essenziale per le vittime palestinesi, sia che esse siano vive o morte - ha detto il ministro degli Esteri Malki uscendo dalla sede del tribunale all’Aia -Oggi la Palestina è qui per chiedere giustizia, non vendetta". Il principale obiettivo da parte dei palestinesi giunti alla Cpi, sarebbe quello di far riconoscere la responsabilità delle "sfere più alte delle cupole militari, politiche ed economiche dello Stato israeliano".

Consegnato il dossier, sarà la procuratrice Bensouda a valutare il caso e decidere se esistono o meno prove sufficienti e chi nello specifico dovrà essere indagato dal tribunale. Intanto per Tel Aviv arriva il momento di scegliere come affrontare questa situazione: può scegliere se collaborare all'inchiesta o di opporsi dichiarando di non riconoscere la Palestina come autorità statale. Un bivio importante che potrebbe portare Israele ad essere uno dei pochi Paesi che non ha collaborato con la Corte Penale Internazionale.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"
La navetta Soyuz
MISSIONE VITA

Rientrata la Soyuz con a bordo Paolo Nespoli

La navetta è atterrata nella steppa del Kazakistan dopo 139 giorni nello spazio
Valeria Fedeli

La ministra

La ministra dell'Istruzione, in un'intervista al ‘Mattino’ di Napoli, ha annunciato che...
Il ministro Mohamed Taher Siala
MIGRANTI

Tripoli replica ad Amnesty: "Rapporto esagerato"

Il ministro libico degli Esteri: "L'Italia ci sta aiutando. Abusi? C'è una commissione al lavoro"
Jorge Glas
CASO ODEBRECHT

Condannato il vicepresidente dell'Ecuador

Sei anni a Jorge Glas, già sospeso dalle funzioni: avrebbe intascato 14 milioni di dollari in tangenti