MERCOLEDÌ 20 MARZO 2019, 01:00, IN TERRIS


UNIONE EUROPEA

Così il Ppe risolverà la "grana" Orban

Si lavora a un compromesso che porti alla sospensione di Fidesz dal gruppo

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Viktor Orban
Viktor Orban
I

l Ppe, alle prese con il caso Orban, starebbe lavorando a una soluzione di compromesso che porti alla sospensione del partito di governo ungherse Fidesz dalla famiglia dei popolari europei.


Via di mezzo

La decisione definitiva sulla vicenda dovrebbe essere adottata oggi pomeriggio, in occasione dell'assemblea dei delegati che andrà in scena all'Europarlamento. Secondo quanto riportato dall'Agi, il presidente del Ppe, Joseph Daul, avrebbe fatto in questi giorni un giro di telefonate ai vertici dei partiti Popolari per testare la possibilità di arrivare a una soluzione condivisa che eviti la spaccatura del Ppe e allo stesso tempo mandi un segnale al primo ministro ungherese, protagonista nelle ultime settimane di un attacco senza precedenti alla Commissione e allo stesso Jean-Claude Juncker.


La proposta

Secondo alcune indiscrezioni, Orban sarebbe già a Bruxelles e avrebbe avuto dei contatti con i vertici del partito in vista del voto di oggi. Il premier ungherese avrebbe già riservato una sala del parlamento per tenere una conferenza stampa dopo l'assemblea. Una soluzione, aggiungono altre fonti, potrebbe essere quella di sospendere Fidesz e creare una sorta di comitato per monitorare una serie di condizioni sul rispetto dei valori cui si ispira il Ppe. Una decisione non è ancora maturata, secondo quanto trapela, anche perché le principali delegazioni non si sono ancora espresse, né gli spagnoli del Partido Popular, né i Repubblicani francesi. Forza Italia invece ha già detto di essere contraria all'espulsione di Orban ma non si è pronunciata sulla sospensione, almeno per il momento. Nemmeno i tedeschi della Cdu hanno pubblicamente preso posizione, ma starebbero lavorando al "lodo Daul". Un'altra incognita che pesa sull'assemblea è quella dei numeri: tutte le proposte infatti, per statuto, devono essere approvate a maggioranza dei presenti. Molto dipenderà quindi da quante delegazioni parteciperanno alla riunione e al voto. Al momento i partiti che hanno già calato le carte sul tavolo sono il gruppo dell'Est, contrario all'espulsione e anche alla sospensione di Fidesz, e il blocco soprattutto composto dalle delegazioni del nord che invece chiede misure drastiche contro il presidente ungherese

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Stefano Cucchi
INCHIESTA

Caso Cucchi, 8 carabinieri a processo per depistaggio

Il Gup ha fissato per il prossimo 12 novembre la prima udienza
Paolo Borsellino
ANTIMAFIA

Borsellino, l'audio inedito: "Libero di essere ucciso la sera"

Desecretati file fino al 2001. L'amarezza del magistrato alla vigilia del maxi-processo: "Auto blindata solo la...
Il Palazzo del Viminale
CENSIMENTO

Dal Viminale la circolare sugli insediamenti rom

Pubblicato il testo mandato ai prefetti, fra due settimane il vertice sulla situazione
Il Teatro Marcello
ROMA

Riapre il percorso pedonale del Teatro di Marcello

L'intervento di messa in sicurezza è stato promosso da Roma Capitale
PIEMONTE

Torino, sequestrati 2,6 milioni di giocattoli pericolosi

L'indagine ha evitato l'ingresso nel mercato dei beni dannosi per i bambini
ESCLUSIVA

Salvini: "Sradicheremo i clan e la mentalità mafiosa"

Il Ministro dell'Interno risponde con una lettera a In Terris all'appello di Borrometi sul caso Vittoria e assicura:...
Martello
COCCAGLIO | BRESCIA

Tenta di uccidere a martellate moglie e figlia

L'uomo, un 59enne, è stato bloccato e arrestato dai Carabinieri
Ponte Morandi a Genova
GENOVA

Ponte Morandi: "Problemi di sicurezza già da 10 anni"

Lo rivela il rapporto commissionato da Atlantia riportato dal "Financial Times"
Anziano in cerca di cibo tra i rifiuti
NUOVE POVERTÀ

Coldiretti: "Anche in Italia si soffre la fame"

"Quasi 3 milioni di persone costrette a chiedere aiuto per il cibo da mangiare"
Tempio indonesiano
INDONESIA

Terremoto a Bali: danni al tempio indù

Non è stato diramato alcun allarme tsunami
Truffa online
CREMONA

Migliaia di truffati online: 4 arresti

Le fiamme gialle hanno sequestrato beni per 1,5 milioni di euro
Il santuario di Fonti
BASILICATA

Passeggiata e concerto mariano nel pellegrinaggio a Fonti

Evento organizzato dall'arcidiocesi Matera-Irsina per il prossimo 20 luglio