LUNEDÌ 03 AGOSTO 2015, 13:00, IN TERRIS

CLIMA, LA SVOLTA DI OBAMA: UN PIANO PER LIMITARE I GAS SERRA

La firma del "Clean Power Plan" avverrà in giornata come dichiarato dal presidente in un video diffuso su Facebook dalla Casa Bianca

MILENA CASTIGLI
CLIMA, LA SVOLTA DI OBAMA: UN PIANO PER LIMITARE I GAS SERRA
CLIMA, LA SVOLTA DI OBAMA: UN PIANO PER LIMITARE I GAS SERRA
Il premio Nobel per la Pace e Presidente Usa Barack Obama vuole lasciare un segno tangibile del proprio passaggio sullo scottante tema dei cambiamenti climatici. In vista del vertice delle Nazioni Unite sull'ambiente, in programma a dicembre a Parigi, l’inquilino della Casa Bianca ha infatti reso noto che verrà presentato un nuovo e ambizioso piano per tagliare le emissioni nocive di gas. La firma ufficiale avverrà tra poche ore,  come ha dichiarato lo stesso Obama in un video ufficiale diffuso su Facebook.

Secondo quanto riferisce il New York Times, il piano – che rappresenta l’ultimo tassello del “Clean Power Plan” dell’anno scorso – prevede un taglio delle emissioni dai livelli del 2005 entro il 2030. Si tratta di una misura che, assieme alle altre previste, potrebbe portare, secondo le valutazioni, alla chiusura di centinaia di centrali elettriche a carbone e, al contempo, creare un’impennata della produzione di energia pulita attraverso fonti rinnovabili come impianti eolici o solari. Il Plan assegna ad ogni stato Usa un obiettivo da raggiungere lasciando mano libera sul come procedere. Allo stesso tempo, chiede però agli Stati di presentare i loro piani preliminari entro il 2016 e quelli finali entro il 2018.

“Il clima – ha sottolineato Obama – sta cambiando in un modo che colpisce la nostra economia, la nostra sicurezza e la nostra salute. E questa non è un’opinione, è un fatto”. “I cambiamenti climatici non sono un problema per la prossima generazione. Non più” ha proseguito. Ma la battaglia presidenziale a favore dell’ambiente non trova sostenitori né tra gli avversari repubblicani che hanno già annunciato future azioni legali contro la chiusura delle centrali elettriche a carbone né tra alcuni governatori dei singoli Stati che accusano il Presidente di voler imporre nuove pesanti spese federali a livello locale. Ma Obama non intende tirarsi indietro. “Il più grande e importante passo mai intrapreso per combattere i cambiamenti climatici”, come ha definito lui stesso il Plan in un video diffuso dalla pagina Facebook della Casa Bianca, non può arrestarsi perché “è ora che l’America e il mondo agiscano” in favore del clima.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
L'incontro con Uspi e Fisc
INCONTRO CON USPI E FISC

"Non cadete nei peccati della comunicazione"

Il Papa ha ricordato che la piccola editoria difende dai "polveroni mediatici"
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Una partecipante al corteo pro migranti a Roma
ROMA

Corteo pro migranti: "Diritti senza confine"

Gli organizzatori: "Oltre 15 mila partecipanti"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau