GIOVEDÌ 02 LUGLIO 2015, 19:15, IN TERRIS

CINA: COMPLETATA LA PISTA D'ATTERRAGGIO SULLE ISOLE CONTESE

Noncurante delle proteste dei vicini e degli Usa, Pechino porta a termine il progetto militare

AUTORE OSPITE
CINA: COMPLETATA LA PISTA D'ATTERRAGGIO SULLE ISOLE CONTESE
CINA: COMPLETATA LA PISTA D'ATTERRAGGIO SULLE ISOLE CONTESE
La Cina, del tutto incurante delle proteste dei vicini e dell’alleato statunitense, ha praticamente ultimato la pista d’atterraggio di 3 chilometri costruita sull’ isola artificiale, a sua volta creata dal nulla con sabbia, cemento e ferro, sulla barriera corallina conosciuta come “Fiery Cross Reef”, nel conteso arcipelago delle Spratly nel Mar Cinese Meridionale.

A denunciarlo è il gruppo americano Asia Maritime Trasparency Initiative, che ha diffuso come prova le foto satellitari della psita, oltre che di un’area di parcheggio per le aerei. Ciò significa che la previsione fatta a maggio dal Pentagono che la pista sarà operativa entro la fine dell’anno, potrebbe rivelarsi eccessivamente ottimistica.

Le immagini mostrano le costruzioni, oltre alla pista vi sono impianti di comunicazioni, aree di atterraggio di elicotteri e porti in costruzione. Secondo quanto riferito ieri dal Washington Post, in cinque dei sette progetti di costruzione avviati su isole contese vengono realizzate basi militari. Non bisogna sorprendersi, dato che a metà giugno, Pechino aveva annunciato che il suo programma di colonizzazione nel mar della Cina meridionale sarebbe stato completato “nei prossimi giorni”.

La pista è sufficientemente lunga da consentire l’atterraggio di tutti gli aerei da guerra cinesi. Le Spratly sono un arcipelago di oltre 750 tra isolette, atolli e semplici barriere coralline, a pochi centimetri dalla superfice del mare. Il punto più vicino alla Cina si trova a 794km, e sono rivendicate da Pechino, Vietnam, Filippine, Malaysia, Taiwan e Brunei.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...
prostitute
PROSTITUZIONE

Cisl Campania contro la tratta

Una conferenza a Napoli per promuovere strumenti di contrasto al fenomeno
L'esultanza dei Granata
CALCIO | SERIE A

Lazio, Immobile-rosso: il Toro espugna l'Olimpico

I granata vincono 3-1 a Roma ma è furia biancoceleste per l'espulsione dell'attaccante
VAPRIO D'ADDA

Uccise ladro in casa: archiviata l'accusa di omicidio

Riconosciuta la legittima difesa a Francesco Sicignano: colpì a morte un giovane albanese nel 2015
Luigi Di Maio
FESTIVITÀ

Negozi chiusi a Natale,
Di Maio: "Famiglie più felici"

Il candidato premier torna sulla proposta di legge di Dell'Orco: "Tutti hanno diritto al riposo"
Incendio alla Grenfell Tower di Londra
INCENDIO ALLA GRENFELL TOWER

Al via inchiesta a 6 mesi dalla strage

Il 14 giugno, 71 persone sono morte nel rogo divampato nell'edificio popolare di 24 piani
Bashar al Assad e Vladimir Putin
SIRIA

Putin ordina il ritiro delle truppe

Il presidente russo: "Sconfitto il più agguerrito gruppo terroristico del mondo"
Uno scatto della mostra
FOTOGRAFIA

Il Salento di inizio '900 negli scatti di Palumbo

Al Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari di Roma la mostra "Visioni del Sud"