VENERDÌ 29 MAGGIO 2015, 16:15, IN TERRIS

CILE: MIGLIAIA IN PIAZZA CONTRO LA VIOLENZA POLIZIA

La manifestazione, iniziata in maniera pacifica, è terminata poi con scontri e tensioni

AUTORE OSPITE
CILE: MIGLIAIA IN PIAZZA CONTRO LA VIOLENZA POLIZIA
CILE: MIGLIAIA IN PIAZZA CONTRO LA VIOLENZA POLIZIA
A Santiago del Cile migliaia di persone sono scese in piazza per protestare contro la repressione della polizia e la riforma educativa in corso, considerata insufficiente. L’occasione si è presentata la scorsa settimana, quando un universitario era rimasto gravemente ferito da un idrante usato dai carabinieri durante una manifestazione. Convocata dalla Confederazione degli studenti cileni, anche quest’ultima profesta è degenerata e nella capitale si sono registrati scontri con le forze dell’ordine, lanci di bombe molotov e incendi.

Gli scontri con la polizia sono avvenuti proprio nel centro di Santiago, davanti alla sede del governo, dove gli studenti sono arrivati dopo aver tentato di incendiare e danneggiare diversi negozi vicini. Malgrado la manifestazione fosse iniziata in forma pacifica, con balli e canti, poi è degenerata a causa di piccoli gruppi che hanno agitato la massa. La marcia era stata organizzata contro la repressione della polizia, perché uno studente dell’Università Cattolica del Cile, dopo essere stato ferito dai getti d’acqua degli idranti, adesso è grave e lotta per la vita.

Ieri sera, secondo gli organizzatori, erano più di 100mila le persone al corteo, che era stato organizzato in orario serale per permettere ai lavoratori di appoggiare gli studenti che da due anni chiedono la riforma del sistema educativo, con istruzione gratuita per tutti. Nella mattina, la polizia ha dovuto disperdere gli studenti che volevano marciare in manifestazioni non autorizzate a Santiago, e anche nel vicino porto di Valparaiso ci sono stati scontri. Comunque, la presidente cilena, la socialista Michelle Bachelet, ha in parte riformato il sistema scolastico, ma la gratuità resta appannaggio solo dei più poveri. Ieri il Ministro dell’interno ha reso noto che verrà aperta un’inchiesta per individuare i responsabili dell’aggressione al ragazzo la scorsa settimana, dopo che la polizia aveva negato tutto, ma è stato diffuso un video che documento l’intervento violento delle forze dell’ordine, fatto che ha provocato l’intervento delle autorità del governo.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
Brexit (repertorio)
BREXIT

Ok del Consiglio alla "fase due"

May: "Passo importante". I leader Ue: "Ora inizia il difficile"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana