VENERDÌ 17 APRILE 2015, 10:37, IN TERRIS

CILE, MAXI PROTESTA STUDENTESCA CONTRO LA CORRUZIONE NEL GOVERNO BACHELET

Secondo le autorità sono circa 20 mila le persone che vi hanno preso parte, gli organizzatori parlano di oltre 150 mila

MANUELA PETRINI
CILE, MAXI PROTESTA STUDENTESCA CONTRO LA CORRUZIONE NEL GOVERNO BACHELET
CILE, MAXI PROTESTA STUDENTESCA CONTRO LA CORRUZIONE NEL GOVERNO BACHELET
La prima grande marcia dell'anno degli studenti, convocata dalla confederazione degli Studenti del Cile, si è svolta ieri a Santiago, e in altre città come Valparaiso e Concepcion, sotto lo slogan "Ni corruptos ni empresarios, que Chile decida su educacion" ( Né corotti nè impresari, che il Cile decida la sua educazione). Sono migliaia, tra studenti, educatori e lavoratori che si sono riversati in una delle vie principali della capitale cilena, l'Alameda, e in altre arterie laterali. Secondo le autorità sono circa 20 mila le persone che vi hanno preso parte, di gran lunga superiori le stime degli organizzatori che parlano di oltre 150 mila partecipanti.

Le migliaia di persone che hanno preso parte alla marcia, hanno manifestato per il modo con cui si sta conducendo l'implementazione della riforma dell'educazione e contro tutti gli scandali politici e di corruzione che sono scoppiati nel Paese.

A gennaio, dopo un anno di tramiti legislativi, la presidente Michelle Bachelet è riuscita far approvare la prima parte della riforma del sistema scolastico che le è valso la rielezione. Però mentre si celebrano questi risultati è scoppiato un caso di presunta corruzione che coinvolge il suo figlio maggiore, Sebastian Davalos, e la moglie Natalia Compagnon. I due sono accusati di aver effettuato una compra-vendita milionaria di terreni utilizzando "informazioni privilegiate".

Inoltre due degli impresari più influenti del Cile, Carlos Délano y carlos Lavin, sono agli arresti da più di un mese per lo scandalo denominato "caso Penta", che li vede coinvolte in frodi tributarie, tangenti e finanziamenti illegali di politici. Dopo il caso Penta è scoppiato il "caso Soquimich", nell'ambito del quale si sta investigando su una miniera controllata dall'ex genero del dittatore Augusto Pinochet.

Gli investigatori hanno raccolto delle prove che indicano che il gruppo Penta diede vita ad una struttura irregolare per evadere il fisco attraverso una falsa fatturazione, e sempre nello stesso modo finanziare illecitamente parlamentari, incluso l'ex candidato alla presidenza Andés Velasco, il quale si scontrò, ma usci sconfitto in una elezione primaria nel 2013 contro l'attuale presidente Michelle Bachelet.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
Spelacchio
NATALE A ROMA

"Spelacchio", l'albero più sbeffeggiato sui social

L'abete di Piazza Venezia è considerato uno dei peggiori che Roma Capitale abbia mai avuto
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti