LUNEDÌ 14 OTTOBRE 2019, 14:35, IN TERRIS

IL PROCESSO

Catalogna, condannati i leader indipendentisti

Pene dai 9 ai 13 anni di carcere per Junqueras e gli ex del Parlament che autoproclamò l'indipendenza

DAMIANO MATTANA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Manifesto per Oriol Junqueras
Manifesto per Oriol Junqueras
D

odici ex leader catalani e pene che vanno dai 9 ai 13 anni di reclusione: era il giorno del verdetto per il fu Parlament della Catalogna che, poco più di due anni fa, entrò in collisione con il governo spagnolo per aver dichiarato la propria indipendenza dall'autorità centrale, arrivata al termine di un referendum non autorizzato che aveva di fatto azzerato i rapporti diplomatici tra l'allora presidente della Generalitat, Carles Puigdemont, e l'esecutivo guidato da Mariano Rajoy. Nomi importanti fra gli imputati, non quello dell'ex leader, da tempo in Belgio e ancora oggetto di un ordine di arresto in Spagna (e per il quale potrebbe a breve essere emesso un nuovo mandato internazionale). C'è Oriol Junqueras fra i condannati, il numero due del Parlament che proclamò l'indipendenza e, al momento, unico membro d'alto rango ad aver scelto di affrontare il procedimento giudiziario, guadagnandosi i gradi di uomo-simbolo della lotta per l'indipendenza: lui, come i suoi undici compagni, sono stati riconosciuti colpevoli di sedizione e appropriazione indebita ma, secondo quanto riferito dai media spagnoli, non di ribellione, un'ipotesi di reato che sarebbe stata punibile con 25 anni di reclusione (come peraltro richiesto dall'accusa).


Le condanne

Nove imputati su dodici hanno ricevuto pene detentive: tra questi c'è lo stesso Junqueras (13 anni, la pena più pesante), assieme agli altri membri di spicco della Generalitat guidata da Puigdemont finiti a processo come Carmen Forcadell (ex speaker del parlamento e condannata a 11 anni e mezzo) e i ministri Dolors Bassa, Raul Romeva e Jordi Turull (dodici anni), Joaquim Forn e Josep Rull (dieci anni e mezzo). Carcere anche per i due leader indipendentisi Jordi Sanchez, numero uno di Anc, e Jordi Cuixart, di Omnium Cultural, nove anni a entrambi. Solo ammende per gli ultimi tre imputati, tutti a piede libero, Carles Mundó, Meritxell Borràs, Santi Vila. Verdetti che chiudono uno dei processi più seguiti della storia recente della Spagna, con reazioni di condanna arrivate da tutte le principali personalità catalane, a cominciare dall'ex presidente della Regione, Puigdemont, che ha definito "barbara" la decisione dei giudici, dichiarandosi "ora più che mai" al fianco dei suoi ex compagni e delle loro famiglie, incoraggiando una reazione come mai prima d'ora. Addirittura il Barcellona ha apertamente condannato il verdetto, attraverso un comunicato ufficiale sul proprio account Twitter.

Va in archivio un altro capitolo della vicenda Catalogna che, due anni fa, attirò le attenzioni dell'Europa intera con la sua unilaterale dichiarazione d'indipendenza e tutte le vicende che sarebbero seguite, dalla dura repressione delle manifestazioni indipendentiste al naufragio delle ambizioni di distacco da Madrid con la sospensione del Parlament (tramite applicazione dell'articolo 155 della Costituzione spagnola). 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
SFRUTTAMENTO LAVORATIVO

Approvato il primo piano nazionale contro il caporalato

Dieci le azioni prioritarie del piano, tra cui anche assistenza, protezione e reinserimento socio-lavorativo delle vittime
In primo piano, la cosiddetta
ITALIA

Scampia, inizia la demolizione della Vela: "Non siamo solo Gomorra"

Il plauso del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: "Una nuova periferia è possibile"
UDIENZA PONTIFICIA

"Etica ecologica contro l'egolatria"

Papa Francesco traccia le prospettive dell'educazione cattolica nel terzo millennio globalizzato
Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi
POLITICA

Il piano di Renzi per l'Italia. Presto l'incontro con Conte

Il leader di Iv pensa a come rilanciare il Paese. Timore per una destabilizzazione del governo
Panetto di cocaina
OPERAZIONE ANTIDROGA

Roma: sequestrata cocaina per un valore di 35mila euro

Cinque arresti, il commento del capitano Passaquieti della Compagnia di Frascati
Il bacio dell'uomo disabile a Papa Francesco - Foto © Andrew Medichini per AP
GESTI DI MISERICORDIA

Quel bacio al Papa che ha commosso il mondo

Ieri in udienza il Pontefice ha ricevuto un "regalo" inaspettato
MEDIO ORIENTE

In soccorso del Libano sull'orlo della bancarotta

Beirut chiede aiuto al Fondo Monetario internazionale. La drammatica situazione economica e finanziaria del Paese con più...
Il cantiere navale di Taranto
TARANTO

Tangenti per appalti della Marina Militare: 12 arresti

Il totale degli importi relativi alle gare veniva equamente diviso fra gli indagati
Rifugiati siriani in un punto di raccolta degli approvvigionamenti - Foto © The New York Times
EMERGENZA UMANITARIA

In Siria i profughi stanno vivendo la fine del mondo

Da dicembre in 900mila hanno lasciato le case per i bombardamenti. Procedono i negoziati
SOLIDARIETÀ

Pet therapy per l'oncologia pediatrica

Sulla Collina degli Elfi, in provincia di Cuneo, gli animali regalano un sorriso ai bambini malati di tumore. Ora una raccolta...
Il luogo della deflagrazione
CATANIA

Bomba davanti a un distributore, morto il ladro

Il giovane, non identificato, era assieme a un complice che è fuggito
EMERGENZA RAZZISMO

"La strage xenofoba di Hanau nasce dall'ignoranza della storia e dall'odio"

Intervista a Interris.it del vescovo Enrico dal Covolo, Assessore del Pontificio Comitato di Scienze Storiche
Il luogo della strage
GERMANIA

Strage di Hanau: 11 morti. Il cordoglio della Merkel

Il killer è un estremista di destra, Tobias R: "Alcuni popoli vanno annientati". Uccisa anche la madre
La disinfezione delle strade
CORONAVIRUS

Cina: "Gli sforzi per il controllo dell'epidemia stanno funzionando"

Morti due passeggeri della Diamond Princess. Scoperta "l'untrice" della Corea del Sud
Prostituzione minorile
AUDIZIONE

Roma: 31 procedimenti per prostituzione minorile

La pm Monteleone: "In aumeno i reati di pedopornografia e molestie sessuali"
Sandra Sabatini
RIMINI

Il 14 giugno la beatificazione di Sandra Sabattini

Alla Fiera di Rimini per ospitare tutti i membri della Comunità Papa Giovanni XXIII