MARTEDÌ 11 GIUGNO 2019, 18:52, IN TERRIS


RUSSIA

Caso Golunov: ritirate le accuse per droga

Il reporter è stato rilasciato. Annunciato il licenziamento dei poliziotti che lo hanno arrestato

L.L.M
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Ivan Golunov dietro le sbarre
Ivan Golunov dietro le sbarre
L

e accuse per droga contro il giornalista investigativo russo Ivan Golunov di Meduza, noto per le sue inchieste sulla corruzione, sono state ritirate. Lo ha dichiarato il ministro dell'Interno, Vladimir Kolokoltsev, che ha annunciato "per oggi" il suo rilascio dagli arresti domiciliari. Parole alle quali ha dato seguito con i fatti, visto che il reporter è stato scarcerato qualche ora più tardi.


Provvedimenti

Kolokoltsev ha anche comunicato che due alti funzionari di polizia coinvolti nell'arresto saranno licenziati. Si tratta del capo della polizia di Mosca occidentale, il maggior generale Andrei Puchkov, e del capo del dipartimento di polizia di Mosca per il narcotraffico, il maggior generale Yury Devyatkin


La vicenda

Sul corpo di Golunov quale gli esperti non avevano trovato tracce di droga. Poco dopo, è emerso che le foto diffuse sulla droga sequestrata nella sua abitazione erano false, il che rende plausibile che il reporter fosse stato incastrato in un'operazione orchestrata come vendetta per le sue inchieste scomode. 


Mobilitazione

Ieri i tre più autorevoli quotidiani nazionali - Kommersant, Vedemosti e Rbk - erano usciti con la stessa prima pagina, con la scritta a caratteri cubitali "Io, noi siamo Ivan Golunov". Con l'iniziativa senza precedenti - che ha coinvolto una testata come Kommersant, di proprietà del colosso statale del gas Gazprom - i giornali avevano denunciato il procedimento penale contro il 36enne cronista come un atto di intimidazione contro la società russa e avevano chiesto un'indagine sugli agenti che lo hanno arrestato e, secondo quanto riferito da Golunov, malmenato. Successivamente la presidente del Consiglio della Federazione (il Senato russo), Valentina Matviyenko, aveva definito il caso "una brutta storia". Un commento simile, proveniente da una figura considerata fedelissima del presidente Vladimir Putin,aveva incoraggiato i sostenitori e colleghi di Golunov, lasciando prevedere una felice conclusione della vicenda. 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
TAGS
russia
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'Hindu Raj
PAKISTAN

Alpinisti italiani travolti da una valanga

L'ambasciata: "Non ci sono vittime fra i nostri connazionali". Morto un pachistano
La centrale di Arak
L€ATOMICA

Nucleare: l’accordo tra Usa e Iran non esiste più

Entro dieci giorni Teheran potrebbe produrre 300Kg di uranio
Franco Zeffirelli
CINEMA

Zeffirelli, Firenze rende omaggio al suo maestro

La camera ardente del regista allestita a Palazzo Vecchio
Salvini arriva a Washington
WASHINGTON

Salvini all'Ue: "Non accettiamo più briciole"

Da Oltreoceano il vicepremier manda un messaggio alle istituzioni europee: "Flat tax sì, fatevene una ragione"
Francesco Belsito
LA SENTENZA

Processo Siram: assolto Belsito

Il pm aveva chiesto 4 anni per l'ex tesoriere della Lega Nord
Luca Poniz
NOMINE

Csm, Poniz: "Politica si assuma responsabilità"

Il neo presidente dell'Anm: "Da tempo criticavo la magistratura associata"
BERGAMO

Travolto al posto di controllo, morto un carabiniere

Investimento nella notte, il conducente forse era ubriaco
INCIDENTI STRADALI

Roma, donna investita da autobus è grave

Sulla ricostruzione della dinamica sta lavorando la Polizia Locale
Paramilitare
AMERICA LATINA

Nicaragua: i paramilitari attaccano due chiese

Lanciate bombe “stordenti” e colpiti i fedeli all'uscita delle celebrazioni eucaristiche
Il blackout
L'EVENTO

Maxi-blackout, al via le indagini in Argentina e Uruguay

Servizio ripristinato dopo oltre 15 ore. L'inchiesta accerterà le cause del guasto
LOTTA AGLI STUPEFACENTI

Palermo: sbarca con 21 chili di droga, arrestato

Misura cautelare effettuata nei confronti di un incensurato
Bomba carta (immagine di repertorio)
RIONE SAN GAETANO

Bomba carta e "stesa" a Napoli: scene da guerriglia

L'ordigno artigianale è esploso davanti l'ingresso di una palazzina di via Teano
La petroliera in fiamme nel golfo di Oman
MARE DI OMAN

Attacco alle petroliere: gli Usa valutano l'invio di truppe

Ma il Giappone chiede agli Usa "Prove concrete" contro l'Iran "oltre le speculazioni"
Joshua Wong
ASIA

Hong Kong: è libero il leader degli ombrelli

Scontata la pena di due mesi per le manifestazioni del 2014
Mario Conoci
ELEZIONI COMUNALI IN SARDEGNA

Mario Conoci è il nuovo sindaco di Alghero

Centrodestra in testa anche a Cagliari, il Centrosinistra a Sassari
Lavoro

Zero, qualcosina

In questi ultimi giorni si è data enfasi sulla crescita dell'occupazione in modo tale che i media potessero...