LUNEDÌ 02 DICEMBRE 2019, 23:03, IN TERRIS

LA PROTESTA

Caso Caruana, Muscat assediato in Parlamento

I manifestanti bloccano le uscite e lanciano uova contro i parlamentari laburisti. Il premier si difende:

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Manifestazione per Daphne Caruana Galizia
Manifestazione per Daphne Caruana Galizia
U

n vero e proprio assedio quello messo in atto dai maltesi nei confronti del premier Joseph Muscat, travolto dallo scandalo legato all'omicidio di Daphne Caruana Galizia e, ora, non più sotto pressione esclusivamente da un punto di vista politico. In migliaia, infatti, sono tornati in strada a La Valletta per manifestare contro il premier chiedendone le dimissioni, proprio nel giorno in cui la famiglia della reporter ha presentato un esposto al Tribunale per richiedere un'indagine a carico dello stesso Muscat in relazione, perlopiù, alla permanenza di Keith Schembri (ex capo di gabinetto) alle riunioni con l'intelligence, invitandolo a desistere dall'essere ulteriormente coinvolto nelle indagini sull'assassinio di Caruana.


Manifestazioni

A poco è servita la conferma della fiducia da parte del partito laburista, così come la promessa delle dimissioni entro il mese prossimo: una folla composta da migliaia di persone, fra le quali anche molti sostenitori dei Lab, hanno invaso le strade e costretto la Polizia a enormi sforzi per contenere la marea umana, che ha di fatto bloccato una delle due uscite del Parlamento. Momenti di protesta vibrante, con i manifestanti che hanno lanciato uova e ortaggi verso i parlamentari laburisti (rei di aver concesso la fiducia a Muscat) e le altre forze politiche a fare pressione sulla maggioranza, dapprima disertando l'aula e, successivamente, intrattenendo discussioni accese, come nel caso di due rappresentanti del Parlamento che, a quanto pare, sarebbero quasi finiti alle mani.


La difesa

Nel frattempo, in un'Aula praticamente vuota, Muscat ha provato a mettere insieme la sua arringa difensiva, spiegando che "quando Daphne Caruana Galizia è stata uccisa, ho promesso di fare tutto il possibile fino a quando i colpevoli non sono saranno assicurati alla giustizia", assicurando di non aver negoziato con l'intermediario e che sarebbero state Autorità giudiziaria e polizia a farlo, palesando la possibilità dell'immunità all'uomo qualora avesse fornito informazioni ritenute estremamente utili per l'identificazione del sospetto mandante. Gli occhi sono caduti, pochissime ore dopo, sul miliardario maltese Yorgen Fenech, fermato mentre cercava di lasciare il Paese e ora formalmente incriminato come sospetto mandante dell'omicidio di Daphne: "Ho firmato una lettera con il capo della polizia e il giudice - ha detto riferendosi al caso dell'intermediario - in cui avrei proposto il perdono dopo la sua collaborazione. Ho la piena responsabilità di questa decisione. Gli investigatori hanno analizzato le informazioni e sono state chiarite con la persona interessata. Sono stato poi informato dal giudice e dal capo della polizia che c'erano prove sufficienti per essere confermate

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La bandiera italiana sventola sul Palazzo del Quirinale, 30 maggio 2018 - Foto © Tony Gentile per Reuters

Italia senza previsioni

Il rapporto del CENSIS, la Fondazione presieduta dal sociologo cattolico Giuseppe De Rita, ha messo, come di consueto,...
Giuseppe Conte e Roberto Gualtieri
GOVERNO

Manovra, accordo su plastic e sugar tax

Una rinviata a luglio e ridotta dell'85%, l'altra a ottobre. Il premier: "Recessione scongiurata, non siamo il...
Mario Sossi durante il rapimento
MAGISTRATURA

E' morto il giudice Mario Sossi: fu rapito dalle Br

Pubblico ministero nel processo alla XXII Ottobre: il suo sequestro durò oltre un mese
Il vertice di maggioranza
GOVERNO

Manovra, braccio di ferro sulle microtasse

Frizione Italia Viva-Pd, sospeso il vertice. Bellanova: "Con plastic e sugar tax si rischia il disastro occupazionale"
Pedoni solitari
53° RAPPORTO CENSIS

Italiani sempre più ansiosi e dipendenti da smartphone

Lo scenario politico odierno è affollato da "non decisioni"
Bimba in lacrime al nido
VARESE

Maltratta i bimbi e si apparta col compagno: maestra sospesa

"Guardati, fai schifo", "piangi che così ti passa" sono le frasi rivolte alle piccole vittime del...
Cristiani filippini in preghiera
FILIPPINE

Anno pastorale: "Ecumenismo, dialogo interreligioso e popoli indigeni"

Vescovi: "La Chiesa esorta i fedeli a collaborare con persone di altre religioni e culture per la pace"
Alluvioni e fiumi in piena in Burundi
METEO

Il maltempo mette in ginocchio il Burundi: già 28 morti

Nove Paesi dell'Africa orientale stanno subendo gli effetti delle piogge con frane e alluvioni
Volontarie della croce rossa e personale ospedaliero
SALUTE

Firmato accordo tra Croce rossa e Campus bio-medico

Le crocerossine, con la loro attività di volontariato, supporteranno l’attività infermieristica
La polizia circonda il furgone Ups dopo l'inseguimento
FLORIDA

La rapina finisce in tragedia: 4 morti a Miami

I banditi fermati dopo un lungo inseguimento: due "vittime collaterali" e una donna ferita alla testa
Un bambino migrante
MIGRANTI

Quasi 6500 minori non accompagnati vivono in centri d’accoglienza

Unicef: "Altri 5000 giovani migranti e rifugiati arrivati nel nostro Paese soli sono irreperibili"

Sondaggio che va, sondaggio che viene

Abbiamo sottolineato più volte che la politica ormai è scandita da sondaggi. Bene che vada settimanali....