MARTEDÌ 01 SETTEMBRE 2015, 11:39, IN TERRIS

CAOS A BUDAPEST, CENTINAIA DI PROFUGHI PROTESTANO CONTRO LA CHIUSURA DELLA STAZIONE

La struttura è stata riaperta ma non per i migranti che sono rimasti ammassati in un piazzale antistante in attesa di poter partire per la Germania

EDITH DRISCOLL
CAOS A BUDAPEST, CENTINAIA DI PROFUGHI PROTESTANO CONTRO LA CHIUSURA DELLA STAZIONE
CAOS A BUDAPEST, CENTINAIA DI PROFUGHI PROTESTANO CONTRO LA CHIUSURA DELLA STAZIONE
"Germania, Germania". E' il grido di centinaia di profughi che hanno improvvisato una manifestazione davanti alla principale stazione di Budapest, subito dopo l'ordine di evacuazione diffuso tramite gli alto parlanti. Dopo un nuovo tentativo, stamattina, da parte di circa 500 migranti di salire a bordo dell'ultimo treno per Vienna, la polizia ha avviato lo sgombero della stazione di Keleti, mentre tramite altoparlanti veniva annunciato il blocco di tutti i convogli, in partenza e in arrivo.

Durante il mese di agosto circa 2000 migranti si sono riversati verso l'Ungheria - Paese membro della zona di libera circolazione Schengen - che tuttavia ha sostenuto di non poter emettere visti europei per lasciarli procedere verso Ovest. Solo in agosto, circa 50mila migranti sono entrati in Ungheria, i più con la speranza di poter arrivare in Germania. Ieri treni carichi di migranti dall'Ungheria sono giunti a Vienna, facendo registrare nella capitale austriaca un flusso record di 3.650 arrivi in un solo giorno.

Nel frattempo le autorità dell'Ungheria hanno deciso di riaprire la principale stazione della capitale, rimasta chiusa stamane per oltre un'ora, ma non permette ai migranti ammassati all'esterno, nella piazza antistante, di entrarvi. Centinaia di profughi sono rimasti ammassati all'esterno della struttura, chiedendo di poter salire sui treni per andare in Germania.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"
polizia somala
SOMALIA

Sangue a Mogadiscio: attentato in una scuola di polizia

Un uomo del gruppo al-Shabaab si è fatto saltare in aria: almeno 17 morti
La navetta Soyuz
MISSIONE VITA

Rientrata la Soyuz con a bordo Paolo Nespoli

La navetta è atterrata nella steppa del Kazakistan dopo 139 giorni nello spazio
Valeria Fedeli

La ministra

La ministra dell'Istruzione, in un'intervista al ‘Mattino’ di Napoli, ha annunciato che...
Il ministro Mohamed Taher Siala
MIGRANTI

Tripoli replica ad Amnesty: "Rapporto esagerato"

Il ministro libico degli Esteri: "L'Italia ci sta aiutando. Abusi? C'è una commissione al lavoro"