LUNEDÌ 13 APRILE 2015, 10:47, IN TERRIS

BRASILE, OLTRE UN MILIONE DI PERSONE IN STRADA CONTRO LA ROUSSEFF

La manifestazione si è svolta in quasi 200 città carioca

MILENA CASTIGLI
BRASILE, OLTRE UN MILIONE DI PERSONE IN STRADA CONTRO LA ROUSSEFF
BRASILE, OLTRE UN MILIONE DI PERSONE IN STRADA CONTRO LA ROUSSEFF
Domenica 12 aprile in Brasile centinaia di migliaia di persone hanno partecipato a una manifestazione  contro la corruzione e contro il governo presieduto da Dilma Rousseff. Secondo gli organizzatori, circa un milione e mezzo di cittadini ha marciato in 195 città della vasta Nazione sudamericana scandendo slogan come "Dilma vattene" e "governo corrotto”. La polizia ha però ridimensionato la cifra limitandola a “soli” 700 mila partecipanti.

Il recente colloquio avuto dalla Rousseff con il Presidente americano Barack Obama durante il vertice di Panama – dopo due anni di tensioni diplomatiche a causa dello scandalo delle intercettazioni della National Security Agency - sembra non sia stato sufficiente a placare gli animi dei suoi elettori. Il consenso della Rousseff, rieletta per il suo secondo mandato presidenziale solo 6 mesi fa, è crollato a causa dello scandalo Petrobras e dell'impennata dell'inflazione e del costo delle forniture di acqua, elettricità e gas che sono salite alle stelle.

Secondo i magistrati, i vertici della società statale Petroleo Brasileiro Sa (Petrobras) negli ultimi anni avrebbero organizzato un sistema di tangenti legato ai contratti della compagnia petrolifera, con grandi quantità di denaro che sarebbero passati a diversi esponenti politici. L’inchiesta sta riguardando più di 50 persone e, secondo le opposizioni, molti dei casi di corruzione si verificarono negli anni in cui Rousseff era a capo di Petrobras. La Presidente ha però negato qualsiasi coinvolgimento diretto ed è stata esclusa dall’indagine, ma sono coinvolti alcuni esponenti del suo Partito dei Lavoratori. Ciò è stato sufficiente per far riversare nelle strade un milione e mezzo di persone che ne chiedono le dimissioni.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...
prostitute
PROSTITUZIONE

Cisl Campania contro la tratta

Una conferenza a Napoli per promuovere strumenti di contrasto al fenomeno
L'esultanza dei Granata
CALCIO | SERIE A

Lazio, Immobile-rosso: il Toro espugna l'Olimpico

I granata vincono 3-1 a Roma ma è furia biancoceleste per l'espulsione dell'attaccante
VAPRIO D'ADDA

Uccise ladro in casa: archiviata l'accusa di omicidio

Riconosciuta la legittima difesa a Francesco Sicignano: colpì a morte un giovane albanese nel 2015
Luigi Di Maio
FESTIVITÀ

Negozi chiusi a Natale,
Di Maio: "Famiglie più felici"

Il candidato premier torna sulla proposta di legge di Dell'Orco: "Tutti hanno diritto al riposo"