MERCOLEDÌ 31 AGOSTO 2016, 19:29, IN TERRIS

BRASILE, IL SENATO APPROVA L'IMPEACHMENT: DESTITUITA LA ROUSSEFF

I senatori non hanno approvato l'interdizione di Dilma dai pubblici uffici

MANUELA PETRINI
BRASILE, IL SENATO APPROVA L'IMPEACHMENT: DESTITUITA LA ROUSSEFF
BRASILE, IL SENATO APPROVA L'IMPEACHMENT: DESTITUITA LA ROUSSEFF
Dilma non è più la "presidenta" del Brasile. Infatti, con 61 voti a favore e 20 contrari, il Senato brasiliano ha deciso di destituire la Rousseff dal suo incarico di capo di Stato del Brasile, ruolo che verrà ricoperta da quello che era il suo vice, Michel Temer e che da maggio scorso ha ricoperto il ruolo di presidente ad interim.

Temer, che a breve si insedierà come 37esimo presidente del Paese carioca, ha registrato un breve messaggio alla nazione in cui spiega e assicura che il suo "sarà un governo di pacificazione nazionale". "Non ci sono né vincitori né vinti", ha sottolineato nel suo messaggio con il quale si rivolge anche alla nuova opposizione, capeggiata dal Partito dei lavoratori di Dilma e Lula.

Nonostante il Senato brasiliano abbia deciso per la sua destituzione, per la Rousseff non è stata approvata l'interdizione dai pubblici uffici per otto anni. I voti a favore sono stati 42, 36 i contrari e 3 astenuti. Il quorum per l'approvazione era dei due terzi dei senatori, 54 su 81. Dilma risulta così ancora eleggibile.

Nella giornata di martedì, la Rousseff si era presentata in Senato dove aveva tenuto la sua arringa difensiva. “Tutti sanno che l’impeachment è un’ingiusta condanna a morte politica. Sono innocente", aveva dichiarato Dilma di fronte ai Senatori prima di sottolineare la sua intenzione di non abdicare "ai principi di democrazia, di onestà e di giustizia per i quali ho lottato durante la dittatura, quando ho sofferto sulla mia carne la tortura e ho visto compagni e compagne violentati e assassinati. Lotto per la democrazia e la giustizia ma sento il sapore amaro dell’ingiustizia, come durante la dittatura. Le accuse contro di me sono un pretesto per un golpe costituzionale, si invoca ipocritamente la costituzione per legittimare un nuovo governo che non ha legittimazione popolare”.

 

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Un frame del film
CINEMA

"Augustine", la vita di Sant'Agostino diventa un film

Grande produzione internazionale tra Algeria e Tunisia diretta da Samir Seif
Il sindaco di Cerignola, Franco Metta
CERIGNOLA

Il Sindaco ai malavitosi: "Siete quattro vigliacchi"

Su Facebook la video-denuncia: "Non vi lasceremo questa città, combatteremo fino alla fine"
Olimpiadi 2018 in Corea del Sud
OLIMPIADI 2018

La Corea del Nord cancella i sopralluoghi al Sud

Kim Jong-un annuncia una parata militare l'8 febbraio
Il cantante Bob Dylan
TOUR ITALIANO

Dylan annuncia tre nuove date dopo il tutto esaurito

Genova, Jesolo e Verona le tappe. Biglietti già in vendita
La linea 80 di Milano
MILANO

Aggredito sul bus da adolescenti, reagisce e ne accoltella uno

Il ferito, un 17enne, non è in pericolo di vita
Un particolare dell'arazzo di Bayeux
ELISEO

Dopo 950 anni l'arazzo di Bayeux potrebbe lasciare la Francia

Ritrae la Battaglia di Hastings e racconta la conquista normanna dell'Inghilterra
Un messaggio di posta certificata (Pec)
CODICE DELLA STRADA

Novità: le multe arriveranno via mail

Qualora non fosse possibili, arriverà per posta ordinaria
Grillo e Di Maio
GRILLO - DI MAIO

Appello ai gruppi in caso di scofitta alle elezioni

Il candidato premier del M5S: "No a spartizioni di poltrone o di potere, ma soluzioni concrete ai problemi del Paese"
L'hot spot di Lampedusa
LAMPEDUSA

Migranti: sassaiola contro le forze ordine

Ferito un carabiniere alla testa
Eugenio Scalfari e Carlo De Benedetti

La 'Repubblica' degli stracci

Volano gli stracci tra il fondatore Eugenio Scalfari e l’ex editore Carlo De Benedetti del quotidiano...
Mark Zuckerberg
RIVOLUZIONE FACEBOOK

Zuckerberg argina le fake: "Gli utenti decideranno le fonti migliori"

Grandi cambiamenti per il social: "Cambia il news feed: meno notizie ma più qualità"
STATI UNITI

Un anno di Trump

Dalla flat tax all'incontro col Papa, dalla Corea al Russiagate fino a Gerusalemme: 12 mesi da Tycoon