GIOVEDÌ 19 SETTEMBRE 2019, 22:56, IN TERRIS


TUNISIA

Ben Ali, il presidente deposto dalla Primavera araba

Al potere dall'87 al 2011, quando la rivoluzione popolare lo destituì: l'ex presidente è morto in Arabia Saudita

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
L'ex presidente Ben Ali
L'ex presidente Ben Ali
V

entitre anni di presidenza, ai quali mise fine una rivoluzione. Anzi, per l'esattezza l'unica delle primavere arabe ad aver avuto una conclusione evidentemente democratica. E' morto a 83 anni Zine El Abidine Ben Ali, presidente di lungo corso della Tunisia, a meno di una settimana dalla terza tornata elettorale dalla fine della sua presidenza, risalente nel 2011. Era in esilio Ben Ali, in Arabia Saudita, dove aveva trascorso gli ultimi otto anni della sua vita, dopo aver ricevuto due condanne (una a 35 anni per furto e appropriazione indebita, l'altra a 20 per accuse estremamente pesanti come incitamento al disordine, omicidi e saccheggi sul territorio tunisino) ed essere stato allontanato da quello stesso popolo che aveva accompagnato il suo colpo di stato nel 1987 senza opporsi, restando fedele alla linea occidentalista avviata già dal vecchio presidente Habib Bourguiba.


Ascesa e declino

Bourguiba, all'epoca già ultraottantenne, lo rimosse appellandosi ai suoi medici, favorevoli nell'indicare il leader del Paese, emblema della lotta anti-coloniale, come ormai incapace di assolvere al suo compito di guida della Tunisia. Ben Ali, allora primo ministro, fece leva sulla Costituzione tunisina (che su questo tema lo appoggiava tramite l'articolo 57) e si guadagnò la presidenza in modo lineare, promettendo continuità rispetto alla politica di Bourguiba e avviando immediatamente una riforma economica che contribuì a risollevare le sorti di un Paese sull'orlo della crisi, che divenne in una ventina d'anni la più competitiva d'Africa, certificata dal World economic forum a nemmeno dieci anni dalla tornata elettorale che consolidò la leadership del Raggruppamento costituzionale democratico di Ben Ali con una percentuale di oltre il 99% dei consensi. Un traguardo che avrebbe fatto da contraltare a una corruzione dilagante, una disoccupazione preponderante e, nondimeno, una crisi del comparto alimentare che aveva di fatto messo in ginocchio la popolazione tunisina che, dopo 23 anni di presidenza Ben Ali e nella piena folata del vento delle primavere arabe, decise di mettere fine all'era della rivoluzione medica.

Il colpo di stato ordinato che portò Ben Ali alla presidenza vide la sua conclusione sì in una rivoluzione, ma senza rovesciamenti autoritari, come avvenuto in altri Stati. In Tunisia si proseguì con la democrazia che, nonostante i contorni di regime assunti dai suoi 23 anni alla guida del Paese, era rimasta, almeno sulla carta, anche durante la presidenza Ben Ali.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Immagine di repertorio
IL CASO

Milano, il pm sospende il gioco horror

Per gli inquirenti, l'assenza di illuminazione avrebbe messo in pericolo i concorrenti
La statua d'arte indigena, oggetto di controversie, trasportata lungo via della Conciliazione durante la Via Crucis del 19 ottobre scorso - Foto © Andrew Medichini per AP
SINODO PER L'AMAZZONIA

Statue indigene in chiesa gettate nel Tevere. Per alcuni erano pagane

Continua il caso controverso sulle statue di arte indigena collocate in una chiesa durante il Sinodo
Scritta per Desirée sul portone dello stabile dove il suo corpo è stato ritrovato
ROMA

Morte di Desirée, in quattro a processo

La 16enne venne ritrovata priva di vita, un anno fa, in uno stabile abbandonato del quartiere di San Lorenzo
Il libro di don Aldo Buonaiuto,
SASSOFERRATO | ANCONA

Halloween: un viaggio nel mondo nell'occulto

L'incontro tenuto da don Aldo Buoniauto presso la parrocchia di san Facondino
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio
GOVERNO

Manovra, bilaterali coi partiti: Conte prova a ricucire

Il premier incontra le forze di maggioranza per snodare i punti critici. E anche dall'Ue arriva una missiva per chiedere...
L'incendio e i danni al tetto della struttura storica
TORINO

In fiamme la Cavallerizza Reale, patrimonio Unesco

Appendino: "Il tema oggi non è l’occupazione ma che la Cavallerizza così non può stare"
Immagine di repertorio
NUOVI MERCATI

La tecnologia rilancia l'impresa, ma mancano 45 mila tecnici digitali

In agosto recupero della produzione industriale. Richieste nuove competenze e nel weekend 100 mila visitatori a Roma alla fiera...
La merce sequestrata
SALERNO

Contrabbando di tabacchi: 12 arresti

Sospeso il reddito di cittadinanza a cinque dei fermati
Strade allagate
ALLERTA METEO

Nubifragio a Milano, città allagata

Il fiume Seveso è vicino all'esondazione, sotto osservazione anche il Lambro
Pini domestici
EMERGENZA ECOLOGICA

Piano del Campidoglio per le periferie green

In Italia 31 metri quadri di verde a cittadino. Piantare alberi è tra gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo...
Sampdoria-Roma 0-0. Nicolò Zaniolo contrastato da Bertolacci - Foto © Twitter
SERIE A

Ranieri, buona la prima: la Roma sbatte sulla Samp

Pareggio a reti bianche a Marassi. Il Genoa crolla col Parma, l'Inter soffre ma stende il Sassuolo
Maker Faire Rome
SVILUPPO

Enea, verdure spaziali e hi-tech anti-zanzare

Alla rassegna romana degli inventori 4.0 le ultime scoperte dell’ente pubblico di ricerca