MERCOLEDÌ 29 MARZO 2017, 15:10, IN TERRIS

Austria, stretta sui profughi: niente velo in pubblico e vietata la distribuzione del Corano

Inoltre, secondo la legge approvata dall'esecutivo austriaco, i richiedenti asilo saranno obbligati, durante il loro primo anno di permanenza nel Paese, a seguire dei corsi di lingua e cultura tedesca

EDITH DRISCOLL
Austria, stretta sui profughi: niente velo in pubblico e vietata la distribuzione del Corano
Austria, stretta sui profughi: niente velo in pubblico e vietata la distribuzione del Corano
Dopo l'annuncio, nei giorni scorsi, di volersi ritirare dal piano europeo di ricollocazione dei migranti, dall'Austria arriva una nuova stretta sui profughi. Il governo di Vienna, infatti, ha approvato delle misure restrittive che erano state annunciate alla fine di gennaio.

Niente velo in pubblico e no alla distribuzione del Corano


Come già accade in Francia e in Belgio, alle donne musulmane sarà vietato indossare il niqab, ossia il velo integrale islamico che lascia intravedere solo gli occhi. Inoltre, le nuove norme prevedono anche il divieto - per i gruppi islamici salafiti - di distribuire in pubblico copie del Corano. Queste norme restrittive - approvate oggi dal governo di grosse koalition, composto da socialdemocratici e popolari - erano state annunciate alla fine di gennaio e sono state approvate nella giornata di oggi. Il pacchetto di misure restrittive è inquadrato nelle modifiche al piano "sicurezza e migrazione".

Corsi di lingua e cultura tedesca obbligatori


Inoltre, secondo la legge approvata dall'esecutivo austriaco, i richiedenti asilo saranno obbligati, durante il loro primo anno di permanenza nel Paese, a seguire dei corsi di lingua e cultura tedesca. In base a quanto riportato dal quotidiano Daily Sabah, i migranti che si rifiuteranno di aderire al programma, incorreranno in una diminuzione dei sussidi da parte dello Stato.


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
La tomba della regina Elena
IL RITORNO DEL RE

La salma di Vittorio Emanuele III è in Italia

Sarà sepolto a Vicoforte (Cuneo). Emanuele Filiberto: "Dovrebbe riposare al Pantheon"
Vittorio Emanuele III

Il ritorno del Re

Vittorio Emanuele III tornerà dall'esilio e la sua salma sarà trasferita da Alessandria...
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
Reliquia della Beata Anna Maria Adorni
VATICANO

Presentato il nuovo documento sulle reliquie

Pubblicato dalla Congregazione delle Cause dei Santi
SIRIA

La Russia accusa gli Usa: "Addestrano terroristi"

750 miliziani in un campo profughi nel Nord-Est della Siria