SABATO 27 GIUGNO 2015, 000:40, IN TERRIS

ATTENTATO IN FRANCIA, HOLLANDE: "NON BISOGNA CEDERE ALLA PAURA"

Il presunto colpevole è stato intanto fermato dalle autorità

LUCA LA MANTIA
ATTENTATO IN FRANCIA, HOLLANDE:
ATTENTATO IN FRANCIA, HOLLANDE: "NON BISOGNA CEDERE ALLA PAURA"
Un morto e diversi feriti. Questo il bilancio di un attentato di matrice fondamentalista, avvenuto in un impianto di gas industriale a Saint-Quentin-Fallavier, vicino Lione, in Francia. Intorno alle 9.50 uno o più uomini si sono introdotti all’interno dello stabilimento e hanno aperto le valvole provocando una terribile esplosione. Gli attentatori si sono qualificati come miliziani dell’Isis, mostrando drappi jihadisti tenuti in mano.

Vicino alla zona dove è avvenuto l’attacco è stato rivenuto un cadavere decapitato. Si tratterebbe di un gestore di una società di trasporti, che si trovava lì per una consegna e sembra che l’imprenditore sia il datore di lavoro del presunto attentatore. La testa della vittima, ricoperta di scritte in arabo, sarebbe stata infilzata su una staccionata “a svariate decine di metri dal corpo”. Le forze di sicurezza francesi hanno identificato e fermato come autore dell’attentato Yassin Sali, 35 anni. Secondo la stampa locale, l’uomo si era trasferito sei mesi fa, con la moglie e i tre figli, nella periferia di Saint-Priest. Proprio la moglie non si capacita di quello che è successo. Raggiunta telefonicamente dall’emittente Europe1, la donna, visibilmente agitata, afferma di non sapere nulla dell’attentato. “Non so cosa sia successo, l’hanno arrestato?”, chiede, raccontando che Yassin, che lavora come fattorino, è uscito di casa alle 7 per andare a lavorare come tutti i giorni. “Dicono che è un terrorista ma non è possibile. Io lo conosco mio marito… Abbiamo una vita familiare normale, lui esce per andare a lavorare e rientra. Anche ieri sera era normale…”. Il giornalista chiede se Yassin è religioso, lei risponde “si’ siamo musulmani” e il cronista incalza: “Molto osservanti?” “No siamo normali, osserviamo il Ramadan…”. Fermata anche una seconda persona.

L’azienda nella quale è avvenuta la deflagrazione è l’Air Products che si trova in avenue des Arrivaux, nel sud-est della Francia. Sul posto si sono recati il ministro dell’Interno Bernard Cazeneuve, e anche il ministro degli Esteri, Laurent Fabius.

Secondo prime ricostruzioni, sembra che l’uomo si sia recato a lavoro come tutte le mattine, dove ha ucciso il suo datore di lavoro decapitandolo, prima di rimettersi alla guida. Arrivato sul posto si sarebbe fermato per infilzare la testa sulla recinzione e disporre il corpo un po’ più lontano. Quindi sarebbe entrato nel sito di Air Products, fabbrica in cui faceva regolarmente consegne. Sceso dal mezzo, avrebbe appiccato un incendio dove erano le bombole. I vigili del fuoco, avvisati subito, sono arrivati sul posto e uno di loro avrebbe afferrato e immobilizzato l’attentatore.

Il presidente francese, Francois Hollande, ha lasciato il vertice del Consiglio Europeo e sta facendo ritorno a Parigi. “L’indagine sull’attentato è stata affidata all’antiterrorismo – ha annunciato l’inquilino dell’Eliseo – il ministro degli Interni si è recato immediatamente sul luogo dell’attentato con il procuratore e la persona sospettata di aver commesso l’attentato è stata già arrestata e identificata. Il luogo è stato isolato già dai primi minuti e sono state adottate tutte le misure di sicurezza per evitare drammi ulteriori e ulteriori azioni dannose”. Dopo aver confermato l’arresto di un sospetto Hollande ha assicurato che lo Stato farà quello che “i francesi si aspettano: sradicheremo i gruppi responsabili di queste azioni. La sola risposta è l’azione, la prevenzione e la dissuasione e non l’emozione. Non bisogna cedere alla paura”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Andrea La Rosa
MILANO

Trovato morto l'ex calciatore La Rosa

Il 35enne era scomparso lo scorso 16 novembre: il suo corpo è stato rinvenuto nel bagliaio di un'auto
Spiaggia sul Tevere
IL PROGETTO

Tevere, una spiaggia a Ponte Marconi

La sindaca Raggi lo annuncia in Campidoglio: "Lido entro l'estate 2018"
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Mai mentito al Parlamento"

Presidente della Consob: "Parlai della questione con lei"
Le
F1

Niente più "ombrelline" sulla griglia di partenza

Chase Carey: "Una giusta decisione per il futuro dello sport è necessaria"
Il premier italiano, Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Le quote obbligatorie sono il minimo sindacale”

Il Premier al termine del V4: "Serve più impegno da parte della Ue"
Vladimir Putin
RUSSIA

Putin, un fiume in piena

Elezioni, economia e politica estera i temi affrontati in oltre 3 ore di conferenza stampa
Il vicepresidente Usa, Mike Pence
GERUSALEMME CAPITALE

Rinviata la visita di Pence

Viaggio spostato "di qualche giorno". Sulla decisione pesano anche le tensioni con la Palestina
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori