GIOVEDÌ 06 DICEMBRE 2018, 18:02, IN TERRIS


SPAGNA

Anniversario della Costituzione: Sanchez contestato

Fischi per il premier. Podemos non si associa agli applausi per la famiglia reale

REDAZIONE
Pedro Sanchez
Pedro Sanchez
F

ischi per Pedro Sanchez, contestato e invitato ad andarsene durante la commemorazione in Parlamento del 40esimo anniversario della Costituzione spagnola. Ovazione, invece, per la famiglia reale.


Celebrazioni

All'arrivo e al termine delle celebrazioni i monarchi sono stati salutati con affetto dalle decine di cittadini presenti; quando invece è toccato a Sanchez, un settore del pubblico lo ha sonoramente fischiato. Dinanzi alle Cortes riunite in sessione solenne, Felipe VI ha rivendicato la "piena vigenza" degli ideali consacrati nella Carta, ma ha anche spronato ad adattare quella vigente per "una Spagna aperta ai cambiamenti". Il re non si è limitato a ricordare, riconoscere e rivendicare gli ideali e i valori sui quali gli spagnoli si sono ritrovati 40 anni fa, avviando la transizione democratica dopo il regime franchista. Felipe ha voluto anche sottolineare il ruolo svolto dal padre, Juan Carlos I, che ha sostenuto la democrazia in modo "decisivo e determinante". 


La scelta di Podemos

L'ovazione al re emerito non èpiaciuta a Podemos. Pablo Iglesias l'ha definita "vergognosa" con chiaro riferimento agli scandali che hanno coinvolto l'ex re. Iglesias è stato anche l'unico leader di partito che non ha partecipato al saluto protocollare alla Famiglia Reale, prima dell'inizio dell'evento. Accanto a Felipe VI, la regina Letizia, insieme alle figlie, le principesse Leonor e Sofia, oltre a Juan Carlos I e Donna Sofia. I deputati di Unidos Podemos, all'entrata dei reali non hanno applaudito ma sono rimasti in piedi con una spilla appuntata sul bavero della giacca. L'immagine sul monile era il volto di una donna, simbolo della repubblica. 

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Don Buonaiuto a Storie Italiane
PROSTITUZIONE

Don Buonaiuto: "Nessuno ha il diritto di comprare un'altra persona"

Il sacerdote della Papa Giovanni XXIII è intervenuto nella trasmissione "Storie Italiane"
ITALIA

Cresce la sanità integrativa

Ad usufruirne sono 13 milioni di italiani
Smog
SMOG

Dal 19 al 21 febbraio torna il blocco dei diesel

Le regioni interessate sono Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Lazio
I danni alla sede della Lega di Ala
TRENTO

Cellula terroristica di matrice anarchica: 7 arresti

Salvini: "Nessuna tolleranza per violenti e criminali"
Aeroporto di Ciampino
CIAMPINO

Fiamme in aeroporto: evacuato

L'incendio è stato spento. Accertamenti da parte della polizia
Una statua della Madonna danneggiata in India
INTOLLERANZA RELIGIOSA

In India vogliono rimuovere le statue dei sacerdoti

Un leader nazionalista ha detto che il monumento di un missionario gesuita è offensivo