MERCOLEDÌ 13 MARZO 2019, 20:16, IN TERRIS


ETIOPIA | DISASTRO AEREO

Anche gli Usa fermano i Boeing 737

L'annuncio di Donald Trump: "La sicurezza delle persone è la nostra preoccupazione principale"

REDAZIONE
Un Boeing 737
Un Boeing 737
A

lla fine è arrivata l'uniformità richiesta: gli Stati Uniti hanno deciso di fermare i voli dei Boeing 737 Max 8 e anche 9, peraltro con effetto immediato. Ad annunciarlo è stato lo stesso presidente Donald Trump, il quale ha posto come motivazione il desiderio di tutelare gli utenti: "La sicurezza del popolo americano, di tutte le persone - ha detto -, è la nostra preoccupazione principale". Continua dunque ad allungarsi anche nel Continente americano la lista dei Paesi che hanno messo al bando i Boeing gemelli a quello precipitato in Etiopia (e prima ancora in Indonesia), dopo che anche il Canada in giornata aveva disposto il medesimo stop. Gli Usa, nei giorni scorsi, avevano rifiutato di procedere con il blocco, richiedendo però un urgente rinnovamento del software utilizzato dalla compagnia. Nelle ultime ore, però, la pressione di sindacati e aziende era aumentata in modo sistematico, richiedendo a più riprese di uniformare l'atteggiamento degli Usa a quello assunto da altri Paesi nei confronti dei velivoli in questione.


Caos Boeing

Con lo stop imposto praticamente in tutto il Pianeta (nelle scorse ore, in serie, hanno dato l'annuncio anche India, Nuova Zelanda, Vietnam e Kenya) per il costruttore americano la situazione inizia a farsi estremamente difficile visto che, oltre ai velivoli lasciati a terra, molte compagnie aeree stanno puntando i piedi su ordini di acquisto fatti in precedenza, in alcuni casi (come la Lion Air indonesiana, la compagnia in possesso del boeing precipitato a ottobre) rinunciandovi del tutto. Da altre parti, ad esempio dalla Norwegian Airlines, arrivano invece richieste di risarcimento: la compagnia norvegese, infatti, detiene il maggior numero dei velivoli in questione per un totale di ben 20 voli al giorno cancellati. Anche la compagnia dell'ultimo incidente, l'Ethiopian Airlines, avrebbe deciso di rivedere i piani d'acquisto concordati.


La Germania rifiuta la scatole nere

Intanto, anche l'analisi delle scatole nere procede a rilento. L'Etiopia aveva infatti chiesto alla Germania di riceverle e analizzarle ma l'ente federale in questione ha rifiutato il mandato ponendo come motivazione la "mancanza del software necessario" per procedere a un'indagine approfondita, anche per via dei danni subiti da entrambi i registratori nello schianto.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il piatto finito
LA RICETTA DEL WEEKEND

Pennette panna e gamberetti: giocare facile a tavola

Bastano pochi ingredienti per realizzare un piatto da consumare da soli o in famiglia
Rafi Eitan
ISRAELE

Addio a Rafi Eitan, catturò Eichmann

La leggenda del Mossad si è spenta a 92 anni. Pose fine alla latitanza dell'ex SS
Italia-Finlandia 2-0. L'esultanza degli Azzurri dopo la rete di Barella
EURO 2020 | QUALIFICAZIONI

La giovane Italia parte forte: Barella-Kean, Finlandia k.o.

Gli Azzurri s'impongono 2-0 alla Dacia Arena. Qualcosa da sistemare ma la strada è giusta. Esordio per Zaniolo
Urna elettorale
REGIONALI

Basilicata al voto: tutto quello che c'è da sapere

In tre sfidano il centrosinistra, che governa ininterrottamente dal 1995
La nave in difficoltà
NORVEGIA

Nave da crociera in avaria al largo della costa

In corso l'evacuazione dei 1.300 passeggeri. Non ci sono i feriti
Ousseynou Sy
TERRORE BUS MILANO

Gip: "Sy deve restare in carcere"

Confermati anche gli altri reati di sequestro di persona, resistenza e incendio