MERCOLEDÌ 04 SETTEMBRE 2019, 00:01, IN TERRIS

Amazzonia in fiamme, l'appello di una missionaria

Raffaella, dell'Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, da 26 anni vive insieme al marito in Brasile

MANUELA PETRINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Gli incendi in Amazzonia ripresi da una foto satellitare
Gli incendi in Amazzonia ripresi da una foto satellitare
L

a foresta amazzonica sta bruciando, i focolai continuano a moltiplicarsi in quello che è considerato il polmone verde della Terra. Non si tratta però di una mera fatalità stagionale come ha dichiarato il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, ma di un problema che ha radici ben più profonde. Nello stato carioca le chiamano queimadas, tradotto in italiano combustione o bruciare; sono pratiche legate ad un'agricoltura primitiva, principalmente utilizzata per sgomberare la terra per coltivare colture o pascoli, usando il fuoco in modo controllato e causare incendi in foreste, boschi e terreni di grandi dimensioni. 


L'allarme dell'Inpe

A lanciare l'allarme incendi per la foresta amazzonica è stato l'Istituto nazionale di ricerche spaziali del Brasile (Inpe) che ha rilevato un aumento dell'82% da gennaio ad agosto 2019, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I dati sono stati riportati dal quotidiano O Globo e parlano di 71.497 incendi rispetto ai 39.194 registrati nei primi otto mesi del 2018, il numero più alto dal 2013 e arriva dopo due anni in cui il fenomeno era in diminuzione. L'Agenzia federale degli Stati Uniti che si occupa di oceanografia, meteorologia e climatologia (Nooa), ha attribuito le cause degli incendi nell'Amazzonia" a un mix di "siccità e attività umane", ma anche al cambiamento climatico. La Noaa ha spiegato come la foresta amazzonica sia sempre stata resistente al fuoco grazie alla sua naturale umidità che però di recente - a causa di tre grandi siccità nel 2005, nel 2010 e nel 2015 - ha subito delle variazioni. La brasiliana Inpe, però, ha rimarcato la responsabilità dell'uomo, sottolineando che "la stagione secca crea le condizioni favorevoli per l'uso e la diffusione del fuoco, ma accendere un fuoco è opera umana", sia che si tratti di un incidente o di dolo.


Bolsonaro contro le Ong

Mentre le fiamme continuano a bruciare il delicato ecosistema dell'Amazzonia c'è chi gioca a "scarica barile". I dati dell'Inpe hanno fatto finire il presidente Bolsonaro al centro di pesanti critiche - soprattutto per la mancata messa in campo di politiche ambientali adeguate - mentre il capo dello Stato carioca punta il dito contro le Ong affermando che gli incendi "potrebbero essere stati potenziati dalle Ong, perché hanno perso i soldi che ricevevano". Ma Bolsonaro, in più di un'occasione, ha dimostrato di preferire le attività imprenditoriali, invitando le imprese a non preoccuparsi del Ministero dell'Ambiente o del Ministero delle miniere e dell'energia, come successo per l'area nota come Renca (Reserva Nacional de cobre e associados). Una sorta di "autorizzazione" a sfruttare dei territori che si ritiene siano ricchi di oro, ferro, rame e altri minerali di alto valore commerciale. 


La testimonianza

"L'Europa si sta preoccupando ora per l'Amazzonia che brucia, ma questa situazione non è una 'novità' del 2019. Il fuoco è un elemento comune del paesaggio brasiliano ed è sempre stato utilizzato per strappare terreno alla foresta e trasformarlo in pascoli e terreni da coltivare". A parlare è Raffaella Canini, membro dell'Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi, che oramai da 26 anni, insieme al marito Michele, vive in Brasile. Raffaella, intervistata da In Terris ha spiegato che in questi ultimi anni il fenomeno delle queimadas è sfuggito di mano e si sta appiccando il fuoco anche dove non si dovrebbe. Si tratta di incendi "illegali" - lo stato permette che si bruci un determinato numero di ettari l'anno - che sono aumentati da quando Dilma Rousseff non è più al governo. Questo accade perché in Brasile si sta vivendo nell'incertezza, i lavoratori non riescono ad arrivare a fine mese. Conseguenze di politiche poco corrette che sono state adottate sia dall'ex presidente Temer che da Bolsonaro. "Da quando è entrato in carica Temer, e successivamente con Bolsonaro, sono stati congelati venti anni di finanziamenti per le politiche sociali, per la riforma del sistema sanitario e quello della scuola - spiega Raffaella -. Qui succede di andare in ospedale e non ci sono letti per i ricoveri, porti i figli a scuola e non ci sono i professori perché non vengono pagati. Da quando la Rousseff non è più al governo, la situazione si è aggravata. Gli incendi in Amazzonia sono un problema in più che la popolazione, che lotta per la sopravvivenza, deve affrontare". 


Un appello ai governi di tutto il mondo

Raffaella lancia un appello all'Europa e ai governi delle potenze mondiali. "Bolsonaro non è interessato alla popolazione. Il suo interesse è servire un mercato finanziario internazionale a discapito della povera gente. Per questo è necessario che l'Europa e i governi di tutto il mondo esercitino la loro pressione affinché si facciano delle politiche agricole, ambientali, scolastiche, sanitarie che siano realmente a favore dei più bisognosi. E' altrettanto fondamentale che si combatta l'illegalità e la violenza. Io vivo a Coronel Fabriciano, una città dello Stato Minas Gerais dove lo scorso hanno il crollo di due dighe ha causato centinaia di morti e un vero disastro ambientale. I processi sono ancora in corso, le imprese responsabili non hanno ancora pagato per i loro sbagli. Questo non è possibile". 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Migrante
AMERICA LATINA

Al via la campagna quaresimale della Fraternità 2020

Aiuto ai migranti, difesa della vita e riconciliazione nazionale i temi centrali
IMPRESE

Così l'Italia inventa vie d'uscita dalla crisi

Boom di brevetti industriali. Tre regioni creano il 60% delle innovazioni produttive di tutta Europa
SALUTE

L'intelligenza artificiale scopre un "super antibiotico"

E' stato chiamato "halicin" in omaggio al supercomputer Hal 9000 del film "2001: Odissea nello spazio"
MARE

Ecco perché le sardine si stanno rimpicciolendo

Fedagripesca-Confocoperative ha presentato la prima mappa delle anomalie nel Mediterraneo
Firenze
CORONAVIRUS

Primo caso a Firenze: l'uomo era tornato da Singapore

Positivi sia la turista di Bergamo in vacanza a Palermo, sia un medico italiano a Tenerife
Giuseppe Conte e Attilio Fontana
CORONAVIRUS

Conte: "Un ospedale non ha seguito il protocollo favorendo il contagio"

Fontana: "Quella del Premier è un'idea irricevibile e per certi versi offensiva"
Donald Trump all'arrivo in India
VISITA DI STATO

Trump in India: visita il Taj Mahal, Agra e Delhi

"L'America ama l'India, l'America rispetta l'India" ha detto il presidente Usa
Nel riquadro, Walter Ricciardi

"Abbiamo imparato dalla Sars: l'epidemia non deve diventare pandemia"

A Interris.it il consigliere del ministro della Salute, Walter Ricciardi promuove lo stop vaticano agli eventi affollati in...
Mascherine in piazza San Pietro, Roma
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, la risposta del Vaticano all'epidemia

Dispenser igienizzanti e chiusura di luoghi affollati, ma l'udienza del Papa non salta. Messe a porte chiuse in Lombardia
DANNI ECONOMICI

"Recessione per effetto della pandemia"

Sos per le ricadute del coronavirus. Le rilevazioni sui consumi e sull'export

Germania, auto contro corteo di carnevale: ecco cosa è successo

La Polizia non ha riferito se si sia trattato di un incidente o di un atto premeditato
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, un'altra vittima in Lombardia

Stanno ritornando gli Italiani respinti alle Mauritius. Ricoverato un autista italiano in Francia
Il ministro dell'Interno del Governo di accordo nazionale libico, Fathi Bashagha
DOSSIER LIBICO

Libia, i contorni di un conflitto sempre più politico

I contrasti fra il governo e le milizie nell'area potrebbero favorire Haftar?
Coronavirus
L'EPIDEMIA

Coronavirus, il bilancio delle vittime in Italia

Lo ha riferito il capo della Protezione Civile: è un uomo di 88 anni. Volo Alitalia bloccato alle Mauritius
Julian Assange
LONDRA

Caso Assange, al via le udienze per l'estradizione negli Usa

Il fondatore di Wikileaks è inseguito da Washington fin dal 2010
Papa Francesco
QUARESIMA

"Chi crede alle menzogne del diavolo vive l'inferno sulla terra"

Il messaggio del Papa prepara i fedeli alla Pasqua sul tema: "Vi supplichiamo in nome di Cristo: lasciatevi riconciliare con...