LUNEDÌ 24 AGOSTO 2015, 19:30, IN TERRIS

ALGERIA: GIRO DI VITE SU SITI PORNO E PRO-JIHAD

La decisione servirebbe a tutelare i più giovani, che possono diventare incubatori di idee estremiste

AUTORE OSPITE
ALGERIA: GIRO DI VITE SU SITI PORNO E PRO-JIHAD
ALGERIA: GIRO DI VITE SU SITI PORNO E PRO-JIHAD
Il mondo senza confini di internet rischia, almeno in Algeria, di vedere i propri orizzonti leggermente più determinati, almeno per quanto riguarda i siti a inequivocabili contenuti pornografici e, soprattutto, quelli che incitano alla jihad. La decisione, secondo quanto riferisce oggi l’edizione on line dell’autorevole quotidiano arabofono El Khabar, è stata presa dallo stesso ministro delle Poste e delle Tecnologie dell’Informazione, Houde Imane Feraoun, che ha chiesto a un gruppo di esperti di elaborare in tempi brevissimi una strategia efficace per frenare la libera circolazione sulla rete di idee integraliste, così come di siti pornografici, il cui proliferare viene ritenuto come nocivo per i più giovani, privi di reali strumenti per proteggersi.

La decisione della signora Feaoun è stata presa dopo un incontro con i rappresentanti della Federazione della difesa dei consumatori, che hanno riferito perplessità e timori di fronte a una circolazione sul web di argomenti illeciti o matrice eversiva.

Secondo El Khabar – che al momento non è stato smentito – la strategia di “moralizzazione di internet” riguarderebbe i siti che promuovono la “violenza, il terrorismo, la jihad e lo sciismo”. Quello agli sciiti appare come una “prima”, nel senso che per il governo la promozione delle idee e dei messaggi degli antagonisti dei sunniti (maggioritari in Algeria) viene oggi vista come qualcosa che nuoce alla stabilità dello Stato e quindi da fermare a ogni costo. Una svolta che potrebbe preludere ad altre misure, oltre quelle già adottate (come il pugno di ferro verso gli imam integralisti, riconducibili alle correnti più ortodosse della sunna) per riaffermare la supremazia dello Stato sulla religione, pur in una Algeria che, formalmente laica, rimane saldamente musulmana.

La stretta, prossima ventura, potrebbe passare anche per un intervento in termini restrittivi sugli internet caffè, frequentatissimi soprattutto dai più giovani e che, almeno secondo la Federazione dei consumatori, sono ormai fuori controllo, diventando incubatori di idee estremiste, ma anche cybercriminali che, al riparo di computer pubblici, operano nella quasi totale impunità.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana
Calcio, Italia vs Spagna
MONDIALI RUSSIA 2018

Fuori la Spagna, dentro l'Italia

Per la Fifa le ingerenze del governo spagnolo possono essere sanzionate con l'esclusione della Roja dalla fase finale del...
Shopping natalizio per le vie di Milano
NATALE | COLDIRETTI

Il 39% degli italiani spenderà la tredicesima in regali

Ogni famiglia spenderà in media 528 euro tra cibo, viaggi e divertimento
Turista al Colosseo
MIBACT

Al via Passeggiate Fotografiche Romane

Dal 15 al 17 dicembre lungo 5 percorsi capitolini