MERCOLEDÌ 24 GENNAIO 2018, 10:15, IN TERRIS


ERITREA

Afwerki: "Forze esterne dietro tratta e clandestini"

L'accusa del leader di Asmara: "C'è un piano per rovesciare il regime"

EDITH DRISCOLL
Il presidente eritreo Isaias Afwerki
Il presidente eritreo Isaias Afwerki
"F

orze esterne" muoverebbero le fila dell'emigrazione clandestina e della tratta di esseri umani ai danni dei giovani eritrei. Ne è convinto il presidente Isaias Afwerki, intervistato nei giorni scorsi dalle emittenti locali Eri-Tv e Radio Dimtsi Hafash


La denuncia

"L'immigrazione clandestina o la la tratta di esseri umani dal nostro Paese è stata scatenata da alcune forze esterne come parte integrante del loro programma che mira al cambiamento di regime - ha spiegato Afwerki -  l'Eritrea ha sollecitato e continua a sollecitare l'Onu ad aprire indagini indipendenti e credibili su questo flagello". L'intervista, realizzata a metà gennaio ma diffusa ai media occidentali solo oggi, fa parte del più ampio messaggio alla nazione pronunciato in occasione del Capodanno. Durante il discorso il presidente eritreo ha trattato diversi argomenti, fra cui quello relativo all'emigrazione illegale che, a suo dire, toglie risorse al Paese del Corno d'Africa. 


Flussi dal Corno d'Africa

L'Eritrea, stando alla maggior parte dei rapporti pubblicati dalle organizzazioni internazionali, è uno degli Stati che contribuisce maggiormente ai flussi migratori dall'Africa, al pari di Etiopia, Nigeria, Somalia e Sudan. Il problema viene ricondotto alle difficili condizioni economiche e alla mancanza di democrazia nel Paese. Accuse che il governo di Asmara ha sempre respinto, sostenendo l'esistenza di un vero e proprio piano per indebolire il regime. 


Report svizzero

In un recente studio le autorità svizzere hanno affermato che gli eritrei sono in cima alla lista di migranti che hanno fatto richiesta d'asilo durante il 2017. Seguono i siriani, gli afghani e i profughi provenienti dalla Turchia. In totale, lo scorso anno, alla Svizzera sono giunte oltre 18 mila richieste, in calo di 9.119 unità rispetto al 2016 e meno della metà delle oltre 39.500 istanze presentate nel 2015. Il trend, dunque, è negativo e si avvicina a quello del 2010, quando a Berna giunsero "solo" 15.567 domande. 

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Vigili del fuoco in azione a Desenzano
DESENZANO DEL GARDA

Incendio in discoteca: 17 intossicati

Panico al "Disco Art": fumo entrato dai bocchettoni dell'aria
Il Papa durante il viaggio in Perù
VIAGGIO IN PERÙ

Così il Papa ha ringraziato l'Arcivescovo di Lima

Ecco la lettera inviata al card. Thorne al termine della visita nel Paese sudamericano
Una veduta del Duomo di Firenze
FIRENZE

Biglietto unico per il Museo del Duomo e della Misericordia

Costerà 16 euro e sarà acquistabile presso le casse dell’Opera di Santa Maria del Fiore
La Croce Rossa internazionale

Scandalo senza fine

Anche nella Croce Rossa Internazionale scoppia lo scandalo: negli ultimi tre anni, 21 funzionari della celeberrima...
IMMIGRAZIONE

Fcei: "politiche europee inadeguate"

Bernardini: "Corridoi umanitari alternative reali"
Le esultanze per i gol di Destro, Skriniar e Ranocchia
SERIE A

L'Inter soffre ma vince, il Bologna vola con Destro

I nerazzurri battono a fatica il Benevento (2-0); i felsinei battono il Genoa con la rete dell'ex Roma e Falletti