MERCOLEDÌ 12 GIUGNO 2019, 12:49, IN TERRIS


CRISI ASIATICA

Ad Hong Kong è “rivolta”

Il governo autonomo della città rinvia la legge

WILLIAM VALENTINI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
il teatro delle proteste, il quartiere Wan Chai
il teatro delle proteste, il quartiere Wan Chai
N

ell’ex colonia britannica di Hong Kong è in atto un “rivolta” contro la legge sulle estradizioni in Cina. Come riporta il sito del giornale South China Morning Post, alcuni manifestati sarebbero entrati nella sede del parlamento, la polizia avrebbe risposto sparando gas lacrimogeni e fumogeni dentro il palazzo. Una situazione che appare addirittura peggiore della “rivoluzione degli ombrelli” che blocco la città per 79 giorni.


Le ragioni

I motivi delle proteste è la legge sulle estradizioni in Cina proposta dal governo molto vicino a Pechino. Una norma che, a detta dei manifestati indebolirebbe le libertà civili sul territorio semi-autonomo, permettendo ai tribunali cinesi di giudicare per reati commessi ad Hong Kong.  Migliaia di persone, soprattutto giovani, hanno riempito le strade del quartiere governativo di Wan Chai bloccando gli accessi agli uffici. Molti di loro hanno chiesto un giorno di permesso al lavoro o dagli impegni di studio per manifestare contro una modifica della legge sulle estradizioni.


La vittoria

In una nota diramata poche ore fa, il Consiglio legislativo di Hong Kong ha precisato che la seduta per approvare la norma, prevista per questa mattina alle 11 ora locale, "è stata spostata a data da destinarsi che sarà comunicata in seguito ai membri del Consiglio”. Ai manifestati che bloccano le strade il capo segretario di Hong Kong, Matthew Cheung ha rivolto un appello invitando i manifestanti a disperdersi e obbedire alla legge. "Invito anche i cittadini che si sono riuniti a mostrare capacità di controllo il più possibile, a disperdersi pacificamente e non sfidare la legge", ha dichiarato il segretario. La polizia, inoltre, ha dichiarato che le proteste sono diventate una "rivolta", chi venisse arrestato ora rischia pene molto severe.  


Pechino

Il partito comunista cinese continua a sostenere l’azione del governo locale. Il portavoce del ministero degli Esteri cinesi, Geng Shuang, ha affermato che qualsiasi azione che danneggi Hong Kong è "osteggiata dalla pubblica opinione locale". Nella conferenza stampa quotidiana, Geng ha sollecitato gli Usa a parlare e ad agire con cautela su Hong Kong.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'Hindu Raj
PAKISTAN

Alpinisti italiani travolti da una valanga

L'ambasciata: "Non ci sono vittime fra i nostri connazionali". Morto un pachistano
La centrale di Arak
L€ATOMICA

Nucleare: l’accordo tra Usa e Iran non esiste più

Entro dieci giorni Teheran potrebbe produrre 300Kg di uranio
Franco Zeffirelli
CINEMA

Zeffirelli, Firenze rende omaggio al suo maestro

La camera ardente del regista allestita a Palazzo Vecchio
Salvini arriva a Washington
WASHINGTON

Salvini all'Ue: "Non accettiamo più briciole"

Da Oltreoceano il vicepremier manda un messaggio alle istituzioni europee: "Flat tax sì, fatevene una ragione"
Francesco Belsito
LA SENTENZA

Processo Siram: assolto Belsito

Il pm aveva chiesto 4 anni per l'ex tesoriere della Lega Nord
Luca Poniz
NOMINE

Csm, Poniz: "Politica si assuma responsabilità"

Il neo presidente dell'Anm: "Da tempo criticavo la magistratura associata"
BERGAMO

Travolto al posto di controllo, morto un carabiniere

Investimento nella notte, il conducente forse era ubriaco
INCIDENTI STRADALI

Roma, donna investita da autobus è grave

Sulla ricostruzione della dinamica sta lavorando la Polizia Locale
Paramilitare
AMERICA LATINA

Nicaragua: i paramilitari attaccano due chiese

Lanciate bombe “stordenti” e colpiti i fedeli all'uscita delle celebrazioni eucaristiche
Il blackout
L'EVENTO

Maxi-blackout, al via le indagini in Argentina e Uruguay

Servizio ripristinato dopo oltre 15 ore. L'inchiesta accerterà le cause del guasto
LOTTA AGLI STUPEFACENTI

Palermo: sbarca con 21 chili di droga, arrestato

Misura cautelare effettuata nei confronti di un incensurato
Bomba carta (immagine di repertorio)
RIONE SAN GAETANO

Bomba carta e "stesa" a Napoli: scene da guerriglia

L'ordigno artigianale è esploso davanti l'ingresso di una palazzina di via Teano
La petroliera in fiamme nel golfo di Oman
MARE DI OMAN

Attacco alle petroliere: gli Usa valutano l'invio di truppe

Ma il Giappone chiede agli Usa "Prove concrete" contro l'Iran "oltre le speculazioni"
Joshua Wong
ASIA

Hong Kong: è libero il leader degli ombrelli

Scontata la pena di due mesi per le manifestazioni del 2014
Mario Conoci
ELEZIONI COMUNALI IN SARDEGNA

Mario Conoci è il nuovo sindaco di Alghero

Centrodestra in testa anche a Cagliari, il Centrosinistra a Sassari
Lavoro

Zero, qualcosina

In questi ultimi giorni si è data enfasi sulla crescita dell'occupazione in modo tale che i media potessero...