MERCOLEDÌ 20 MAGGIO 2015, 19:45, IN TERRIS

A RAMADI LE MILIZIE SCIITE PREPARANO L'OFFENSIVA CONTRO LO STATO ISLAMICO

Sono circa 3000 i volontari pronti a combattere per cacciare i jihadisti dalla cittadina di Anbar

HORTENSIA HONORATI
A RAMADI LE MILIZIE SCIITE PREPARANO L'OFFENSIVA CONTRO LO STATO ISLAMICO
A RAMADI LE MILIZIE SCIITE PREPARANO L'OFFENSIVA CONTRO LO STATO ISLAMICO
Da domenica 17 maggio lo Stato Islamico ha registrato una nuova vittoria con la conquista della città di Ramadi, capoluogo della provincia occidentale irachena di Anbar e città di oltre 480 mila abitanti, molti dei quali sunniti. Dopo che i soldati iracheni sono fuggiti in massa dal territorio assediato dagli uomini di al Baghdadi, sono i comandati sciiti a prendere in mano la situazione. In prima linea Hadi Al-Amiri che non nasconde la sua critica verso il premier Haider Al-Abadi "per averci chiesto di stare lontano dalle operazioni, condannandoci a perdere la città". I combattenti sciiti armati e addestrati, trovano il sostegno delle truppe aeree di Teheran e sebbene non si conosca ancora in che momento lanceranno la loro offensiva, è certo che interverranno contro l'Isis per riconquistare Ramadi.

L'operazione sarà molto simile a quella che a Marzo ha permesso di cacciare i jihadisti da Tikrit: violenti bombardamenti sono stati accompagnati da perseveranti e estenuanti scontri via terra ai quali sono seguiti gli assalti dei Kataen Hezbollah nell'avanzata contro i miliziani dello Stato Islamico. Dentro la città di Ramadi intanto i combattenti dell'Isis si preparano ai prossimi conflitti cacciando ogni sospetta spia o collaboratore del governo. Alcuni testimoni del luogo hanno descritto il tragico scenario della città conquistata dal Califfato, dove le case vengono bruciate, le persone vengono uccise pubblicamente in strada e i cadaveri gettati nell'Eufrate. GLi uomini di al Baghdadi inoltre, come accade in ogni territorio assediato, iniziano a diffondere la cultura del terrore per ottenere l'assoluta obbedienza dai cittadini. E' in questo contesto che l'Onu ha segnalato un esodo di almeno 25 mila persone verso Baghdad.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"
La navetta Soyuz
MISSIONE VITA

Rientrata la Soyuz con a bordo Paolo Nespoli

La navetta è atterrata nella steppa del Kazakistan dopo 139 giorni nello spazio
Valeria Fedeli

La ministra

La ministra dell'Istruzione, in un'intervista al ‘Mattino’ di Napoli, ha annunciato che...
Jorge Glas
CASO ODEBRECHT

Condannato il vicepresidente dell'Ecuador

Sei anni a Jorge Glas, già sospeso dalle funzioni: avrebbe intascato 14 milioni di dollari in tangenti
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma