VENERDÌ 29 MAGGIO 2015, 19:00, IN TERRIS

A KOBANE L'ULTIMO ORRORE DELL'ISIS: CADAVERI USATI COME BOMBE

I jihadisti riempirebbero i corpi decapitati con 20 chilogrammi di cariche esplosive e più di 500 cuscinetti sfera in acciaio pronti a saltare in aria al primo contatto

HORTENSIA HONORATI
A KOBANE L'ULTIMO ORRORE DELL'ISIS: CADAVERI USATI COME BOMBE
A KOBANE L'ULTIMO ORRORE DELL'ISIS: CADAVERI USATI COME BOMBE
La dittatura del terrore e della violenza imposta dallo Stato Islamico è ogni giorno più estrema. L'ultimo orrore perpetrato dagli uomini di al Baghdadi arriva da Kobane, la città simbolo della resistenza all'Isis dove i jihadisti hanno decapitato alcuni civili per poi imbottirli di esplosivi e usarli come bombe, un chiaro segno di minaccia verso una città che cerca di riconquistare la sua quotidianità.

Secondo quanto denunciato dal rapporto di Handicap International (HI), i corpi decapitati sono stati riempiti con 20 chilogrammi di cariche esplosive e più di 500 cuscinetti a sfera in acciaio, pronti a saltare in aria al primo contatto. Il caso rappresenta una vera sfida per gli esperti che si occupano di mettere in sicurezza la città affinché gli abitanti possano rientrare al completo nelle loro case. Solo nel trimestre gennaio-febbraio sono state 66 le persone uccise in 45 esplosioni a Kobane.

Frederick Maio, che gestisce le operazioni di sminamento di HI, spiega all'agenzia dell'Onu Irin che è difficile stimare quanti cadaveri bomba ci siano in quanto alcuni sono stati deliberatamente sepolti tra le macerie. "Quello che dobbiamo fare e quello che la popolazione ha accettato è trattare ogni corpo come sospetto - ha detto -. Anche se non sono una trappola esplosiva, ci sono stati così tanti incidenti che ora vengono toccati molto raramente. Quello da fare quanto prima - aggiunge - è privilegiare la rimozione delle mine nelle zone residenziali, per permettere alla popolazione di riprendere le proprie attività.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
La bandiera del Puerto Rico
I LEADER RELIGIOSI DEL PUERTO RICO

"Stop all'aumento delle tasse o la ripresa sarà impossibile"

Cattolici ed evangelici in una lettera al Congresso Usa: "Non siamo cittadini di serie b"
Catalani al voto (repertorio)
CATALOGNA

Sondaggi incerti: sul voto peserà il dato dell'affluenza

Si recherà alle urne l'82% dei cittadini e questo potrebbe spostare gli equilibri
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...
prostitute
PROSTITUZIONE

Cisl Campania contro la tratta

Una conferenza a Napoli per promuovere strumenti di contrasto al fenomeno
Donald Trump
ATTACCO A NEW YORK

Trump: "Pene più severe per i terroristi"

Appello al Congresso: "Sistema lassista. Urgenti riforme sull'immigrazione"