MARTEDÌ 01 MARZO 2016, 001:00, IN TERRIS

ELEZIONI IN SLOVACCHIA: FAVORITI I SOCIALDEM DI FICO

L'appuntamento alle urne è per sabato 5 marzo

REDAZIONE
ELEZIONI IN SLOVACCHIA: FAVORITI I SOCIALDEM DI FICO
ELEZIONI IN SLOVACCHIA: FAVORITI I SOCIALDEM DI FICO
E' per sabato 5 marzo l'appuntamento per recarsi alle urne per gli elettori slovacchi che dovranno eleggere i loro rappresentati in Parlamento per i prossimi quattro anni. E anche per quest'anno i socialdemocratici di Smer-Sd, capeggiati dal primo ministro Robert Fico, appaiono i favoriti. Ma una serie di segnali lasciano però pensare che la vittoria non sarà schiacciante come nel 2012, quando si aggiudicarono il 44 percento dei voti e l'assoluta maggioranza dei seggi, e non tale quindi da consentire a Fico lo stesso governo monocolore con il quale ha guidato il paese negli ultimi quattro anni.

I principali sondaggi danno infatti Smer-Sd in netto calo, dal 40 al 29 percento dei consensi negli ultimi tre mesi, secondo una rilevazione della Phoenix Research della seconda metà di febbraio. Dall'ultimo sondaggio dell'agenzia MVK è emerso che al secondo posto si piazzerebbe il partito dell'opposizione Sit (Rete) di Radoslav Prochazka, l'ex candidato al posto del presidente con il 14,5%.

Secondo i media è proprio questo nuovo partito che può attirare il tradizionale elettore socialdemocratico e togliere voti allo Smer. Sul tema dei migranti, entrambi i leader sono d'accordo per una politica di contrasto. "Bisogna proteggere le frontiere esterne del trattato di Schengen, la Grecia non adempie al suo dovere", afferma il premier. Prochazka è ancora più rigido: "Bisogna permettere alla Grecia di uscire da Schengen e dall'eurozona, perché è un paese che fallisce", ha affermato. Al terzo posto, con il 10,5%, arriverebbe il controverso Partito nazionale slovacco (Sns) di estrema destra. La soglia del 5% potrebbe essere superata da altri cinque partiti, tra i quali spicca il tradizionale partito della minoranza magiara Most - Hid. Da diversi sondaggi risulta che l'affluenza alle urne potrebbe raggiungere dal 18 al 20%.
 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'incendio al Cameron House Hotel in Scozia
SCOZIA

Fiamme in un hotel di lusso: 2 morti

Le fiamme hanno distrutto una grande porzione della struttura turistica
Incendio in una fabbrica in India
INCIDENTI SUL LAVORO IN INDIA

Mumbai, rogo in una fabbrica di dolci: 12 morti

Il calore sprigionato dal rogo ha causato un rapido cedimento di parte della struttura
Altero Matteoli
POLITICA IN LUTTO

Morto l'ex ministro Matteoli

Fatale un incidente all'altezza di Capalbio. Cordoglio nel mondo delle istituzioni
Pier Carlo Padoan
CASO BANCHE

Padoan: "Mai autorizzati colloqui dei ministri"

Il titolare del Mef: "Sugli istituti di credito la responsabilità è di via XX Settembre"
Il premier austriaco Sebastian Kurz
AUSTRIA

Il governo Kurz giura tra le proteste

L'esecutivo sostenuto dall'ultradestra dell'Fpoe entra in carica. Manifestazioni a Vienna
Luigi Di Maio
ELEZIONI

Di Maio apre alle alleanze

Il candidato premier M5s non esclude coalizioni: "Il 40% o governiamo con chi ci sta"
Marco Orsi e Luca Dotto
NUOTO | EUROPEI

Dotto, Orsi, Sabbioni: a Copenaghen brillano le stelle azzure

L'Italia vince la classifica per nazioni del torneo continentale di vasca corta con 959 punti
Un tunisino durante le proteste del 2011
PRIMAVERE ARABE

La Tunisia celebra la "rivoluzione dei gelsomini"

Sette anni fa scoppiava la rivolta che portò alla caduta di Ben Ali
I due presunti assassini: Raffaele Rullo e Antonietta Biancaniello
OMICIDIO LA ROSA

Il presunto killer: "Non sono stato io"

La madre ha dichiarato di aver fatto tutto da sola
Jacqueline de la Baume Dürrbach, Il cartone del Guernica esposto in Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Roma
PICASSO

In mostra "Guernica icona di pace"

Alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani dal 18 dicembre al 5 gennaio 2018