SABATO 15 LUGLIO 2017, 18:56, IN TERRIS

I sostenitori di Erdogan celebrano a Istanbul il fallito golpe

Nuova raffica di epurazioni. Polemiche in Parlamento

DANIELE VICE
I sostenitori di Erdogan celebrano a Istanbul il fallito golpe
I sostenitori di Erdogan celebrano a Istanbul il fallito golpe
E' iniziata a Istanbul la marcia per ricordare le 258 vittime della notte di un anno fa ad Ankara e Istanbul durante il fallito tentativo di golpe. Un corteo particolarmente significativo al quale partecipano migliaia di sostenitori di Erdogan perché attraversa il ponte sul Bosforo, ribattezzato ponte "dei Martiri" in seguito ai tragici eventi di un anno fa. Furono ben 34 coloro che sul quel ponte persero la vita, falciati dai proiettili dell'esercito che aveva dato il via al colpo di stato prendendo possesso del ponte. Il presidente Recep Tayyip Erdogan è il protagonista di un programma fitto di eventi, tra cui spiccano i discorsi che terrà nella capitale e ad Istanbul. Qui alle 22.30 ora locale parlerà alla folla salendo sul palco accompagnato dai familiari delle vittime della violenza di quella notte, per poi inaugurare un nuovo monumento. A partire dall'ora della preghiera della sera (1.05 locali) nelle 81 province della Turchia la gente scenderà in piazza per una "guardia della democrazia", vale a dire un presidio delle piazze che durerà circa 24 ore. Al parlamento di Ankara invece Erdogan prenderà la parola alle 2.32 locali, ora esatta in cui la sede della "Grande assemblea nazionale" fu colpita da una bomba sganciata da un aereo da guerra.

L'opposizione accusa


In mattinata si è tenuta una seduta straordinaria del parlamento in cui hanno preso la parola i rappresentanti di tutti e quattro i partiti che siedono nell'assemblea legislativa. Il premier Binali Yildirim è intervenuto per primo, affermando che, a distanza di un anno, l'esercito è più forte di prima: "Come ha detto il presidente Erdogan, 'la notte piu' buia della Turchia è diventata un mattino luminoso'". Kemal Kilicdaroglu, segretario dei nazionalisti dei repubblicani del Chp, principale partito di opposizione, ha invece puntato l'indice contro l'intelligence: "Voglio che sia rivelata la verità sui fatti di quella notte: ritengo inaccettabile che né il capo dei servizi segreti né il capo dell'esercito vadano a testimoniare dinanzi la commissione che indaga sul golpe; tutti dovremmo chiederci quali siano i motivi". I repubblicani hanno anche annunciato che non parteciperanno alle celebrazioni della notte. Lo stesso vale per i filo curdi dell'Hdp, per i quali ha parlato il capogruppo Ahmet Yildirim, poiché i due segretari del partito, Selattin Demirtas e Figen Yuksekdag, sono in carcere dallo scorso 4 novembre; e questo e' stato il motivo alla base dell'intervento polemico di Yildirim: "Nella storia abbiamo avuto esempi di colpi di stato diretti a mettere il bavaglio ai processi democratici. Il golpe dello scorso anno è uno di questi".

Nuova ondata di epurazioni


E intanto alle celebrazioni si accompagnano a nuove purghe. Secondo quanto riferito dalla Bbc, oltre 7.000, tra poliziotti, personale dei ministeri e accademici, sono stati cacciati dai posti che occupavano con l'accusa di avere "agito contro la sicurezza dello Stato" o perché "membri di una organizzazione terrorista".

Foto Ansa
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Agenti della polizia tedesca
GERMANIA | TERRORISMO

Pianificavano attentato al mercatino di Natale: 6 arresti

Per l'attacco i fermati intendevano utilizzare armi ed esplosivo
Il premier Gentiloni e la segretaria generale Cgil, Susanna Camusso
PENSIONI

La Cgil boccia la proposta del Governo

Gentiloni: "Misure rilevanti e sostenibili. Camusso critica: "Mobilitazione il 2 dicembre"
CASCINA

Proiettili al sindaco donna che combatte gli stupri

Bossoli accompagnati da una lettera in cui la Ceccardi viene accusata di razzismo
VIOLENZA SUI MINORI

Sposa a nove anni a Padova: la Procura smentisce

La terribile notizia diffusa da un quotidiano locale stamattina
Oguz Guven
TURCHIA

Il direttore di Cumhuriyet web condannato per terrorismo

Oguz Guven dovrà scontare 3 anni e 1 mese per un tweet sulla morte sospetta di un magistrato
Sciopero nazionale dei taxi
SCIOPERO NAZIONALE DEI TAXI

Salta la trattativa col ministero, auto bianche ferme in tutta Italia

I sindacati hanno definito "insufficiente" il decreto attuativo emesso dal governo dopo l'accordo dello scorso...
L'asteroide 1I/2017 U1 o Oumuamua
OGGETTI INTERSTELLARI

Ecco Oumuamua, l'asteroide alieno

Osservato il 17 ottobre, presenta una forma simile a un sigaro e viene da fuori il Sistema solare
Marte, il cratere Schiaparelli
ROMA | MOSTRA RED HOPE

I paesaggi di Marte diventano opere d'arte

Per la realizzazione di queste opere, l'artista ha utilizzato i telai dei laboratori artigianali di un villaggio indiano nei...
Vigili del fuoco in India
INDIA

Scoppia un incendio in fabbrica: almeno 10 morti

Nel 2013, scondo l'Ilo, su un totale di 402 milioni di lavoratori, ci sono stati oltre 40 mila incidenti mortali sui luoghi...
Putin e Assad
SOCHI

Putin vede Assad: "Terrorismo verso la sconfitta"

Il presidente russo: "Le operazioni si avviano a conclusione. Ora avanzi il processo politico"
Angela Merkel
GERMANIA

Merkel punta a nuove elezioni

Manca ancora l'accordo per il governo. La cancelliera non vuole un esecutivo di minoranza
Il videomessaggio del Pontefice
PAPA FRANCESCO

"I credenti promuovano la reciproca comprensione"

Videomessaggio alla popolazione del Bangladesh alla vigilia del viaggio apostolico
Alessandro Di Battista
LA DECISIONE

Di Battista lascia: "Ma resto nel M5s"

Uno dei maggiori leader pentastellati esce dai palazzi: "Voglio scrivere e girare il mondo". E i militanti già...
Il sottomarino Ara San Juan
SOTTOMARINO DISPERSO

"I segnali non sono del 'San Juan'"

La Marina militare argentina smentisce che i suoni captati dai sonar appartengano al sommergibile, sparito dai radar da 5 giorni